Crea sito

Dolce di castagne montebianco


Il Dolce di castagne montebianco, l’ho imparato dai miei cari amici francesi.
Un dolce facile.  L’unica dificoltà che presenta è quella che richiede del tempo per la preparazione in quanto si toglie prima la corteccia alle castagne, si lessano e poi bisogna anche sbucciarle.
A parte questa fatica però alla fine il piacere che si prova a mangiare questo dolce di castagne è assicurato. E’ certamente è  tra i dolci più raffinati che che io conosca e che consiglio.
Il dolce “Montebianco” ha la forma particolare di una montagna la cui cima è coperta dalla panna montata e quindi una vera golosotà da provare.

Dolce di castagne montebianco
  • CostoCostoso
  • Tempo di riposo20 Minuti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaFrancese

Ingredienti

  • 2 kgCastagne
  • 500 mlPanna fresca liquida
  • 150 gCioccolato fondente
  • q.b.Cannella in polvere

Strumenti

  • Schiacciapatate
  • Frusta elettrica
  • Sac a poche

Preparazione

  1. Privare le castagne della loro corteccia e lessarle con poco sale e qualche foglia di alloro.
    Metterle in una pentola coperte di acqua e farle cuocere per circa venti minuti.

  2. Eliminare la pellicina ed eventuali residui e passarle nello schiacciapatate con i fori più grandi.

  3. Montare bene la panna. Utilizzare le fruste elettriche o il robot da cucina, e quando rimane attaccata al contenitore, vuol dire che ha la giusta consistenza.

  4. Versare  nei piattini le castagne a forma di monti. Fare un foro al centro e riempire con con la panna.  Aggiungere anche sopra e creare una bella cima di panna bianca, ed ecco il dolce di castagne “Montebianco” ricoperto di neve.

  5. MONTEBIANCO DOLCE

    Per i più golosi aggiungere ancora un po’ ci cioccolato a scagliette sopra e una spruzzata di cannella in polvere.


Dolce di castagne montebianco

Per la preparazione del dolce di castagne montebianco consiglio dipprofittare quando la famiglia è riunita. Coinvolgere tutti nel lavoro fastidioso di preparazione. Naturalmente i bambini non potranno adoperare il coltello ma, aiuteranno dopo a pelare le castagne. Alla fine mangeranno il dolce con più piacere e saranno soddisfatti.
Adoperare la sacca a poche per decorare con la panna.

Vieni inoltre a sbirciare sui miei social pinterest instagram twitter facebook

Pubblicato da specialit

La cuoca che recupera nasce dalla riconoscenza che mia mamma esprimeva riguardo alla mia cucina, creativa e gustosa con quello che c’era in casa. Aprire il frigorifero e inventare ricette con gli ingredienti a disposizione è una soddisfazione, si risparmia, si svuota il frigo e si mangia anche bene :) ve lo la cuoca che recupera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Show Buttons
Hide Buttons