Farfalle con Ricotta e Ragù

Un piatto velocissimo per dare fondo a quel poco di Ragù rimasto dalla domenica. Specialmente in inverno facciamo spesso il classico Ragù con la Carne Mista o con le Brasciole (clicca per ricetta) o con le Polpette, ecc . . . vi prometto che prossimamente pubblicherò la nostra secolare ricetta. Non ci crederete lo rendiamo leggero e, comunque, saporitissimo, pur essendo cotto per ore ed ore, abbiamo un segreto, che promettiamo di rivelarvi. Come al solito ne facciamo sempre di più dello stretto necessario, non è facile dosarlo e poi, come dicevano i latini? “melius abundare quam deficere”, vero? Così durante la settimane ci scappa una Pasta con Ricotta e Ragù, una Pasta e Patate, un Uovo al Purgatorio, un condimento per legumi o minestrone, due Spaghetti o del Riso alla Macchia, ecc . . . come non lo sapete che con il Ragù si possono fare tante belle cose, tutte espresse e coccolose? Promettiamo di raccontarvelo. Cominciamo dalla Pasta con Ricotta arricchita con il Ragù, che, usando le Reginette o Tripoline, fa uno dei piatti per festeggiare San Giuseppe, ricordandone entrambe la barba.

Farfalle con Ricotta e Ragù - pasta con ricotta DSC_8012pf

Per fare questo piatto ai soliti quattro, occorre meno di mezz’ora, il tempo che bolla l’acqua e cuocia la pasta, naturalmente ci vogliono gli ingredienti, questi:

  • tre etti e mezzo di Farfalle di Semola di Grano duro
  • tre etti di Ricotta a vostro gusto
  • otto cucchiai di Ragù
  • quanto basta di Sale grosso e fino

Occorre schiacciare la Ricotta per toglierle i grumi, rendendola crema, noi utilizziamo un semplice schiacciapatate o un, altrettanto ovvio, passaverdure, se la ricotta si fosse troppo asciugata, aggiungiamo un po’ d’acqua della pasta e per riscaldarla ancor più, la poniamo a copertura della pentola dell’acqua in ebollizione, per questo scegliamo un piatto sufficientemente grande o una pentola sufficientemente stretta. Rimestando, assaggiatela, solitamente occorre un po’ di sale. Non occorre riscaldarla molto, anzi è meglio non farlo, la ricotta perderebbe la sua soavità. Preferiamo la ricotta di pecora a quella di mucca, più grassa? mica tanto, la ricotta di per se è un prodotto molto magro, comunque è sicuramente più saporita e ne basta meno, probabilmente la disputa finisce in pareggio. A pasta cotta a puntino ci piace rimestarla bene con la ricotta e poi lasciare al gusto personale di ogni commensale il dosaggio del ragù, ovviamente riscaldato fino all’ebollizione. C’è chi preferisce fare il contrario nel condire. Scegliete voi a quale partito iscrivervi. Va bene anche uno di centro con condimento a monte sia di salsa che di ricotta.

Un gustosissimo piatto di pasta più semplice e rapido, direi espresso, di così?!

Siamo in Facebook, cliccando qui la pagina, il gruppo molto seguito è
C’hama mangià josc . . . mamm ce croc stu mangià
Siamo anche su Twitter e in Google+
Precedente Tajine di Coniglio con Albicocche Secche Successivo Lampascioni Fritti guarniti con Vincotto