POLPETTE DI TACCHINO E RADICCHIO DI TREVISO

Polpette di tacchino e radicchio di Treviso, sono molto facili da preparare, io le ho fatte fritte, croccanti fuori e morbide dentro. Se non siete amanti del fritto le polpette con radicchio e carne le potete preparare in friggitrice ad aria, oppure anche in forno, preparando lo stesso impasto e e facendole cuocere in una pirofila leggermente unta d’olio per circa 30 minuti a 180°, oppure vengono buone anche in padella. Le polpette di carne e radicchio ne l’impasto, le potete servire sia calde appena cotte che come finger food o antipasto a temperatura ambiente. Mi raccomando usate del radicchio tardivo perché a differenza del radicchio precoce è meno amaro. Vi consiglio di guardare tante altre ricette di polpette troverete sicuramente qualche altra ricetta da provare, ed ovviamente tutte le altre ricette con il radicchio. Ora andiamo a vedere come fare le polpette di tacchino e radicchio di Treviso e se le provate fatemi sapere. Barbara

Vi consiglio di provare anche:

  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno, Inverno

Ingredienti

300 g macinato di tacchino (o altra carne)
1 cespo radicchio tardivo di Treviso
50 Cipolla
q.b. olio extra vergine d’oliva
q.b. Pane grattugiato
q.b. Sale
1 Uova
q.b. Farina
q.b. Pepe
q.b. olio di arachide (per friggere)

Come preparare le polpette di tacchino e radicchio di Treviso

Procediamo alla preparazione delle Polpette di tacchino e radicchio di Treviso Lavare accuratamente il gambo di radicchio, eliminare il torso finale e le eventuali fogli esterne che non dovessero essere belle, tagliarlo a piccoli pezzi di circa 1 cm. Pulire la cipolla e tagliarla finemente a cubetti.

Versare 4 cucchiaia d’olio extra vergine d’oliva in una padella, aggiungere la cipolla tritata e il radicchio tagliato, salare e cuocere 5 minuti. In una terrina, mettere il macinato di tacchino, e sgranarlo bene con una forchetta, aggiungere 2 prese di sale, spolverare di pepe, aggiungere 1 uovo, unire il radicchio con la cipolla e mescolare con cura in modo che tutti gli ingredienti si amalgamino bene. Per rendere compatto il composto unire 4 cucchiai di pane grattugiato e 2 di farina, mescolare con cura e formare con le mani le polpette, non dovranno essere troppo grandi, ma circa la dimensione di un mandarino.

Quando avrete formato tutte le polpette, passate nella farina. Riscaldate in una pentola dell’olio d’arachide che sarà della giusta temperatura quando infilando il manico di un mestolo di legno formerà tutto attorno delle bollicine. Se avete la friggitrice potete cuocerle anche li alla temperatura di 170°.

Cottura delle polpette di tacchino in forno

Se non amate le cotture fritte potete anche cuocerle in forno a 180° mettendole in una pirofila leggermente unta d’olio. Quando tirate fuori  dall’olio le Polpette di tacchino e radicchio di Treviso, lasciatele riposare un paio di minuti su un piatto con della carta assorbente in modo che assorbi l’olio in eccesso.

Cottura delle polpette di tacchino in friggitrice ad aria

Sistemate le polpette sul cestello della friggitrice spruzzate qualche puff d’olio con il nebulizzatore. Fate cuocere le polpette di tacchino in friggitrice ad aria a 200C° per 15/20 minuti a metà cottura, estraete il cestello e scuotetelo in modo che le polpette si girano e la cottura sia uniforme. Il tempo di cottura può variare a seconda del tipo di friggitrice ad aria che usate.

Come si conservano

Si conservano in frigorifero per 2/3 giorni poi basterà riscaldarle per qualche minuto

SEGUITEMI sulla mia pagina Facebook o sul mio account Instagram e Youtube vi potete anche iscrivere al canale Telegram per ricevere GRATIS la ricetta del giorno.

Se vuoi puoi ritornare alla Home e trovare nuove idee per i tuoi piatti.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.