Come pulire e come cucinare i cardi

Molto conosciuto e utilizzato in cucina, il cardo è un ortaggio invernale molto versatile e si sposa in tante ricette. Il cardo ha una  consistenza dura e filamentosa, ma che appartiene alla stessa famiglia del carciofo. Assomiglia ad un sedano, il cardo si caratterizza per le sue costole bianche. In quanto al gusto, infatti, sono più simili ai carciofi, poveri di calorie. Il cardo viene anche chiamato carciofo selvatico. Vediamo come pulire un cardo. Da consumare prevalentemente in autunno e inverno.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Come pulire e come cucinare i cardi

  • 1cardo
  • 2 cucchiaifarina
  • 1limone (succo)
  • q.b.sale

Strumenti

  • Pentola
  • Ciotola

Preparazione come pulire e come cucinare un cardo

  1. Per acquistare le piante di buona qualità, è necessario controllare che i gambi siano bianchi e compatti. Se presentano aree verdi infatti, i cardi risulteranno poco freschi o addirittura amarognoli.

  2. Priviamo quindi ciascun gambo dei filamenti e tagliamolo a pezzettini più o meno lunghi a seconda dell’utilizzo che intendiamo farne. Dopodiché sciacquarli e metterli in una bacinella con acqua e limone perché come i carciofi tendono ad annerirsi. Sciacquare i cardi in acqua corrente.

  3. Il cardo deve essere cucinato per un’ora in acqua con succo di limone e farina così da permettere alle sua costole di conservare il colore bianchissimo.

  4. Dopo di che sono pronti per essere elaborati come più ci piace. I cardi si adattano a qualsiasi tipo di piatto. Ad esempio, nei primi piatti, nei secondi possiamo prendere in considerazione l’ipotesi di sfruttare i gambi appena cotti come sformati o risotti, oppure cuocerli al gratin. I pezzi scottati in acqua bollente per eliminare parte dei composti che danno sapore amaro e per renderli ancora più teneri. I cardi così preparati possono essere utilizzati direttamente in cucina o possono essere conservati per qualche giorno in frigorifero.

Consigli

Togliete le foglie e separate le coste del cespo. Tagliate le coste in pezzi lunghi non più di una decina di centimetri. Tagliateli a metà nel senso dell’altezza se risultassero essere troppo larghi. Il cardo è poco calorico e ha un sacco di proprietà

3,8 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Gnocchi di sedano rapa Successivo Zuppa di orzo con cavolo nero e guanciale