Piadina: la vera piadina romagnola fatta in casa con tutti i consigli

Piadina, la ricetta della piadina romagnola, comunemente detta piada, con cui potrete realizzare una piadina fatta in casa davvero perfetta e gustosa, come l’originale che potete gustare sulla Riviera romagnola! La ricetta è davvero semplice e veloce: l’impasto della piadina si realizza in poco tempo, senza difficoltà con strutto o con olio, e in un attimo, avrete le vostre piadine sulla vostra tavola, da farcire a piacimento.

La piadina non è altro che un pane condito senza lievito, di origini povere ed economico, e veniva utilizzato al posto del pane. La Piadina romagnola nella ricetta originale prevede solo questi ingredienti: farina (grano tenero), acqua, sale, strutto. Si usava lo strutto proprio perchè era il condimento principale che si ricavava della lavorazione del maiale.

Nei miei giri in Romagna, sono andata in molte piadinerie del posto per carpire tutti i segreti, che ovviamente vi svelerò qui sotto! Intanto ecco la ricetta della Piadina romagnola!

“Il pane, anzi li cibo nazionale dei Romagnoli”
(G. Pascoli)

Piadina romagnola ricetta
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo20 Minuti
  • Tempo di cottura4 Minuti
  • Porzioni7 piadine
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Piadina: ricetta e preparazione

  • 500 gFarina 00
  • 250 mlAcqua (o 150 ml di latte e 100 ml di acqua)
  • 80 gStrutto (o 80 ml di olio extravergine di oliva)
  • Mezzo cucchiainoBicarbonato
  • 12 gSale

Preparazione della Piadina Romagnola

Piadina romagnola: ricetta originale

  1. Il disciplinare del Consorzio Piadina romagnola prevede alcune regole per preparare la vera Piadina Romagnola IGP, ma ogni famiglia ha la “propria” ricetta della piadina tradizionale con dosaggi di acqua o grassi o sale leggermente diversi.

  2. Farina: si utilizza la farina di grano tenero. Potete anche utilizzare la farina integrale (per la piadina integrale) o farina di segale o di kamut.

    Grassi: come avveniva anticamente, la piadina romagnola viene preparata con strutto, come avviene anche nei vari chioschi di piade in giro per la Romagna. E’ ammessa anche la versione della piadina con olio di oliva e olio extravergine di oliva. Quindi potete sostituirlo nella stessa quantità! Leggi la ricetta della Piadina senza strutto. Potete utilizzare anche l’olio di semi (per un sapore meno marcato). Ma con lo strutto è la versione migliore !

    Acqua: la ricetta originale della piadina prevede l’utilizzo di sola acqua nell’impasto. Nelle versioni moderne e casalinghe, è spesso utilizzata una parte di latte. Se preferite una piadina più morbida, utilizzate anche il latte, se invece vi piace più croccante, utilizzate l’acqua. Quella originale è solo con acqua.

  3. Agente lievitante: La piadina è senza lievito. Anticamente veniva aggiunta al massimo solo una puntina di bicarbonato, che si aveva in dispensa, per donare maggiore fragranza e morbidezza alla piadina romagnola. Nella versione moderna, può essere sostituito con 2 cucchiaini di lievito istantaneo per torte salate. Viene benissimo anche senza nulla.

  4. La piadina romagnola si impasta rigorosamente a mano. L’impasto per singola piadina può variare da 100 grammi a 150 grammi a seconda della dimensione e dallo spessore della piadina che volete realizzare. La Piadina Romagnola o Piada Romagnola è più compatta, rigida e friabile, grande dai 15 ai 25 cm e spessa da 4 a 8 mm, mentre la Piadina riminese, anzi la Piadina Romagnola alla Riminese è più sottile (ca. 3 mm), morbida e flessibile, con una grandezza che varia da 23 a 30 cm.

    Credo di avervi detto tutto! Ora potrete realizzare la Piadina fatta in casa come preferite!

L’impasto della piadina

  1. Lavorazione farina e strutto - Ricetta piadina romagnola

    In una scodella inserite la farina, lo strutto e il bicarbonato (se lo mettete). Schiacciate tra le dita lo strutto con la farina, finchè non sarà più visibile.

  2. Aggiunta di sale e acqua - Impasto piadina ricetta

    Unite l’acqua (o latte e acqua) e il sale. Mescolate con una forchetta, incorporando man mano la farina.

  3. Lavorazione impasto piadina romagnola

    Poi impastate a mano, rovesciate sulla spianatoia e lavorate l’impasto per ca 7-8 minuti, finchè sarà liscio ed omogeneo.

  4. Se siete più bravi di me, potete preparare l’impasto direttamente sulla spianatoia, con la classica farina a fontana e inserendo gli ingredienti come sopra.

    Se preferite utilizzare la planetaria, inserite farina, strutto e sale e poi l’acqua a filo. Lavorate l’impasto per pochi minuti con la frusta K o a foglia.

  5. Dividete l’impasto (840 g) in 7 pezzi da 120 grammi (che andrete a pesare). Potete anche variare e farle da 100 g o da 150 g, se le volete delle piadine più piccole o più grandi. Con 120 grammi si riesce ad ottenere una piadina sottile da 25 cm di diametro.

  6. Ricavate quindi 7 palline, arrotolate velocemente sul piano di lavoro. Copritele con un canovaccio pulito e fate riposare per 20 minuti. Anche il riposo non è obbligatorio: serve solo a rendere l’impasto della piadina più malleabile e si riesce a stendere meglio.

Come fare la piadina

  1. Trascorso il tempo, spolverate la spianatoia con della farina e appoggiate la prima porzione di impasto. Iniziate a stendere delicatamente. Il segreto per avere una piadina romagnola perfettamente tonda è questo: l’impasto và sempre steso tenendo il mattarello nella stessa posizione. E’ l’impasto che và ruotato di 90°.

  2. Quindi stendete un pochino, poi ruotate l’impasto e stendete allo stesso modo, continuando a ruotare l’impasto, fino ad avere una piadina piuttosto sottile da 25 cm.

  3. Se la piada si attacca al mattarello, spolverate leggermente la superficie di farina.

Cottura della piadina fatta in casa

  1. Scaldate molto bene il testo per piadina o una teglia tonda di ghisa (io utilizzo la padella delle crepes) a fuoco vivace. Poi abbassate la fiamma, tenendo un fuoco moderato per la cottura.

    La prima piadina si dice “pazzerella” perchè tende sempre a diventare un pochino più croccante.

  2. Cottura Piadina ricetta

    Prelevate la piadina, aiutandovi con il mattarello, è appoggiatela sul testo. Bucherellate la superficie con delicatezza, per evitare che si formino troppe bolle e lasciate cuocere 2 minuti per lato (in totale la cottura della piadina è di 4 minuti).

  3. Ricetta Piadina romagnola pronta

    Ruotate spesso la piadina sopra la padella, per dare una cottura uniforme, e controllate la doratura sollevando un angolo, prima di girarla.

    Mentre cuoce la piadina, stendete subito la successiva.

  4. Le piadine romagnole pronte andrebbero raffreddate in verticale su una rastrelliera oppure appoggiate ad una bottiglia. Io le impilo e le copro con un canovaccio. Proseguite così fino ad esaurimento dell’impasto.

Piadina: come farcirla

  1. Piadina come farcirla

    La piadina và gustata appena fatta, quando è ancora calda. Si può tagliare semplicemente a spicchi e condire con un filo di olio e rosmarino, perfetta per un aperitivo o al posto del pane.

    Si può farcire nel modo che preferite: i gusti delle piadine sono infiniti! Dal classico prosciutto crudo o culatello o coppa, oppure con squacquerone, rucola e crudo, oppure mozzarella, prosciutto cotto e fette di pomodoro. Buonissima anche con philadelphia e salmone affumicato e squacquerone e rucola, magari condita con un filo di olio e un pizzico di sale.

  2. Piadina ricetta piadina fatta in casa

    Adoro anche la piadina vegetariana con scamorza e zucchine grigliate e la versione boscaiola con speck, funghi e provola (e salsa tartara). Potete creare mille composizioni utilizzando salumi, formaggi, verdure e le salsette che preferite!

    Oltre alla piadina salata, non posso non menzionare le piadine dolci e si sa che piada e Nutella è la morte sua! Stragolosa!

    Se volete mangiare una piadina con il formaggio sciolto, cuocete da un lato per 1 minuto, distribuite sopra il formaggio tagliato fine fine, abbassate la fiamma al minimo e coprite con un coperchio, finchè il formaggio non sarà del tutto sciolto. Girate anche dall’altro lato.

