Come friggere il pesce senza farlo diventare molliccio

Come friggere il pesce senza farlo diventare molliccio con delle piccole e semplici regole. Per avere una frittura davvero croccante ed asciutta ci sono delle piccole e semplici regole da rispettare. Io le ho imparate a mie spese e voglio elencare i trucchi per un fritto di pesce perfetto. Friggere il pesce senza farlo diventare molliccio dopo il mio post non sara’ piu’ un segreto.

Come friggere il pesce senza farlo diventare molliccio

come friggere

Come friggere il pesce senza farlo diventare molliccio

  1. La prima regola e’ la scelta dell’olio: utilizzate sempre un olio che tiene le alte temperature e non si brucia, quindi un olio specifico per le fritture oppure l’olio di arachidi che va’ benissimo
  2. L’impanatura: per far venire il pesce croccante deve essere mista, ossia 80% di farina bianca e 20% di farina gialla (di mais oppure andra’ bene anche quella di grano duro) dara’ una consistenza croccante davvero favolosa, mangerete anche la testa delle alici.
  3. Il pesce deve essere pulito ed asciutto: senza viscere per le alici o il merluzzo, e senza pelle per i calamaretti, inoltre va tenuto bello affilato in uno scolapasta, prima della frittura, affinche’ scoli l’acqua in eccesso. Inoltre il pesce deve rimanere in frigo fino all’ultimo minuto prima di essere fritto, in questo modo lo sbalzo di temperatura tra caldo e freddo creera’ una barriera’ che impedira’ all’olio di entrare nel pesce (consiglio gentile di una mia cara lettrice)
  4. Impanatura del pesce prima della cottura: il pesce va impanato bene, poco alla volta e poi sballottato in un colino grande affinche’ tutta la farina in eccesso venga scrollata bene, altrimenti vi capitera’ che l’eccesso di farina andra’ a finire sul fondo della padella e brucera’ impestandovi la casa piu’ del dovuto.

Come friggere il pesce senza farlo diventare molliccio

  1. Friggere prima o dopo: vi consiglio di friggere prima il pesce azzurro, poi i calamaretti ed infine i gamberi perche’ questa sequenza vi dara’ il minimo residuo di farina possibile, quindi l’olio durera’ di piu’ e poi il sapore dei gamberetti che e’ piu’ forte non andra’ ad infilarsi in quello del pesce fritto prima.
  2. Il passaggio fondamentale: affinche’ il pesce sia fritto in modo croccante e asciutto e’ la giusta temperatura dell’olio, se avete un termometro appena l’olio arriva ai 140° allora e’ pronto, se non avete un termometro buttate nell’olio una mollica di pane se si formano immediatamente delle bollicine intorno allora l’olio e’ pronto.
  3. Secondo passaggio fondamentale: affinche’ non diventi molliccio il pesce deve essere fritto poco alla volta altrimenti l’olio si raffredda ed incomincia a bollire il pesce entrandoci dentro.

Come friggere il pesce senza farlo diventare molliccio

ATTENZIONE: SE DESIDERATE AVERE LE MIE RICETTE IN TEMPO REALE LASCIATEMI “MI PIACE” SULLA PAGINA FACEBOOK—> PANE E CIOCCOLATO

Precedente Toast di zucca croccanti e farciti Successivo Zucca al forno con stracchino

6 commenti su “Come friggere il pesce senza farlo diventare molliccio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.