Schiacciata toscana salata con pasta madre

Schiacciata toscana salata con pasta madre

C’è una grande e sostanziale differenza tra la schiacciata toscana salata e la focaccia genovese, essa consta nel fatto che mentre nella focaccia genovese abbiamo una notevole quantità di olio extra vergine di oliva nell’impasto, nella schiacciata toscana non vi è presente.

Ma non è tutto qui, la focaccia genovese viene bagnata con un’emulsione di acqua, olio evo e sale e vengono fatti i classici “buchi” con le punte delle dita, la schiacciata invece viene solamente spennellata con l’olio evo e salata prima della cottura (io spennello di olio anche dopo la cottura).

Io, come sempre ho usato della pasta madre (ricetta) ma se volete, potrete realizzare la schiacciata anche con il lievito di birra, mettendone 2 gr.

Schiacciata toscana salata con pasta madre

Schiacciata toscana salata con pasta madre Schiacciata toscana salata con pasta madre

Schiacciata toscana salata con pasta madre

SONO ANCHE SU FACEBOOK : UNA PASTICCERA MATTA

INGREDIENTI:

550 gr di farina 0

100 gr di lievito madre (rinfrescato)

385 gr di acqua

8 gr di sale

olio evo q.b. per spennellare

ESECUZIONE :

1) Impastare la pasta madre con la farina e l’acqua, lavorare per almeno 10 minuti, fino a quando l’impasto non diventerà bello elastico; far riposare l’impastatrice (o riposatevi voi ! ) per circa 10 minuti.

2) Riprendere la pasta e lavorare ancora molto bene per altri 5-10 minuti.

3) Aggiungere infine il sale e amalgamare.

4) Fare una piega a tre, coprite con un telo di plastica e fate riposare per 30 minuti; fate altre 2 pieghe e far lievitare fino al raddoppio dentro a uno stampo da plumcake unto di olio evo coperto con pellicola (ci vorranno diverse ore, dipende dalla temperatura che avete in casa, se avete 22° e un lievito bello in forze indicativamente serviranno dalle 4 alle 5 ore, se la temperatura è sui 18° i tempi si allungano, mentre se usate il lievito di birra, si dimezzano.

5) Ribaltare ora la pasta sulla leccarda del forno unta bene di olio evo, allargare delicatamente l’impasto, lasciando i bordi un po’ più in rilievo e far rilievitare fin quando la schiacciata non farà le “bolle” e sarà raddoppiato ancora.

6) Spennellare con abbondante olio evo e cospargere di sale.

7) Infornare a 220° per circa 7-8 minuti, abbassare poi a 180° per altri 15-20 minuti circa e aprire il forno a spiffero in modo da far asciugare bene gli ultimi 5-10 minuti.

Far raffreddare prima di tagliare.

Lascia un commento