    Da provare anche i Rotolini di piadina e la Piadipizza!

Conservazione

  1. La piadina và fatta e consumata subito, visto anche la velocità di preparazione. Potete anche congelarla: in quel caso vanno cotte a metà, prima da un lato, poi dall’altro, per pochissimo tempo e poi congelate, divise da uno strato di carta forno. Quando vorrete usarle non serve scongelarle! Vi basterà mettere la piadina ancora congelata direttamente in padella e in pochi minuti sarà pronta, come appena fatta!

Valori nutrizionali e calorie della piadina

  1. La piadina è perfetta da alternare al solito panino o da gustare per cena. I valori nutrizionali e le calorie di 1 piadina con strutto sono: 345 calorie – 52,1 g carboidrati – 6,4 g proteine – 12 g grassi.

    Le calorie di 1 piadina con olio sono: 337 calorie – 52,1 g carboidrati – 6,4 g proteine – 11,1 g grassi.

    Ovviamente poi dovrete conteggiare anche la farcitura!

Leyla consiglia…

Penso di avervi detto proprio tutto sulla ricetta della piadina e sulla piadina romagnola! Vi assicuro che la ricetta è davvero facile: non fatevi spaventare da tutto quello che ho scritto.

Da non perdere la ricetta dei PASSATELLI , della TORTA ZUPPA INGLESE e delle PESCHE DOLCI della tradizione romagnola.

Da provare anche le FOCACCINE IN PADELLA e PIZZETTE VELOCI E MORBIDE.

***

Ricetta originale sul blog dal 01.11.2014 – ora in versione aggiornata

***

Torna alla HOME PAGE

Per non perdere nessuna ricetta, metti il “mi piace” QUI sulla mia pagina Facebook QUI sul mio profilo Instagram.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Cornetti salati sofficissimi e morbidi Successivo TORTA BABA': ricetta dolce napoletano spettacolare!

11 commenti su “Piadina: la vera piadina romagnola fatta in casa con tutti i consigli

  1. Roberto il said:

    Ciao,
    sono un romagnolo DOC, proprio della zona di Rimini. Ti posso assicurare, come cultore della piadina, e grande mangiatore, che ASSOLUTAMENTE non bisogna mettere latte e bicarbonato. MAI. Dopo come tutte le ricette, possono essere cambiate secondo i gusti.

    • dany il said:

      porca eva sono al ruttino ( fatte e divorate ) e ora leggo che non ci và il latte ! sob , mà come erano buonissime con . vabbè proverò con l’acqua .
      strutto ? certo che si . ottime . il bicarbonato ? boh alcuni lo usano per lavare l’insalata , per i panni , per i denti …….ma se mi voglio pulire internamente , digiuno ! le cose semplici sono le migliori , niente sale del tibet , ne bacche di gogi e neanche semi di coriandolo .

  2. stefy il said:

    Ottima ricetta facile e veloce. Io l ho personalizzata mettendo un po di farina integrale e un cucchiaino di miele. Fragrante e saporitissima. Ricetta salvata

    • Dulcisss in forno il said:

      Eh magari Patrizia ! Si stende cercando di tirarla in modo circolare ! Puoi farla anche un po’ più grande e poi ritagliare aiutandoti con la forma di un piatto. 🙂 Come vedi anche le mie sono venute di forma un po’ fantasiosa ! 😉 Leyla

    • Dulcisss in forno il said:

      Ciao Serafina ! Scusami.. ti leggo adesso ! 😉 Se non indicato.. è sempre farina 00 classica. Scusa il ritardo, Leyla

  3. Emanuela il said:

    Ma brava! 🙂 son di rimini e concordo con te che va messo 1 pizzico di bicarbonato ma mai il lievito (abbiamo inventato il miglior pane azz imo del mondo!). Riguardo alla farina,personalmente uso la 2 (semi integrale); la 00 non la ritengo una farina sana e non la uso neppure per i dolci. Ma questa è un altra storia…

    • Dulcisss in forno il said:

      Ma che piacere Emanuela !! Sulle ricette tradizionali è sempre un po’ difficile fare un articolo ! Grazie per il suggerimento, proverò anche con altri tipi di farina ! Benvenuta, Leyla

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.