Crea sito

Biscotti al vino bianco leggeri senza latte e senza burro

Biscotti al vino bianco leggeri

I biscotti al vino bianco leggeri senza latte e senza burro hanno un gusto fine diverso dagli tutti gli altri biscotti. Non sono indicati da inzuppare nel latte per la colazione ma si possono offrire con un buon caffè, una tazza di the e persino un bicchiere di vino, per la merenda o il dopo cena specialmente.

Biscotti al vino bianco leggeri
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 600 gFarina
  • 200 gZucchero
  • Sale fino (Un pizzico)
  • 150 mlVino bianco
  • 150 mlOlio di semi di arachide
  • Uova (1)
  • 10 gLievito in polvere per dolci
  • 1 bustinaVanillina

Strumenti

  • Tagliere
  • Coltello
  • Piatto

Preparazione

Preparazione dei biscotti al vino

  1. Mettere gli ingredienti solici farina, zucchero, sale, lievito e vanillina in una scodella capiente e miscelare bene.

  2. Fare un buco al centro come una fornanella e versare i liquidi vino bianco, uovo e olio.

  3. Impastare con le mani fino ad ottenere un impasto compatto e omogeneo.

  4. Mettere l’impasto dei biscotti al vino nel frigorifero a raffreddare e rassodare per due ore.

  5. Preparare il tagliere infarinato sul tavolo o un ripiano della cucina e infarinarlo.

  6. Prendere un po di pasta e allungare delle strisce come quando si fanno gli gnocchi.

  7. Dividere le strisce con il coltello della lunghezza approssimativa di dodici centimetri e formare i biscottini come nell’immagine riportata.

  8. Versare due cucchiai di zucchero in un piatto e immergere i biscottini e cospargere bene da tutte e due le parti.

  9. Pogiare sul piatto da forno coperto di carta da forno e cuocere a 180 gradi per circa venti minuti.

  10. BISCOTTI AL VINO BIANCO

    Servire i biscotti dopo averli fatti raffreddare anche con un bel bicchiere di vino.

Biscotti al vino bianco leggeri senza latte e senza burro

I biscotti al vino bianco leggeri sono fragranti e non si induriscono. Si possono tuttavia conservare anche per l’intera settimana. Benche siano impastati con il vino non si avverte molto.

Potrebbero pertanto piacere anche ai bambini. Solo agli adulti è consentito quindi inzupparli nel vino.

Infine l’uovo si può anche escludere nella ricetta per chi soffre di intolleranze.

Questa è una ricetta di antica tradizione finalmente riscoperta.

Vieni inoltre a sbirciare sui miei social pinterest instagram twitter facebook

Pubblicato da specialit

La cuoca che recupera nasce dalla riconoscenza che mia mamma esprimeva riguardo alla mia cucina, creativa e gustosa con quello che c’era in casa. Aprire il frigorifero e inventare ricette con gli ingredienti a disposizione è una soddisfazione, si risparmia, si svuota il frigo e si mangia anche bene :) ve lo la cuoca che recupera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Show Buttons
Hide Buttons