Strangozzi al tartufo ricetta tipica dell’Umbria

Ho preparato degli strangozzi al tartufo ricetta tipica dell’Umbria perché mia cognata mi ha regalato due tartufi neri pregiati di Norcia piuttosto grandicelli, freschissimi, appena raccolti.  Il tartufo pregiato di Norcia è un tartufo invernale che si raccoglie da novembre a marzo ed è uno dei tartufi più pregiati.  Il Tartufo Nero di Norcia cresce in zone collinari e montane, in boschi di noccioli, rovere, leccio e ulivi e su suolo illuminato, ben drenato (senza ristagni d’acqua), calcareo e talvolta breccioso. Il suo profumo è intenso e aromatico e il suo colore è molto scuro, non eccessivamente rugoso all’esterno e scuro e leggermente venato all’interno. Il tartufo nero pregiato di Norcia, apprezzato da tutti gli intenditori viene anche chiamato tartufo nero dolce e può essere usato sia crudo ma anche cotto senza che perda il suo straordinario aroma.

Strangozzi al tartufo ricetta tipica dell'Umbria

Gli strangozzi sono una pasta tipica dell’umbria, simili agli spaghetti alla chitarra ma di sezione rettangolare e fatti con un impasto di acqua e farina di semola di grano duro senza uovo, nati cioè come un piatto povero. Gli strangozzi sono conosciuti anche con il nome di umbricelli.

Ingredienti per preparare gli strangozzi al tartufo per 4 persone:

  • 350 grammi di strangozzi secchi
  • 80 grammi di tartufo
  • 60 grammi di olio extravergine di oliva
  • uno spicchio d’aglio
  • sale

Preparazione degli strangozzi al tartufo ricetta tipica dell’Umbria:

  • munirsi di una spazzolina, lavare il tartufo in acqua corrente e spazzolarlo in modo che perda tutta la terra;
  • asciugarlo, lasciarne un pezzetto da affettare direttamente sui piatti; grattugiare il rimanente con una grattugia a fori larghi in modo da avere delle lamelle di tartufo grandi;
  • mettere in un pentolino l’olio con l’aglio spellato e bucherellato con i rebbi di una forchetta; farlo appena soffriggere a fuoco dolcissimo;
  • appena l’olio si è insaporito spegnere il fuoco attendere un minuto e aggiungere il tartufo e un filo di sale;
  • cuocere gli strangozzi in abbondante acqua salata secondo il tempo indicato sulla confezione; scolarli e condirli con la salsa di tartufo preparata;
  • aggiungere infine lamelle di tartufo crudo.

Strangozzi al tartufo ricetta tipica dell'Umbria

  • Buon appetito!!!!!

Ti  piace la mia ricetta? Metti Mi piace sulla mia pagina di  FACEBOOK  per non perdere le mie nuove ricette!

Precedente Margherite da farcire ricetta dolce Successivo Lenticchie con cotechino artigianale in cocotte

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.