Crea sito

Latte condensato fatto in casa

Latte condensato fatto in casa

La ricetta del latte condensato fatto in casa è da tempo che voleva provarla, l’ho letta su internet e mi ha incuriosito. E’ una preparazione facile e veloce che trova impiego in molte preparazione. Il latte condensato è un ingrediente necessario per molte creme, torte cotte o fredde, gelati, guarnizioni per dolci, dessert ma anche al posto del latte come aggiunta a tè e caffè o così senza niente.

La sua storia e le sue origini sono curiose, nasce nell’Ottocento e ha sfamato milioni di bambini oltre ad essere un prezioso alimento per gli eserciti dell’epoca che non riuscivano a conservare il latte normale perché diventava acido. E senza il latte condensato non sarebbe nato nel 1875 il cioccolato al latte.

Oggi si trova in vendita al supermercato già pronto in comodi tubetti, ma volendo si può farlo in casa e vi assicuro che la procedura è di una semplicità (e velocità) disarmante.

Latte condensato fatto in casa
  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: 12-15 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: circa 300 grammi
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • Latte intero 250 g
  • Zucchero a velo 200 g
  • Burro 35 g
  • Amido di mais (maizena) 1 cucchiaino

Preparazione

  1. In una ciotola sciogliete 1 cucchiaino di amido di mais nel latte, mescolando bene. Mettete il latte, lo zucchero a velo e il burro in un pentolino, mescolate e portate ad ebollizione.

     

  2. Fate cuocere per 12 minuti (massimo 15 minuti) mescolando continuamente fino a che non inizierà ad addensare. Dovrà risultare una crema densa e omogenea, senza grumi. Il colore dovrà essere leggermente giallino. Raffreddando diventerà ancora più denso.

  3. Versate il latte condensato in un vasetto di vetro ermetico e lasciare raffreddare per poi conservare in frigorifero e consumare entro 2 settimane.

  4. LATTE CONDENSATO NEI BARATTOLI SOTTOVUOTO

    Il latte condensato può anche essere conservato sottovuoto. La procedura è simile a quella per la confettura. Vi invito a leggere questo mio articolo che parla di sanificazione dei barattoli e dei tappi. Lo trovate cliccando QUI

  5. Dopo la sanificazione, mettete il latte condensato ancora caldo nei barattoli, chiudete il coperchio, capovolgeteli e lasciateli raffreddare completamente.

    Dovrebbe essersi creato il sottovuoto nei barattoli, se non si è creato ripetete da capo con la sanificazione dei barattoli. Io, essendo un po’ paranoico, oltre alla sanificazione dei vasetti prima di riempirli, eseguo un’ulteriore sanificazione a barattoli pieni e chiusi, seguendo essenzialmente la stessa procedura di prima. 

  6. NOTE

    Potete anche usare latte parzialmente scremato e aromatizzare con una bustina di vanillina. Suggerisco di utilizzare lo zucchero a velo perché contiene amido di mais (che è quello che fa addensare), se decidete di utilizzare lo zucchero semolato aumentate la quantità di amido di mais.

    Il latte condensato senza sottovuoto si conserva in frigorifero dentro un contenitore ermetico per massimo 2 settimane. Il latte condensato fatto in casa sottovuoto si conserva in luogo fresco e asciutto per circa 1 anno.

Seguimi sui social!

Ti è piaciuta questa ricetta? Se ti va seguimi sulle mie pagine Facebook e Instagram. Ti aspetto! Daniele 🙂

Torna alla home

Pubblicato da daniele, DaniCucina

DANICUCINA. Ricette semplici, gustose e leggere!

Una risposta a “Latte condensato fatto in casa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.