Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia

Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia

Il delirio all’hotel sembra oramai non avere fine.
Oltre all’invasione del parendato ci s’è messa anche la caldaia bruciata.
E’ tipo una settimana che siamo senza acqua calda, per la gioia nostra e dei clienti, che tanto in questo periodo latitano.
Quindi anche lavare i piatti, e le ciotole post-dolce si trasforma in una tortura inenarrabile.
Perchè la nostra acqua non ha mezzi termini. O scende a bollore, o congelata.
Non sapete le maledizioni in aramaico antico che ci lanciamo quando qualcuno usa l’ acqua bollente e poi dimentica di fare scorrere l’acqua fredda per rimportarla a temperatura “umana”, quello che arriva dopo e apre il rubinetto si becca un’ustione di 3° grado assicurata. matematico.
Lo stesso per l’acqua fredda.
Frigorifero?
Ma a che serve l’acqua in frigo d’estate quando hai un collegamento diretto con i ghiacciai perenni dell’antartide?
Un giorno o l’altro non mi meraviglierei se uscisse pure un pinguino dallo scarico.
Quindi tra caos e acqua fredda mi sono trovata una ricettina proprio easy da fare, che impiegassi poco tempo e sporcassi davvero il minimo!
Ed è così, che sfogliando il libro di Pam Corbin, che si intola Dolci, ho trovato i Cornish Fairings, dei biscottini semplici semplici che si potevano fare a mano o con il mixer.
Ho optato per il mixer, tanto o ciotola o mixer qualcosa dovevo pur sporcare, così mi sono lasciata prendere dalla pigrizia 😛
I cornish fairings, come racconta Pam : “…Tipici della Cornovaglia, questi biscotti sono speziati e croccanti, di colore scuro e con profonde crepe in superficie. Il nome deriva dalle antiche fiere di paese che animavano la regione, occasioni di festa e di commercio durante le quali queste delizie erano vendute ai visitatori come souvenir da portar a casa”.
inutile dire che quando ho letto “Cornovaglia” “antiche fiere”  e “profonde crepe” mi sono subito esaltata e li ho voluti provare!!!!

Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia

ho fatto solo un paio di cambiamenti. la ricetta originale prevedeva anche il bicarbonato (1/2 cucchiaino) come agente lievitante ma viste le mie disavventure con esso (soda bread 1 e soda bread 2) non mi sono azzardata assolutamente a metterlo, e ho lasciato solo il lievito. se volete potete provare ad aggiungerlo, a vostro rischio e pericolo, perchè potrebbe dare un sapore salato ai biscotti!
altro cambiamento che ho fatto è sulle spezie. diceva 1 cucchiaino di zenzero e fin lì ok, poi un cucchiaino di spezie miste, che non avevo, e che non credo si trovino facilmente in italia.
all’estero hanno questi preparati di spezie miste per dolci (cannella, chiodi di garofano, noce moscata), così ho aggiunto mezzo cucchiaino di cannella e una spolverata di noce moscata. i chiodi di garofano proprio non li avevo, e neppure li amo troppo.
terzo e ultimo cambiamento, i due cucchiai di miele.
la ricetta originale diceva “sciroppo di zucchero”, cosa intendesse realmente non so. sciroppo di glucosio? melassa? un problema di traduzione forse?
boh…comunque al tempo dei biscottini immagino non avessero lo sciroppo di glucosio, e ho pensato che il miele fosse un buon sostituto, fedele alla tradizione, visto che le api il miele lo fanno da sempre, e l’uomo da sempre glielo “scrocca”.
questi biscotti hanno un aspetto delizioso. e un sapore speziatissimo. sono davvero buoni.
nel libro consigliava di schiacciarli un po’, ma non spiegava quanto violentemente e così li ho schiacciali solo poco poco, non volevo esagerare, pensando che poi si sarebbero espansi e abbassati ancora in cottura a causa dello scioglimento del burro, invece, magia delle magie, rimangono molto compatti e mantengono la forma che gli date.
così a metà cottura li ho schiacciati dell’altro e wow, ho ottenuto delle crepe fantastiche sui bordi, perchè un po’ di crosticina si era già creata e sono andata a frantumarla con la pressione che ho esercitato. l’effetto ottenuto è bellissimo!
non era proprio questo il procedimento, ma sono risultati davvero carini alla vista una volta sfornati, quindi ve lo consiglio davvero!
la ricetta è nata proprio per 6 biscotti (forse un po’ pochini?), visto che vengono abbastanza grossi, dimensione cookie standard, diciamo. se volete potete raddoppiarla per ottenerne 12.

Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia

Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia

Ingredienti per 6 Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia

  • 125 gr di farina
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1/2 di cucchiaino di cannella
  • 1/4 di cucchiaino di noce moscata in polvere
  • 50 gr di zucchero semolato
  • 50 gr di burro
  • 2 cucchiai di miele

Procedimento:

Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia
Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia

In un mixer mettere tutti gli ingredienti, senza un ordine particolare (foto 1)
Fare andare il mixer fino a che gli ingredienti non si sono amalgamati bene.
L’impasto rimarrà un po’ sabbioso e granuloso anche dopo 2-3 minuti che lo mixerete (foto 2)
Prendere una placca rivestita con carta da forno, fare 6 palline con le mani, della dimensione di una noce, e disponete sulla placca, belle distanziate (foto 3)
Schiacciatele leggermente con il palmo, poi mettere in forno preriscaldato a 180 gradi.
Dopo circa 10 minuti controllate, e schiacciate con un tarocco o una spatola piatta i biscotti, che raggiungano l’altezza di circa mezzo cm. Così facendo si creeranno delle bellissime crepette lungo tutti i bordi.
Cuocere per altri 5/7 minuti, fino a che i biscotti non assumono un bel colorito nocciola dovuto alle spezie. Mi raccomando, girate la teglia di 180 gradi all’interno del forno, in modo da avere una cottura uniforme dei biscotti.
Sfornare e mettere a freddare su una griglia. (foto 4)

cliccate qua se volete leggere TRUCCHI E SUGGERIMENTI PER DOLCI PERFETTI

4 Comment

  1. zia consu says:

    Rientro dopo 10 giorni di assenza e cosa mi combini??? Te ne sono successe di tutti i colori..mi spiace 🙁 spero che presto si risolva tutto..intanto vedo che una dolce consolazione ai guai te la 6 già preparata ^_^ Hai fatto proprio bene, questi biscottini hanno un’aria davvero golosa 😀
    A presto cara <3
    ps: ho visto anche il tuo nuovo contest..cercherò di non mancare ^_^

    1. undolcealgiorno says:

      sono già passati 10 giorni? incredibile!! =_=
      ti attendo molto volentieri per il contest 😛

  2. ma non e’ meglio che ti faccia benedire un po’????Ultimamente te ne succedono di tutti i colori, pero’ questi biscotti sono incredibilmente golosi, bravissima!!!!Baci Sabry

    1. undolcealgiorno says:

      già davvero, sfighe una dietro l’altra!
      mi sa che faccio un saltino a Lourdes 😛

I commenti sono stati chiusi.