La pignolata Messinese di nonna Maria

La pignolata Messinese di nonna Maria.
Sono cresciuta nella pasticceria di mia nonna e ho visto preparare tonnellate e tonnellate di pignolata, ma la sua storia è ben più lontana.
Durante l’occupazione spagnola, in occasione di feste di Carnevale, a Messina offrivano al popolo, delle pietanze, spesso da loro inventate fra cui dei dolcetti particolari, mucchietti di pinoli fritti e amalgamati col miele a forma di una pigna.
Con il passare degli anni, i messinesi impararono a cucinare questo delizioso dolce, sostituendo i pinoli con dei pezzettini di pasta all’ uovo, lunghi circa uno due centimetri e friggendoli.
Andando avanti con il tempo quel biscotto all’uovo, ha sostituito completamente i pinoli.
Con la bravura i maestri pasticceri messinesi, sono riusciti a trasformare questa bontà cosi come la conosciamo oggi.


Se vedere vuoi vedere tutte le ricette dei primi piatti clicca qui.

La pignolata Messinese di nonna Maria
  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaRegionale Italiana
661,08 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 661,08 (Kcal)
  • Carboidrati 85,90 (g) di cui Zuccheri 44,09 (g)
  • Proteine 10,67 (g)
  • Grassi 31,87 (g) di cui saturi 14,07 (g)di cui insaturi 16,90 (g)
  • Fibre 9,35 (g)
  • Sodio 48,60 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 150 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

per i biscottini
  • 300 gfarina
  • 2uova
  • 100 gzucchero
  • 40 gBurro
  • 20 mlLimoncello
  • 10 glimone (buccia grattugiata)
  • q.b.Olio di semi
  • q.b.Strutto

per la glassa bianca

  • 1albume
  • 150 gzucchero a velo
  • 1 cucchiainosucco di limone

Per la glassa al cioccolato

  • 100 gcioccolato fondente
  • 10 gburro

Strumenti

  • Planetaria
  • 3 Ciotole
  • Padella larga
  • Pentola
  • Carta assorbente

Preparazione della pignolata Messinese di nonna Maria

  1. In una ciotola metti la farina. Al centro incorpora uova, burro, zucchero, buccia di limone e limoncello.

  2. Lavora fino ad ottenere un composto omogeneo.

    Forma una palla e avvolgila nella pellicola e fai riposare in frigo per mezz’ora.

    Ora su un piano leggermente infarinato taglia dei salamini lunghi e sottili circa 1 cm di spessore quindi fanne dei pezzetti lunghi 1 o 2 cm.

  3. La pignolata Messinese di nonna Maria

    Elimina la farina in eccesso e friggi in abbondante olio di semi circa 3/4 e il resto strutto, La temperatura deve essere abbastanza calda.

    Cuoci fino a doratura, scola con la schiumarola e fai asciugare l’olio in eccesso su carta per fritti e lascia raffreddare, intanto…

  4. Prepara la glassa bianca mettendo l’albume in una ciotola e iniziando a montare.

    Quando è montato a neve, iniziate ad aggiungere lo zucchero a velo piano piano, sempre lavorando con le fruste.

  5. La pignolata Messinese di nonna Maria

    Ora è il momento di aggiungere il succo di limone

  6. La pignolata Messinese di nonna Maria

    Tuffa metà dei biscottini, mescola bene e inizia a metterli in un vassoio appoggiandoli su metà del vassoio, lasciando libera la parte opposta pronta per accogliere la parte al cioccolato.

  7. La pignolata Messinese di nonna Maria

    Sciogli a bagnomaria il cioccolato con il burro.

    immergi i biscottini rimanenti e mescolali bene per far aderire la glassa.

    Completa il vassoio dove avevi messo prima la pignolata bianca.

  8. La pignolata Messinese di nonna Maria

    Se ti è rimasta glassa sia bianca che al cioccolato, falla ricadere sulla pignolata, senza farla scolare sui bordi del vassoio.

    Lascia asciugare le glasse per 2 ore ed ecco pronta La pignolata Messinese di nonna Maria .

conservazione

La pignolata Messinese di nonna Maria. Questo dolce lo puoi conservare fino ad un mese in dispensa in un posto areato.

4,3 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento