Crea sito

Parrozzo Pescarese ricetta originale

Print Friendly, PDF & Email

Parrozzo Pescarese ricetta originale, il dolce Natalizio della mia terra di origine, una ricetta che risale al 1920 quando pasticcere Luigi D’Amico volle trasformare un pane rozzo (da quì il nome) che era in uso in dolce. La prima persona che lo assaggiò fù il suo amico Gabriele D’Annunzio (scrittore Pescarese) che ne rimase subito estasiato tanto da diventare il suo dolce preferito e scriverci anche dei versi. E’ il dolce di Natale ma è un vero peccato perchè è buono anche nel resto dell’anno infondo è anche semplice e abbastanza veloce. Nel corso degli anni sono state apportate molte variazioni alla ricetta, questa è fedele infatti non prevede burro e con semolino che erano le farine di uso comune in tutte le case in quegli anni dove la farina bianca e raffinata era un lusso.Ha ottenuto il riconoscimento come dolce tradizionale Natalizio.

Parrozzo Pescarese ricetta originale
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 45 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 8
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 160 g Semolino
  • 200 g Zucchero
  • 200 g Mandorle pelate
  • 6 Uova
  • 2 Limoni solo scoza
  • 2 cucchiai Olio di semi di girasole
  • 1 Bustina di lievito
  • 1 pizzico Sale
  • 10 Mandorle amare
  • 1 cucchiaio Essenza di mandorla

Per la copertura

  • 200 g Cioccolato fondente
  • 1 cucchiaio Olio di semi

Preparazione

  1. Foderare con carta stagnola lo stampo idoneo per il parrozzo a cupola e spennellare con lo staccante.

  2. Accendere il forno a 180° metterci dentro le mandorle per 5 minuti poi tritarle in un mixer insieme a due cucchiai di zucchero prelevato dal totale.

  3. Montare gli albumi a neve con il pizzico di sale e tenerli da parte, montare anche i tuorli insieme allo zucchero rimasto fino a quando saranno bianchi e spumosi.

  4. Aggiungere la scorza dei limoni, l’olio di girasole sempre continuando a lavorare il composto, poi le mandorle e il lievito settacciato.

  5. Aggiungere infine l’albume montato incorporandolo a mano con una spatola e con movimenti dall’alto verso il basso fino a rendere il composto molto soffice.

  6. Trasferire l’impasto nello stampo quindi metterlo nel forno abbassando la temperatura a 160° per circa 60 minuti, fare sempre la prova stecchino al centro, se durante la cottura la superfice diventasse troppo scura coprire con della carta da forno o stagnola.

  7. Appena cotto lasciarlo intiepidire, poi capovolgerlo sopra alla griglia mettendo un piatto grande tipo pizza che lo contenga e raccogliere il cioccolato in eccesso.

  8. Tritare il cioccolato, metterlo nell’apposito contenitore oppure in una ciotola che resista al calore e scioglierlo a bagnomaria, aggiungere l’olio appena sarà completamente sciolto e mescolarlo molto bene energicamente.

  9. Togliere la carta stagnola dal parrozzo, colarci sopra il cioccolato facendolo cadere al centro cercando di ricoprirlo completamente.

  10. Appena il cioccolato si sarà rappreso trasferire il Parrozzo sopra al piatto da portata. Conservare il Parrozzo Pescarese ricetta originale, coperto con una campana in un luogo fresco, dura diversi giorni. La decorazione farla a proprio gusto ma non è prevista nella ricetta classica.

  11. Consiglio: Comprendo che non è facile trovare in commercio almeno al nord le mandorle amare in tal caso raddoppiare la dose di essenza.

Note

Grazie di essere passata/o e alla prossima ricetta!

Se ti piacciono le mie ricette seguimi anche sui social: 

Facebook  Pinterest   Google+  Twitter  Instagram

Ti potrebbero interessare altre ricette?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.