Frittata di cipolle

Frittata di cipolle di Tropea ovviamente, non conosco altre cipolle più buone e dolci, probabilmente ce ne saranno anche di più buone. La cipolla di Tropea si coltiva da Vibo Valentia a Cosenza. Io le ho comprate ad Amantea ma tutto il tratto che va da Nicotera fino a tutta la fascia tirrenica compreso Capo Vaticano si trovano, ovviamente con riconoscimento I.G.P. La cipolla di Tropea è coltivata da oltre duemila anni ed in queste zone la dolcezza è tutta dovuta al clima particolarmente mite dell’inverno. L’influenza del mare dona alla cipolla tutte le pregiate caratteristiche che poi riscopriamo a tavola. Ogni cento grammi di cipolla fresca contiene 20 calorie e il gusto così dolce è dovuto alla presenza di zuccheri come il glucosio, fruttosio e saccarosio. Le cipolle di tropea contengono vitamina C, E, ferro,selenio, iodio, magnesio e zinco. Mangiarle crude sono una specialità ma vi assicuro che anche le cotte a frittata, le cipolle sono una vera specialità. Seguitemi sul vostro social preferito, sono su Facebook, Instagram e Pinterest.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni3
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaRegionale Italiana
  • StagionalitàEstate

Ingredienti

Frittata di cipolle

Passaggi

Con la mandolina, dopo aver tolto il primo strato, affettate le cipolle. In una padella antiaderente mettete l’olio e le cipolle, fatele appassire dolcemente a fuoco lento senza bruciarle. In un piatto fondo battete le uova, aggiungete il sale ed il basilico spezzettato. Quando le cipolle saranno tutte morbide e avranno cambiato di colore, versateci sopra le uova, copritele e fatele cuocere cinque minuti.

Rigirate la frittata e lasciate cuocere altri cinque minuti anche dall’altra parte

5,0 / 5
Grazie per aver votato!