Crea sito

Macco di fave con finocchietto alla Siciliana

Macco di fave con finocchietto alla Siciliana . E’ una tipica ricetta della tradizione contadina siciliana.
Addirittura risale già ai tempi dei Romani .
È un piatto molto nutriente solitamente preparato per la festa di S. Giuseppe.
Cento grammi di fave fresche corrispondono a circa 70 calorie, sono fonti di vitamine, soprattutto la C e molte del gruppo B, di vitamina A ed E, e di minerali; buona la presenza di ferro, accompagnato da potassio, fosforo, calcio, sodio, magnesio, rame, selenio.

Per vedere tutti i primi piatti clicca qui

Sponsorizzato da RitaAmordicucina

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gFave secche ( sgusciate)
  • 2 mazzettibietole
  • mazzettiFinocchietto selvatico
  • cipolla bianca
  • 100 gcarota
  • 150 gpatata
  • 1 costaSedano
  • sale pepe
  • Olio di oliva

Strumenti

  • Tegame
  • Cucchiaio di legno

Preparazione Macco di fave con bietole e finocchietto selvatico alla Siciliana

  1. Macco di fave con bietole e finocchietto selvatico alla Siciliana. Mettete le fave in ammollo in acqua circa il doppio del loro livello, per minimo 2 ore.

    Poi non buttate via l’acqua in quanto è ricca di minerali.

  2. In un tegame, preparate il soffritto con: olio evo, cipolla, sedano, e carote tritati grossolanamente.

    Appena sono appassiti aggiungete le fave ammollate e una parte dell’acqua. Serbate il resto per aggiungerla in seguito. Cuocete finchè le fave diventano morbide. Ci vorranno circa 30 minuti.

  3. Intanto lavate le bietole in abbondante acqua, togliete le radici e le parti rovinate.

    Quando le fave saranno quasi spappolate, aggiungete le bietole e completate la cottura. Alla fine aggiustate di olio.

  4. Successivamente, tritate il finocchietto selvatico magari potete frullarlo con un po d’olio extravergine.

  5. Impiattate aggiungendo abbondante finocchietto.

  6. In questi legume si può cuocere la pasta risottata.

    Allora dovete aggiungere più acqua di cottura, e, se ve ne dovesse rimane un po, appena si raffredda potete affettarlo e friggerlo come fosse polenta. Ecco pronto il Macco di fave con finocchietto selvatico alla Siciliana.

procedimento

Macco di fave con finocchietto alla Siciliana .
Mettete le fave in ammollo in acqua circa il doppio del loro livello, per minimo 2 ore.
Poi non buttate via l’acqua in quanto è ricca di minerali.
In un tegame, preparate il soffritto con: olio evo, cipolla, sedano, e carote tritati grossolanamente.
Appena sono appassiti aggiungete le fave ammollate e una parte dell’acqua. Serbate il resto per aggiungerla in seguito. Cuocete finchè le fave diventano morbide. Ci vorranno circa 30 minuti.

Intanto lavate le bietole in abbondante acqua, togliete le radici e le parti rovinate.
Quando le fave saranno quasi spappolate, aggiungete le bietole e completate la cottura. Alla fine aggiustate di olio.
Successivamente, tritate il finocchietto selvatico magari potete frullarlo con un po d’olio extravergine.
Impiattate aggiungendo abbondante finocchietto.
Nel macco di fave si può cuocere la pasta risottata.
Allora dovete aggiungere più acqua di cottura, e, se ve ne dovesse rimane un po di macco, appena si raffredda potete affettarlo e friggerlo come fosse polenta.