Pesche dolci

Pesche dolci, ricetta delle pesche all’alchermes, dei dolci speciali dall’aspetto di finte pesche ripiene di crema al cioccolato. Non vi dico che bontà questi dolcetti, si sciolgono in bocca. Avevo mangiato le pesche dolci qualche anno fa in Romagna ed è da li che ero alla ricerca della ricetta originale.

In sostanza, le pesche all’archermes si formano accoppiando due biscotti, si farciscono di crema pasticcera o crema al cioccolato (o anche Nutella), vengono passate nell’alchermes e nello zucchero, e per il colore e la forma assomigliano proprio a delle pesche morbide, da qui il nome di Pesche all’Alchermes. Si possono fare anche più piccoline e vengono chiamate peschine dolci o peschette all’alchermes. Il sapore ricorda un po’ la zuppa inglese (leggi anche la Torta zuppa inglese).

Questa versione con la pasta frolla, è la ricetta delle pesche dolci romagnole o abruzzesi (ma anche marchigiane), da non confondere con le pesche di Prato o le pesche dolci siciliane o campane che sono preparate invece di pasta brioche, con lievito di birra.

Ve lo dico, sono davvero favolose! Il guscio di pasta frolla imbevuto con alchermes, diventa morbido e in accoppiata con la crema pasticcera al cioccolato, dal gusto del budino, le rende assolutamente straordinarie! Ecco la ricetta delle Pesche dolci all’alchermes.

Pesche dolci, ricetta favolosa: si sciolgono in bocca!

Pesche dolci, ricetta pesche all'alchermes
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    40 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    20 pesche dolci
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Per l’impasto

  • Farina 00 300 g
  • Fecola di patate 40 g
  • Zucchero 130 g
  • Burro 120 g
  • Strutto 15 g
  • Uova medie 2
  • Lievito in polvere per dolci 12 g
  • Sale 1 pizzico
  • Alchermes q.b.
  • Zucchero semolato q.b.
  • Foglioline di menta o di ostia o pasta di zucchero (per decorare) q.b.

Per il ripieno

Preparazione

  1. Impasto delle pesche dolci all’alchermes

    Mettete nella planetaria la farina, la fecola, il burro a pezzetti e lo strutto, lo zucchero, il lievito, le uova e il sale e impastate il tutto con la frusta K o a foglia, fino ad ottenere una frolla morbida.

    L'impasto delle pesche dolci
  2. Create la classica palla, avvolgetela con la pellicola trasparente e riponetela in frigorifero per 30 minuti.

    Se non volete utilizzare lo strutto, sostituite con pari dose di burro. Potete preparare l’impasto anche a mano (vedi il metodo nella ricetta della pasta frolla a mano).

    La frolla delle pesche dolci
  3. La crema al cioccolato

    Nel frattempo preparate la crema al cioccolato. Seguite la ricetta della mia crema pasticcera utilizzando i seguenti ingredienti (mezza dose con solo 2 tuorli):

    250 ml latte intero – 75 g di zucchero – 30 g di farina – 2 tuorli d’uovo – 1 bustina di vanillina e 1 pizzico di sale.

  4. Sciogliete a bagnomaria o nel microonde il cioccolato fondente a pezzi, il cioccolato al latte e il burro.

  5. Lasciate la crema pasticcera piuttosto morbida e togliete dal fuoco. Unite i cioccolati fusi e amalgamate con una spatola. Versate la crema al cioccolato in una scodella e coprite con la pellicola trasparente a contatto e lasciate raffreddare completamente.

    Il ripieno delle pesche all'alchermes
  6. Come si fanno le pesche dolci

    Ci sono due modi per preparare le pesche all’alchermes: utilizzando i gusci delle noci che servono in cottura per creare un incavo nel guscio di pasta frolla, comodo da riempire e come si faceva una volta, oppure creando semplicemente delle palline. Ve li mostro entrambi!

  7. Accendete il forno statico a 180°C

    Con il metodo delle noci avrete bisogno di ca. 20 gusci di noce (40 metà), lavati e perfettamente asciugati. Spennellate la superficie esterna con dell’olio di semi di arachide.

  8. Prelevate una quantità di impasto (25 g), formate una pallina e schiacciate sopra il guscio di noce, senza premere troppo. Appoggiatele man mano sulla carta da forno, abbastanza distanziate, con il guscio verso il basso.

    Come si fanno le pesche dolci
  9. Con l’altro metodo, vi basterà creare delle palline grandi come noci (25 g) e appoggiatele sulla leccarda, rivestita di carta da forno.

    Infornate nel forno statico preriscaldato a 180°C per 18-20 minuti. Dovranno rimanere chiare con la base appena dorata. Le pesche dolci sono molto morbide appena fatte, attendete 15 minuti che si raffreddino, prima di proseguire.

    Cottura delle pesche al'alchermes
  10. Estraete i gusci di noce delicatamente, sollevando da una parte.

    Riempite di crema al cioccolato i gusci, utilizzando una sac à poche o un cucchiaio e unitele due a due creando delle finte pesche dolci.

    Pesche dolci: il ripieno
  11. Per le palline invece, dovrete creare un incavo con uno scavino o con un coltellino, senza andare troppo in profondità.

    Pesche dolci: il ripieno
  12. Ora tuffate velocemente ogni pesca nell’alchermes e appoggiatela su un foglio di carta assorbente, in modo che l’eccesso di bagna venga assorbito. Poi rotolatele nello zucchero semolato per dare proprio l’effetto della buccia di pesca. Proseguite allo stesso modo con le altre pesche e inseritele man mano nei pirottini di carta per muffin o sul vassoio da portata.

    Pesche dolci pronte, ricetta pesche all'alchermes
  13. Per le peschine dolci, dovrete creare delle palline un po’ più piccole e lasciarle in forno 5 minuti in meno.

  14. Mettete le vostre pesche dolci in frigorifero per 1 oretta, in modo da gustarle fredde, con l’esterno leggermente croccante e un ripieno di crema morbido. Decorate con delle foglioline di menta oppure di ostia o marzapane o pasta di zucchero per dare proprio l’impressione di vere pesche.

  15. Se avete paura che la bagna all’alchermes con il liquore puro sia troppo forte, non vi preoccupate. Vi assicuro che l’alcool si sente, ma non prevale e non risulta troppo alcolico.

    Pesche dolci all'alchermes
  16. Pesche dolci: conservazione

    Le pesche all’alchermes si conservano in frigorifero per 2-3 giorni. Si possono anche congelare, all’interno di un contenitore ermetico. Potete anche congelare i gusci vuoti di biscotto o metterli all’interno di una scatola di latta, per riempirli in un momento successivo.

Leyla consiglia…

Un’altra variante delle pesche dolci ripiene di crema è di utilizzare due creme diverse. Potrete quindi riempire da una parte con la crema pasticcera classica e dall’altra con la crema al cioccolato, in questo modo ogni pesca sarà bigusto. Potete utilizzare anche la Nutella, per una farcitura veloce.

Da provare anche:

Fonte: Una Romagnola in cucina

Torna alla HOME PAGE
Per non perdere nessuna ricetta, metti il “mi piace” QUI sulla mia pagina Facebook QUI sul mio profilo Instagram.

Precedente Gelato al mango Successivo Dolce Tiramisu: ricette e varianti deliziose

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.