Crea sito

Biscotti moscardini siciliani

I Biscotti moscardini siciliani, detti anche ossa di morto, sono delle golosità che mi fanno ritornare bambina. Eh, sì, proprio così, perchè dovete sapere che questi dolcetti sono tipici del periodo della festa di Ognissanti e dei defunti, quando le mamme e le nonne facevano “u cannistru”, un vassoio o un cesto, cioè, in cui venivano messe tante leccornie. Ci si trovavano confettini, tetù, taralli, frutta martorana, rami di miele, biscotti moscardini e gli immancabili “pupi di zuccaru”: una bambolina per le bambine, un cavaliere a cavallo per i maschietti, fatti di zucchero lavorato e poi dipinti. U cannistru, preparato la sera prima della festa dei defunti, veniva nascosto, per essere, poi, la mattina presto, messo in bella vista sul tavolo, facendo credere che durante la notte le anime dei morti lo avevano portato in dono ai bambini. Io, piccolina, immaginavo tutti quei morti che giravano per casa di notte e la paura era più grande del piacere di trovare i dolcetti e, a dire il vero, avrei preferito anche non averlo quel benedetto cannistru, pur di non fare entrare i morti in casa mia! Ma lasciamo i ricordi e andiamo a vedere come preparare questi Biscotti moscardini siciliani.

biscotti moscardini
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo3 Giorni
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per i Biscotti moscardini siciliani

  • 500 gFarina 00
  • 500 gZucchero
  • 125 gAcqua
  • 1 cucchiainoChiodi di garofano
  • q.b.Farina per la spianatoia

Cosa serve per preparare i Biscotti moscardini siciliani

  • Casseruola
  • Cucchiaio di legno
  • Spianatoia
  • Tarocco in metallo
  • Teglia
  • Carta forno
  • Coltello
  • Bilancia

Preparazione dei Biscotti moscardini siciliani

  1. Passiamo ora alla preparazione dei Biscotti moscardini siciliani. Pesare tutti gli ingredienti ad uno, ad uno, compresa l’acqua. Mettere lo zucchero in un casseruola e aggiungere l’acqua e i chiodi di garofano. Mescolare con un cucchiaio di legno e mettere sul fuoco.

  2. Portare ad ebollizione, fino a quando lo zucchero sarà diventato schiumoso. Mescolare per qualche secondo e spegnere la fiamma. Eliminare i chiodi di garofano. Aggiungere la farina tutta in una volta e continuare a mescolare velocemente, fino a quando non sarà stata completamente assorbita dall’acqua e zucchero.

  3. Se dovesse esserci qualche grumo, non bisogna preoccuparsene, perchè in fase di lavorazione si scioglierà. Mettere della farina sulla spianatoia e versarvi sopra in composto. Fare attenzione, perchè è bollente. Lasciarlo così per circa 10 minuti, dovrà intiepidirsi, ma non raffreddare completamente.

  4. Spargere un po’ di farina anche sulla superficie e, aiutandosi con la spatola o col tarocco, portare l’esterno dell’impasto verso il centro da tutti i lati, aggiungendo altra farina se dovesse attaccarsi alla spianatoia. Appena si può toccare con le mani, dividerlo e formare dei grissini. quindi tagliarli a 4 cm circa.

  5. Sistemare i tocchetti su di una teglia o infarinata o con della carta forno, distanziandoli tra loro. Coprire con unoo strofinaccio pulito e mettere i biscotti moscardini ad asciugare al sole per 2-3 giorni. Dovranno diventare bianchi come le ossa dei morti.

  6. Infornare a 170° in forno statico o a 150° in forno ventilato, preventivamente riscaldato. La farina e lo zucchero si separeranno e si formerà alla base di ogni biscotto una specie di caramello, inizialmente morbido, ma che col passare delle ore, si indurirà. Questi Biscotti sono abbastanza duri, quindi non aspettarsi dei dolcetti morbidi. I Biscotti moscardini siciliani sono pronti, non vi resta che gustarveli.

I consigli di Annamaria

All’impasto può essere aggiunto anche un cucchiaino di cannella.

Se i biscotti, prima di essere infornati, non sono secchi, non ci sarà la separazione dello zucchero dalla farina.

I grissini che ho fatto erano grossi quanto un dito, ma si possono fare più grandi.

Potete anche leggere: TETU’ GLASSATI TARALLI GLASSATI RAME DI NAPOLI

Per altri DOLCI, cliccare QUI.

Vi invito a diventare fan della mia pagina Facebook ANNAMARIA TRA FORNO E FORNELLI per essere aggiornati sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me. Se volete cliccate QUI e poi mettete MI PIACE. Annamaria tra forno e fornelli è anche su Pinterest Twitter Instagram seguitemi numerosi.
GRAZIE PER L’ATTENZIONE E BUONA NAVIGAZIONE

Pubblicato da Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.