Crea sito

Taralli glassati

I Taralli glassati sono dei golosissimi dolci tipici della tradizione siciliana.

Originariamente si preparavano durante il periodi della festa dei morti, ma oggi si gustano in qualsiasi momento dell’anno, specie se si ha l’abitudine di farli in casa.

Si tratta di biscotti dalla forma attorcigliata, che vengono poi ricoperti da una glassa di zucchero.

Si conservano anche per qualche settimana, in una scatola di latta, a patto che quando li realizzerete, ve ne rimarranno da conservarne!

taralli glassati verticale

 

Taralli glassati

Ingredienti:

  • 1 kg di farina 00
  • 100 g di strutto
  • 100 g di zucchero
  • 4 uova intere
  • 30 grammi di ammoniaca per dolci
  • latte tiepido q.b.
  • buccia di limone biologico grattugiata

Per la glassa a freddo:

  • 500 g di zucchero a velo
  • acqua tiepida qb
  • succo di 2 limoni
  • buccia di 1 limone grattugiata

Passare ora alla preparazione dei Taralli glassati.

Mischiare la farina con lo strutto, quindi aggiungere lo zucchero, le uova, la buccia di un limone biologico grattugiata l’ammoniaca per dolci ed il latte tiepido, tanto quanto ne basta per avere un impasto morbido, ma non molle, altrimenti i taralli perderanno forma.

Lasciare riposare il panetto per una mezz’ora, coperto con uno strofinaccio.

Prelevare dei pezzetti e allungarli, formando dei grissini di 15 cm circa di lunghezza, quindi attorcigliarli a due a due, avendo cura di pressarli bene e assottigliarli nelle estremità.

Considerate che l’ammoniaca farà gonfiare i biscotti, quindi regolatevi circa lo spessore dei biscotti. Andare posizionando i taralli su una teglia con carta forno e infornare a 180/190° per 20 minuti circa o, comunque, fino a quando non li vedrete leggermente dorati in superficie.

Per la glassa a freddo le dosi sono orientative, io vi ho dato le dosi per 500 g di zucchero, voi regolatevi in base ai biscotti che avrete da glassare.

La potete preparare man mano che finirà la prima dose, così sarete sicuri che non ve ne avanzerà.

Mettere lo zucchero a velo in una ciotola e aggiungere il succo dei limoni, la buccia grattugiata e aggiungere acqua calda poca alla volta, fino a creare un liquido cremoso e senza grumi .

Se la glassa dovesse risultare troppo liquida, aggiungere altro zucchero, se, invece, dovesse sembrarvi dura, aggiungere qualche altro goccio di acqua.

Passare, quindi, con l’aiuto di un pennello, la glassa sui taralli e lasciare asciugare distanti uno dall’altro.

E’ anche possibile avere una glassa colorata, aggiungendo a quest’ultima un po’ di colorante alimentare.

I Taralli glassati sono pronti per essere gustati!

Pubblicato da Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

38 Risposte a “Taralli glassati”

  1. Deliziosi questi taralli glassati, a mio marito piacciono tanto, gli e li porta sempre la sorella quando li fa..ora grazie alla tua ricetta posso accontentarlo quando voglio!

  2. Non li ho mai preparati i taralli ma leggendo gli ingredienti sono gli stessi che uso per un ‘ altra ricetta tipica della mia regione , la prossima volta realizzato questa tua bontà che mi ha ingolosito molto grazie per la ricetta !

  3. Adoro i taralli e lo sai che non ho mai provato a farli? Dolci poi non li ho mai assaggiati, voglio proprio provarli, già la foto mi fa venire l’acquolina in bocca

    1. 1 kg di farina 00 – 35,273oz
      100 g di strutto – 3,27 oz
      100 g di zucchero – 3,27 oz
      30 grammi di ammoniaca per dolci – 1,06 oz
      latte tiepido q.b.- far enough
      buccia di limone biologico grattugiata
      Per la glassa a freddo:

      100 g di zucchero a velo – 3,75 oz
      2 cucchiai di acqua – 0,7 oz
      qualche goccia di limone (facoltativo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.