Crea sito

ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE

Le Zeppole di San Giuseppe sono il dolce simbolo della Festa di San Giuseppe, ovvero la Festa del Papà. Si tratta di morbida pasta choux, secondo la ricetta originale, rigorosamente fritte e poi farcite con crema pasticcera e amarene sciroppate. Si possono fare anche nella versione forno e con tantissime altre varianti di creme. Un dolce buonissimo, tipico della tradizione campana, che il 19 marzo, spopola nelle pasticcerie di tutta Napoli ma che si prepara un’pò in tutta Italia, dove ogni regione ha la sua versione! Seguite questa Ricetta Zeppole corredata da consigli e trucchi passo passo e credetemi se vi dico, realizzerete in casa con le vostre mani, le Zeppole di San Giuseppe, proprio come quelle di pasticceria!

Sponsorizzato da CECOTEC MAMBO 10070

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti :

  • 700 gacqua
  • 1 cucchiainozucchero
  • 1 pizzicosale
  • 300 gburro
  • 500 mlfarina 00
  • 1vaniglia (fiala di essenza o vanillina)
  • 10uova (10/12 (Il numero delle uova dipende dal loro peso e da quante ne riceve l’impasto))
  • PASTA CHOUX (QUI TROVI TUTTI I DETTAGLI COME PREPARARLA)

ingreidienti per le creme:

  • 500 gpanna fresca da montare
  • 500 glatte intero
  • 1vaniglia (fiala di essenza o vanillina o bacello di vaniglia)
  • 75 gzucchero
  • 75 gzucchero

Ingredienti per creare le altre creme:

  • 100 gNutella®
  • 100 gcrema di pistacchi
  • 100 gpanna fresca da montare

Preparazione:

  1. Iniziate a preparare la PASTA CHOUX seguendo le indicazioni da QUI.

    A questo punto è il momento di friggere.

    Devono cuocere 3 zeppola alla volta, questo vi garantirà di stare bene attenti e avere una frittura perfetta.

  2. Riempite con abbondante olio un pentolino, dove però possiate girare agevolmente la zeppola che  si raddoppierà in cottura.

    Ponete su fuoco moderato a scaldare, dopo 3- 4 minuti abbassate un’pò la fiamma.

    L’olio non deve essere bollente come per i normali fritti che di solito si aggira intorno ai 180°  altrimenti le zeppole si bruceranno subito senza gonfiarsi e senza cuocersi.

  3. Deve raggiungere una temperatura di 165° -170°  circa se non avete il termometro potete fare una prova con un pezzetto di impasto crudo.

    Quando l’olio è pronto fa salire a galla l’impasto piano piano .

  4. Immergete la zeppola e vedrete che risalirà a galla con poche bollicine, ma nel giro di poco prenderà colore e si gonfierà:

    girate la zeppola con l’aiuto di una forchetta, lasciate cuocere circa 4/5 minuti per ogni parte circa.

    Nel frattempo monitorate l’olio: la temperatura non deve abbassarsi troppo, dunque, aumentate o diminuite a seconda dalla situazione.

  5. La zeppola è pronta quando si è raddoppiata di volume ed è ben dorata e gonfia…miraccomando giratele spesso affinchè lievitano bene.

    Scolate con un mestolo forato su una carta assorbente. Senza schiacciare, lasciate colare l’olio in eccesso da tutti i lati girandola.

  6. Dopo qualche minuto trasferite la zeppola su un nuovo foglio di carta assorbente, ma prima passatele in dello zucchero semolato,quando sono ancora calde.

  7. Procedete in questo modo fino ad esaurimento ingredienti,avendo cura di cambiare l’olio di tanto in tanto, altrimenti le ultime zeppole assumeranno un colore scure e un’odore di fritto poco gradevole

  8. Lasciate asciugare le Zeppole di San Giuseppe sulla carta assorbente, in un luogo fresco e areato e farcitele solo quando si sono completamente raffreddate.

come farcire le zeppole:

  1. Una volta fritte, decoratele: ponete la crema pasticcera o diplomatica nella sac-à-poche con il beccuccio a stella e spremetela al centro delle zeppole, con un movimento circolare. Guarnite con un’amarena sciroppata ponendola sul decoro a base di crema pasticcera. Se invece non volete L’amarena potete optare ad altri gusti di creme, tipo al cioccolato, pistacchio crema diplomatica ecc… e quindi in tal caso con l’aiuto di un’altra sac-à-poche fate dei ciuffetti con la crema al cioccolato e guarnite con delle nocciole sminuzzate.

    Prima di servirle spolverizzate con lo zucchero a velo. (io no l’ho messo, i miei la preferiscono senza)

CONSIGLI:

Le Zeppole di San Giuseppe vanno conservate in frigo e mangiate nel giro di 2 giorni, con il passare del tempo perdono fragranza e profumo, un’pò come tutta la frittura.

Se la ricetta vi è piaciuta, potrebbero interessarvi anche: biscotti-alle-noci oppure panini-alla-nutella-morbidissimi-e-super-golosi o liquore-allalloro-fatto-in-casa o crostata nutella biscuit  

CROSTATA MORBIDA TORTA AL CIOCCOLATO CON GRANELLA DI NOCCIOLE e ganache al cioccolato bianco

CASTAGNOLE ALLA NUTELLA dolci di carnevale

WAFFLE RICETTA AMERICANA

FRITTELLE DI MELE E MASCARPONE dolci di carnevale

IL MIGLIACCIO dolce di carnevale

 SEGUIMI SULLA MIA PAGINA FACEBOOK QUI SEGUIMI SUL MIO ACCOUNT INSTAGRAM QUI SEGUIMI ANCHE SU PINTAREST QUI SEGUIMI ANCHE SU YOUTUBE QUI

4,4 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Le ricette di angelasurano80

Torte, pasticcini, biscotti, creme, piatti di pasta tradizionali e moderni.Se avete voglia di qualcosa di dolce, una mamma con forno sempre acceso vi suggerirà cosa cucinare. Qui i piatti vengono raccontati e fotografati con calore ed energia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.