Crea sito

Gelato furbo alla fragola

Il Gelato furbo alla fragola, lo provai tempo fa appena avevo iniziato ad eliminare tutti i derivati del latte, e parlando con un’amica che era vegana mi disse che lei prepara il gelato con il frullatore e senza aggiungere zuccheri. Mi feci spiegare quale fosse il segreto e così appena sono arrivata a cassa mi sono subito messa a preparalo. Si può farlo anche con altri tipi di frutta e non solo con le fragole e viene buonissimo, tanto che per tutta quell’estate non facevo altro che prepararne. Questo tipo di gelato può considerasi un gelato raw alla fragola, cosa significa vi chiederete !!! Significa un gelato crudo, adatto a chi appunto segue una dieta raw o vegana.

Per qualsiasi informazione non esitare a contattarmi nella mia pagina facebook per rimanere sempre aggiornata sulle mie novità mi trovi anche su Instagram Twitter  Pinterest e Youtube ti puoi anche iscrivere al canale Telegram

Gelato furbo alla fragola
  • Difficoltà:Molto Bassa
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 300 g Fragole
  • 1 Banana matura

Preparazione

  1. Procediamo alla preparazione del Gelato furbo alla fragola, Sbucciare la banana e tagliarla prima a rondelle e poi ogni rondella in 4 parti. Pulire le fragole eliminando le foglie e lavandole sotto l’acqua corrente, tamponatele con della carta casa e poi tagliatele a piccoli pezzi. Mettete la banana a pezzi e le fragole a pezzi dentro ad un contenitore e riponetelo in congelatore per almeno 5 o 6 ore

  2. Quando la frutta sarà ben gelata, versate tutto in un frullatore, azionate e fate frullare fino ad ottenere un composto cremoso, il tempo dipende dalla potenza del vostro frullatore. Quando sarà cremoso, versate il Gelato furbo alla fragola nelle coppette e servite guarnendo con delle foglioline di menta o dei pezzi di fragola a seconda dei vostri gusti.

Note

Se vuoi puoi ritornare alla Home e trovare nuove idee per i tuoi piatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.