Farfalle al Salmone con Curcuma

DSC_2367afLe Farfalle al Salmone, un classico di qualche decennio fa, parliamo dei tempi della panna in ogni dove, a creare piacevolissima e gustosissima cremosità a spese delle arterie e del fegato, tutti questi piatti, generalmente espressi ed in saltapasta, sono, fortunatamente, diventati impresentabili, anche se qualcuno, ogni tanto, ha qualche botta di nostalgia e, onestamente, nel segreto delle quattro mura se ne spara qualche dose. Qui facciamo le Farfalle al Salmone con Curcuma, una cosa completamente diversa, questo è addirittura da considerarsi un piatto salutare e dietetico, per la massiccia presenza degli Omega 3 del salmone e le qualità medicamentose della Curcuma e delle altre spezie, presenti in abbondanza. Vi basti sapere che la Curcuma, oltre a un notevole contenuto in vitamina C, ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Tutti conoscono le qualità del Curry, che è una mescolanza di spezie, che varia leggermente per il produttore e la zona, la Curcuma ne è la base fondamentale, comune ed abbondante, è quello che gli conferisce il caratteristico colore e non solo. Altro prodigio della natura è la Polvere di Peperone Secco di Senise IGP, i così detto Pepone, è talmente valido come antiossidante da essere un eccellente conservante, come anche il Peperoncino. Non dimentichiamo però che qui stiamo parlando di cibo, tutti questi ingredienti sono anche e sopratutto particolarmente buoni.

E’ una ricetta espressa, pertanto il tempo richiesto è intorno alla buona mezz’ora, gli ingredienti per quattro commensali sono:

  • tre etti e mezzo/quattro di Farfalle di Semola di Grano Duro di eccellente qualità, la cottura è piuttosto stressante
  • due/due e mezzo etti di Salmone Affumicato o Fresco, in tal caso metterne circa un etto in più
  • due cipolle dorate medie
  • due spicchi di Aglio
  • un Peperoncino
  • un pezzetto di Zenzero
  • cinque o sei rami di Prezzemolo e/o Coriandolo fresco
  • un cucchiaio di Semi di Coriandolo e di Cardamomo
  • un cucchiaino di Pepe di Sichuan e Pepe Nero
  • un cucchiaio e mezzo di Curcuma e di Pepone, la Polvere di Peperone secco di Senise IGP o Paprika dolce
  • quanto basta di Sale Grosso e Fino

La preparazione consiste in:

  1. Tostare in padella i semi di Coriandolo, di Cardamomo, di Pepe Nero e di Sichuan
  2. Abbrustolire alla fiamma il Peperoncino
  3. Pestare tutto grossolanamente
  4. Nella stessa padella scaldare in Olio evo profondo Cipolla e Aglio tritati e gambi di Prezzemolo e/o Coriandolo
  5. Appena la cipolla accenna a colorarsi aggiungere un po’ d’acqua per farla stracuocere senza soffriggere
  6. aggiungere la Curcuma ed il Pepone
  7. aggiungere il Salmone a pezzi grandi facendoli cuocere solo due o tre minuti
  8. alzare il salmone e nell’intingolo ed a fiamma alta buttare le Farfalle a metà cottura, saltarle e risottarle con aggiunta d’acqua di cottura e le spezie pestate
  9. A pasta molto al dente rimettere il salmone, rimestare sfaldandolo al meglio, spegnere e servire con una pioggia di Prezzemolo, meglio se Coriandolo fresco, un giro d’Olio evo ed il succo dello Zenzero

DSC_2346f

Approfondiamo la ricetta, entrando nei minimi particolari

Si inizia tritando finemente Cipolla ed Aglio, se quest’ultimo proprio non lo sopportate, raddoppiatene le quantità e schiacciatelo leggermente. Tostiamo leggermente in padella, senza aggiunta di nulla, i semi di Coriandolo, il Cardamomo ed i due Pepi il Nero e quello di Sichuan, muovendo continuamente la padella per evitare che brucino e fermandosi appena se ne sente il profumo farsi più forte, togliere dal fuoco continuando a rigirare i semini, passarli in un pestello di pietra, insieme al Peperoncino tostato alla fiamma di un fornello. Usando la stessa padella, aggiungere l’Olio EVO e rimettere su una fiamma moderatissima inclinando la padella in maniera che il sia pur poco olio risulti profondo, versarvi subito il Trito ed i gambi del Prezzemolo e/o Coriandolo fresco, questo, almeno per me, è difficilissimo trovarne. Quando appena vediamo il delicatissimo soffritto colorarsi aggiungiamo dei cucchiai d’acqua, prelevandoli dalla pentola dell’acqua già messa a scaldare, la cipolla ed il resto dovranno ridursi ad una salsa, togliamo i gambi, eventualmente, l’aglio ed aggiungiamo la Curcuma e il Pepone, rimestando ed aggiungendo un pochino d’acqua calda amalgamiamo tutto bene ed aspettiamo che l’acqua sia evaporata prima di aggiungere il Salmone a pezzi piuttosto grandi, serve a non farlo stracuocere è sempre un pesce, non dimenticatelo, va cotto il minimo indispensabile, solo un minimo in più se fresco, qualche minuto ed appena accenna a cambiare colore va sollevato e tenuto da parte, alla salsa aggiungiamo le Farfalle a poco più di metà cottura, prima le saltiamo nella salsa, le facciamo impregnare di essa, assumeranno un bel colore giallo, aggiungiamo le spezie pestate, quindi, aggiungendo l’acqua di cottura ed a fiamma piuttosto alta, le risottiamo, rimestandole e saltandole fino a cottura ancora molto al dente, solo a questo punto aggiungiamo nuovamente il salmone e ne favoriamo lo sfaldamento, il tempo che si scaldi, aggiustiamo di sale e serviamo dopo averla amalgamata con il succo dello Zenzero ed un giro d’Olio evo, con una pioggia di Prezzemolo e/o Coriandolo tritati grossolanamente.

DSC_2365af

Seguiteci anche su Facebook, cliccando qui andrete alla nostra pagina, se è il caso, date un “Mi Piace”

Siamo anche su Twitter e in Google+

INDICE FOTOGRAFICO di tutti gli articoli pubblicati

Precedente Fave e Cicoria Successivo Pasta e Patate con Piedi di Capra

2 commenti su “Farfalle al Salmone con Curcuma

  1. Francesco il said:

    Ma sai che io la facevo già, praticamente uguale? giusto il pepone mi mancava. Comunque io so che la curcuma si dovrebbe mettere a fine cottura, altrimenti diventa più amara, non so se è vero.
    Ciao, un saluto

    • suditaliaincucina il said:

      Del resto non abbiamo “inventato” la ruota. Per la curcuma mi sono ispirato alle cotture tradizionali che l’aggiungono in genere alla metà, senza stressarlo con alte temperature. Non ho avvertito amaro. Come si farebbe per il pollo, l’avrei potuto aggiungere dopo il salmone, rischiando di cuocere troppo il pesce per farlo insaporire. In questa maniera ha cotto pochissimo in una salsa già pronta di tutto. un saluto anche a te

I commenti sono chiusi.