Pesto fatto in casa – tradizionale o con frullatore

Il pesto fatto in casa,un condimento avvolgente,fresco,saporito,ideale nelle giornate calde: vedremo come prepararlo sia con il metodo tradizionale,cioè con il mortaio,sia con il frullatore andando a realizzare una salsa perfetta e versatile per condire la pasta o per arricchire numerosi piatti come insalate di riso e piadine.

Preparare un buon pesto fatto in casa richiede un’ottima materia prima: la ricetta tradizionale prevede l’utilizzo del famoso basilico di Prà dalle foglie piccole e profumatissime,ricco di oli essenziali,al quale vengono uniti aglio di Vessalico (dal sapore delicato e facilmente digeribile),pinoli,Parmigiano pecorino sardo,sale grosso e,ovviamente,l’olio extravergine di oliva ligure.

Preparare il pesto dà una grandissima soddisfazione,specie se possiamo utilizzare il basilico coltivato da noi,magari anche solo sul balcone: il profumo che sprigiona questa preparazione rimanda subito all’estate e la sua bella tonalità verde brillante regala colore a qualsiasi preparazione.

In questa ricetta vi spiegherò come fare il pesto in casa con il classico mortaio (operazione che richiede un pochino più di tempo e pazienza) oppure con un semplice frullatore: in questo caso risparmieremo notevolmente in termini di tempo ma occorrerà qualche piccolo accorgimento.

Preparare il pesto con il frullatore si può,a patto che frullatore e ciotola siano ben freddi: questo perché il basilico non deve assolutamente scaldarsi altrimenti perderà colore e subirà una sgradevole alterazione di gusto.

Sarà quindi sufficiente porre il contenitore nel quale prepararlo e le lame del frullatore in freezer e procedere frullando ad intervalli di qualche secondo: in questo modo otterremo un perfetto condimento cremoso,ricco di gusto e di colore.

Vediamo quindi la preparazione del pesto fatto in casa con entrambi i metodi.

Pesto fatto in casa
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Ingredienti per il pesto fatto in casa

60 g basilico
1 spicchio aglio
30 g Parmigiano Reggiano DOP
20 g pecorino sardo
20 g pinoli
q.b. sale grosso
80 g olio extravergine d’oliva

Strumenti

Per il pesto fatto in casa con il metodo tradizionale

1 Mortaio

Per il pesto fatto in casa con il frullatore

1 Frullatore
oppure1 Frullatore a immersione

Passaggi

Preparazione del pesto fatto in casa con il mortaio

Stacchiamo le foglie di basilico dai gambi e le laviamo delicatamente in acqua fedda facendo attenzione a non rovinarle (sarà sufficiente metterle in una bacinella e sostituire più volte l’acqua).

Distribuiamo le foglie ben distanziate su un canovaccio e le tamponiamo con delicatezza con un telo o con carta assorbente in modo che risultino belle asciutte.

Sbucciamo l’aglio,lo tagliamo a metà ed eliminiamo l’anima per renderlo più digeribile poi lo mettiamo nel mortaio: iniziamo a pestarlo prima battendolo e successivamente con movimenti rotatori fino a ridurlo in crema.

Ora aggiuniamo i pinoli,continuando a pestare in modo da tritarli.

Uniamo quindi un pizzico di sale grosso.

Ora è il momento di aggiungere il basilico un po’ per volta,continuando a pestare con movimento rotatorio affinché liberi tutti i suoi oli essenziali e il suo profumo.

Pesto fatto in casa

Aggiungiamo il Parmigiano e il pecorino.

Pesto fatto in casa

E in ultimo l’olio extravergine d’oliva a filo.

La consistenza del pesto tradizionale è leggermente granulosa ma a piacere possiamo batterlo di più fino a ridurlo in crema.

Il nostro pesto tradizionale è pronto.

Pesto fatto in casa

Preparazione del pesto fatto in casa con il frullatore

Per prima cosa poniamo nel congelatore o in freezer il contenitore e le lame del frullatore.

Nel frattempo stacchiamo le foglie di basilico dai gambi e le laviamo delicatamente in acqua fedda facendo attenzione a non rovinarle (sarà sufficiente metterle in una bacinella e sostituire più volte l’acqua).

Distribuiamo le foglie ben distanziate su un canovaccio e le tamponiamo con delicatezza con un telo o carta assorbente in modo che risultino belle asciutte.

Una volta asciutto il basilico lo mettiamo nel frullatore con l’aglio sbucciato e privato dell’anima,il sale,i pinoli,il pecorino,il Parmigiano e un terzo dell’olio extravergine di oliva.

Pesto fatto in casa

Procediamo a frullare a massima velocità per qualche secondo poi ci fermiamo e riprendiamo in modo da non scaldare assolutamente il basilico che,così facendo,si manterrà verde brillante.

Procediamo così ad intervalli finché il composto risulti amalgamato,quindi aggiungiamo l’olio rimanente: frulliamo fino a raggiungere la consistenza desiderata.

Pesto fatto in casa

Il nostro pesto fatto in casa è pronto per essere utilizzato.

Pesto fatto in casa

Pesto fatto in casa: conservazione e consigli utili

Se non utilizzate subito il pesto lo potete conservare in frigorifero per qualche giorno in un vasetto di vetro pulito e asciutto: sarà sufficiente coprirlo con un filo d’olio in modo che non si ossidi.

Non è possibile congelare il pesto nè riscaldarlo o cambierà di sapore

Al momento di condire la pasta scolatela bene, trasferitela in una ciotola o in un’insalatiera,unite il pesto e mescolatela.

E per una fresca cena estiva provate anche queste cremose uova ripiene e il delicato sformato di patate e fagiolini,croccante fuori e morbido dentro!

Se questa ricetta vi è piaciuta cliccate sulle stelline qui sotto per lasciare il vostro feedback 🙂

Seguitemi sulla pagina Facebook Pocaspesatantaresa,su Instagram Pocaspesatantaresafoodblog e sul canale Telegram

Clicca qui per tornare alla home

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da pocaspesatantaresa

Moglie e mamma a tempo pieno con la passione per la cucina,in particolar modo dolci e lievitati ? L'idea del blog nasce dall'esigenza di realizzare ricette semplici e gustose con un'occhio al portafoglio,adatte a tutta la famiglia. Insieme a me ci sono due piccoli "aiutanti",i miei bimbi: insieme ci divertiamo a mettere le mani in pasta,a decorare torte e biscotti e,ovviamente,ad assaggiare il risultato delle nostre fatiche culinarie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.