• biscotti e barrette
  • Cookies al muesli e cocco

    Cookies al muesli e cocco

    “…Era una notte buia e tempestosa….grigi nembi carichi di pioggia e oscuri presagi si addensavano all’orizzonte.
    Lampi di luce rompevano a tratti l’oscurità soffocante, e cupi tuoni risuonavano in lontanza, simili a echi provenienti da mondi remoti e terrificanti…”

    no non è l’inizio di un film o un libro horror, come si potrebbe pensare…
    è cio che accadeva intorno a me mentre mi apprestavo a fotografare i cookies al muesli e cocco, qualche mattinata fa.
    in realtà non era neppure notte, anche se a guardar il cielo e l’oscurità si poteva tranquillamente dire il contrario.
    un mattina più incavolata non la potevo trovare.
    tra l’altro avevano pure chiuso le scuole, allarme rosso così dicevano. o allerta rossa. qualcosa del genere.
    di fatto, per fortuna, apparte piovere, l’oscurità notturna, e qualche tuono, non è successo niente di particolarmente drammatico.
    niente di drammatico? ma che dico… mi sono venute delle foto orribili per i miei cookies al muesli e cocco!
    erano venuti così cariiiiniiiii.

  • biscotti e barrette
  • Cornish fairings – biscotti speziati della Cornovaglia

    Cornish fairings - biscotti speziati della Cornovaglia

    Il delirio all’hotel sembra oramai non avere fine.
    Oltre all’invasione del parendato ci s’è messa anche la caldaia bruciata.
    E’ tipo una settimana che siamo senza acqua calda, per la gioia nostra e dei clienti, che tanto in questo periodo latitano.
    Quindi anche lavare i piatti, e le ciotole post-dolce si trasforma in una tortura inenarrabile.
    Perchè la nostra acqua non ha mezzi termini. O scende a bollore, o congelata.
    Non sapete le maledizioni in aramaico antico che ci lanciamo quando qualcuno usa l’ acqua bollente e poi dimentica di fare scorrere l’acqua fredda per rimportarla a temperatura “umana”, quello che arriva dopo e apre il rubinetto si becca un’ustione di 3° grado assicurata. matematico.
    Lo stesso per l’acqua fredda.
    Frigorifero?
    Ma a che serve l’acqua in frigo d’estate quando hai un collegamento diretto con i ghiacciai perenni dell’antartide?
    Un giorno o l’altro non mi meraviglierei se uscisse pure un pinguino dallo scarico.
    Quindi tra caos e acqua fredda mi sono trovata una ricettina proprio easy da fare, che impiegassi poco tempo e sporcassi davvero il minimo!
    Ed è così, che sfogliando il libro di Pam Corbin, che si intola Dolci, ho trovato i Cornish Fairings, dei biscottini semplici semplici che si potevano fare a mano o con il mixer.
    Ho optato per il mixer, tanto o ciotola o mixer qualcosa dovevo pur sporcare, così mi sono lasciata prendere dalla pigrizia 😛
    I cornish fairings, come racconta Pam : “…Tipici della Cornovaglia, questi biscotti sono speziati e croccanti, di colore scuro e con profonde crepe in superficie. Il nome deriva dalle antiche fiere di paese che animavano la regione, occasioni di festa e di commercio durante le quali queste delizie erano vendute ai visitatori come souvenir da portar a casa”.
    inutile dire che quando ho letto “Cornovaglia” “antiche fiere” e “profonde crepe” mi sono subito esaltata e li ho voluti provare!!!!

