Crea sito

frittelle veneziane alle mele ( fritoe)

Uno dei carnevali più famosi al mondo è il carnevale Veneziano che io ho la fortuna di vivere, e in questa occasione accanto agli immancabili Crostoi ( i galani, o chiacchere) ci sono le frittelle veneziane alle mele ( fritoe) che vengono servite nei vari ” bacari” nelle calli veneziane , ma anche nella terraferma. A differnza delle classiche frittelle che si preparano con una sorta di pasta choux, le frittelle venziane si preparano con lievito di birra o con pasta madre come ho fatto io. Certo c’è il tempo di lievitazione che allunga un po’ i tempi nella preparazione di questi bocconi divini, ma ne vale assolutamente la pena. Se non avete pasta madre potete fare un panetto con 8 gr di lievito di birra sciolti in 25 ml di acqua. Impastiamoci 50 gr di farina e poco zucchero e formiamo un panetto che facciamo lievitare fino al raddoppio del volume. Una volta lievitato usiamolo al posto della pasta madre nella preparazione delle frittelle veneziane alle mele ( fritoe).

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo6 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 75 gpasta madre
  • 220 gFarina 0
  • 1uovo medio
  • 200 mlLatte
  • 1mela
  • 20 gGrappa
  • 30 gUvetta
  • 20 gPinoli
  • 1Scorza d’arancia
  • 40 gZucchero
  • 30 mlrum
  • 1 pizzicoSale
  • 1 lolio per friggere

Preparazione

  1. Sciogliamo la pasta madre ( nell’intro racconto come fare con lievito di birra) nel latte tiepido aggiungendo 30 gr di farina. Mescoliamo bene e lasciamo riposare un’oretta fino a quando la pastella non farà le bolle di lievitazione.

  2. Mettiamo nel frattempo a mollo l’uvetta nel rum. Aggiungiamo alla pastella la restante farina setacciata, lo zucchero, un uovo, la grappa, la mela tagliata a dadini dopo essere stata privata di buccia e torsolo, i pinoli, la buccia d’arancia grattugiata e l’uvetta strizzata ( uvetta e pinoli possono essere omessi).

  3. Facciamo lievitare l’impasto fino a quando non sarà ben gonfio. Scaldiamo l’olio per friggere e buttiamo cucchiate di impasto nell’olio ben caldo, poche per volta per non abbassare la temperatura dell’olio, friggendole fino a quando non saranno ben dorate. Scoliamole su carta assorbente e facciamole rotolare nello zucchero semolato.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.