Il salmone con patate e salsa allo yogurt e aneto è un piatto saporito e fresco.

C’è chi associa la parola “salmone affumicato” a “feste di Natale”! 😀 Io sono una di quelle che impazzisce per questo ingrediente e lo usa spessissimo!

E’, inoltre, abbastanza leggero e condito in maniera sfiziosa come in questo caso, può risultare una valida idea per chi è a dieta ma non vuole rinunciare a piatti gustosi, allegri e colorati.

Lo yogurt in questo caso potrebbe sostituire l’olio e la salsina che ne deriva, insaporita a dovere, ha un gusto davvero interessante!

Inoltre è un piatto freddo ideale da consumare quando fa caldo, anche nella classica “schiscetta”.

Andiamo a vedere come l’ho preparato?

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 15-20 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • Salmone affumicato 200 g
  • Yogurt greco 150 ml
  • Limone (solo succo) 1
  • Aneto (fresco) 1 ciuffo
  • Scalogno 1
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Patate 4
  • Olio extravergine d'oliva q.b.

Preparazione

  1. Per cominciare, lavate le patate e mettetele, intere, in una casseruola. Copritele d’acqua e mettetele sul fuoco. Coprite con un coperchio e lasciatele cuocere finchè, infilzandole con una forchetta, non si lasceranno penetrare facilmente.

    Scolatele e lasciatele raffreddare.

    Pelate le patate, tagliatele  spicchi sottili. Se volete potete condirle con olio e sale, altrimenti potete usare la sola salsa allo yogurt.

  2. Preparate la salsa allo yogurt e aneto: versate lo yogurt greco in una ciotolina. Unite il succo filtrato di mezzo limone, lo scalogno che avrete pelato e tritato finemente, l’aneto sminuzzato, il sale e il pepe. Mescolare fino a rendere la salsa omogenea.

    In un piatto da portata, disponete le patate sulla base. Copritele con il salmone affumicato e irrorate tutto col succo del mezzo limone rimasto.

    Condite con la salsa allo yogurt e aneto che avete appena preparato.

Note

La salsa allo yogurt e aneto si conserva in frigorifero, coperta da pellicola, per tre giorni. Se dovesse avanzarvi, è ottima per farcire panini e tramezzini! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.