  • biscotti e barrette
  • Biscottini ai fiocchi di avena e pistacchi

    Biscottini ai fiocchi di avena e pistacchi

    Oggi volevo provare un regalo di compleanno, regalo della mia migliore amica Michela. Sì mi vergogno un po’ ma ancora se ne stava lì inutilizzato dal 15 di luglio.
    ma devo ammetterlo, non sono una grande preparatrice di biscotti! e questo invece è uno stupendo tappetino di silicone della silikomart che puo avere 1000 usi, tra cui appunto quello di sostituire la carta forno come base per i biscotti. così oggi l’ho provato per cuocere i miei biscottini ai fiocchi d’avena e pistacchi.
    e siccome è enorme, ma veramente enorme, non l’ho misurato ma una cosa spropositata, può essere usato anche come piano di lavoro, tipo per stendere la pastafrolla, etc.
    solo che ultimamente incasinata come sono stata con il mio “vero” lavoro, ho avuto tempo di fare solo ricette veloci, torte semplici, muffin, quindi addio a crostate e pastafrolle. ma prometto che rimedierò, giurin giuretto!
    la cosa si è dimostrata complicata fin dall’inizio però.
    innanzitutto il lavaggio dell’arnese infernale. eh si. perchè come lo lavi un tappetino di silicone lungo, diciamo, 60 cm e largo 40, che già da asciutto sguiscia e si dibiscia come un’anguilla appena pescata e appena ci va mezza goccia d’acqua diventa come posseduto?
    bella domanda eh?
    la risposta è ovvia. che finisci per farti il bagno tu, invece che lui. ma tra uno spruzzo e uno zampillo sono riuscita nell’impresa, piu o meno!
    poi fai i biscottini, li adagi sul bel tappetino, adagi il tappeto sulla placca da forno eeeee…è troppo grande ahahah la disavventure non finiscono mai nella mia cucina, mi chiedo se sono io sfigata (o disorganizzata) o è così per tutti 😛
    adesso devo comprare una placca più grande, ero seriamente convinta che la mia fosse davvero enorme.
    poi infilo placca con tappetino debordante nel forno e indovinate un po? non ci sta.

  • foodblogger per un giorno
  • Foodblogger per un giorno – puntata n°2: Biscotti by Intheskywithcupcakes

    Foodblogger per un giorno – puntata n°2: Biscotti by Intheskywithcupcakes

    ECCOCI QUA, LA SECONDA PUNTATA DI “FOODBLOGGER PER UN GIORNO”, QUESTA VOLTA LA NOSTRA PASTICCERA DI TURNO E’ INTHESKYWITHCUPCAKES (CHE NICKNAME ADORABILE!!!), UNA RAGAZZA SIMPATICISISSIMA CHE HO CONOSCIUTO TRAMITE FACEBOOK E CHE SI E’ DIMOSTRATA SUBITO ENTUSIASTA DELL’INIZIATIVA!!!
    HA DA POCO APERTO UN CANALE YOUTUBE SULLA CUCINA, COSA CHE TROVO INTERESSANTISSIMA, VISTO CHE MOLTI HANNO UN BLOG, MA DAVVERO POCHI UN CANALE YOUTUBE, E INVECE E’ UN MEZZO DAVVERO UTILE ED ESPLICATIVO!! VISTO CHE LE RICETTE SI POSSONO SPIEGARE PASSO PASSO, MOLTO MEGLIO CHE A PAROLE 😛
    QUINDI DI SEGUITO TROVERETE SIA LA RICETTA SCRITTA (E FOTOGRAFATA) SIA IL VIDEO TRATTO DAL SUO CANALE YOUTUBE.
    BUONA LETTURA E BUONA VISIONE DUNQUE!!!!

    LA PAROLA A INTHESKYWITHCUPCAKES…

    Questi biscottini sono il mio cavallo di battaglia. Una volta li avevo preparati per una festa di un corso di fotografia che stavo frequentando, ognuno doveva portare qualcosa e io ho portato loro. Neanche il tempo di metterli sul tavolo e quasi tutte le persone nella stanza avevano un mio biscotto in mano. E’ stato molto emozionante!

  • biscotti e barrette
  • Biscotti al cocco e cioccolato fondente

    Coconut cookies with dark chocolate cubes

    Anche questa volta sono andata a spulciare nelle vecchie agende di mia mamma. i biscotti al cocco e cioccolato fondente sono una ricetta che ha fatto spesso negli anni e come tutte le buone ricette non invecchia, non passa mai di moda, né stanca mai!
    la cosa che mi ha fatto sorridere è che il ritaglio di giornale consigliava di usare del cocco fresco grattugiato, cosa che penso oggi giorno nessuno faccia, sia per tempo (avete mai provato ad aprire una noce di cocco? ecco…se avete provato sapete di che parlo!) sia per reperibilità . tra parentesi però aggiungeva che nel caso non se ne disponesse andava bene anche del cocco essiccato, messo in ammollo in acqua per farlo rinvenire, procedimento che mi è suonato un po’ strano, perché ogni volta che ho usato il coccò rapè l’ho messo direttamente nell’impasto così come usciva dalla busta, senza ammollo.
    però questa volta ho voluto fare la diligente e seguire la ricetta così come era scritta, visto che avevo sempre mangiato i biscotti fatti da mia mamma e sapevo che seguiva quel procedimento, quindi per non sbagliare mi sono attenuta ai consigli.
    i biscotti al cocco sono velocissimi e semplici da prepare, e sorprendentemente buoni.
    l’abbinamento tra cocco e cioccolato fondente è divino, il cocco molto dolce e il cioccolato amaro si sposano alla perfezione.