Matteo Renzi e la cucina digeribile :-D

Vi chiederete cosa hanno in comune Matteo Renzi e la cucina digeribile, è presto detto: ho scoperto che le mie ricette sono molto digeribili da quando vado a lavoro in bicicletta, infatti solo dei piatti molto digeribili possono affrontare le strade di Firenze.

Io lavoro (poco) solo nel pomeriggio, quindi appena dopo pranzo prendo la bici e parto, secondo google maps faccio 11,3 km per arrivare al mio posto di lavoro, di questi almeno la metà sono costituiti da strade in condizioni terrificanti, e non mi riferisco solo al lastricato (di buone intenzioni?) del centro, che è comunque in pessimo stato di manutenzione, mi riferisco alle strade normali e anche ai Viali.

Per intenderci le strade sono così

Ora è possibile che sia un effetto stilistico, del resto Firenze è città d’arte e simbolo di eleganza e moda nel mondo, ma non mi risulta che ci sia un “Pitti immagine strada” e che quest’anno vada il manto stradale capitonnè :-D.

Quindi vorrei chiedere al sindaco Renzi di non iniziare la sua opera di rottamatore rottamando le strade, perché lui sarà anche il nuovo che avanza, ma la mia bicicletta in queste strade avanza a fatica.
[banner]

 

Se vi va di tenervi aggiornati, mi trovate anche su facebook  http://www.facebook.com/Mortidifame

19 Risposte a “Matteo Renzi e la cucina digeribile :-D”

  1. Ritinaaaa!!!…
    ho idea che sia lo stesso “stilista stradale” di Vicenza e dintorni!
    …ma neanche in Burkina Faso ostrega! (…senza offesa per i burkini :-))))) )

    aloha…
    Moka

    P.S. Che figata sto blog! 😉

  2. Guarda che Vicenza non è molto meglio…le strade sono tipo formaggio con i buchi…per nn dir nulla della maleducazione degli automobilisti…se un poverino coscensioso si ferma a ridosso delle strisce è perchè quella mattina nn gli va di arrivare in anticipo al lavoro e allora quello dietro lo supera attentando alla vita di una povera ciclista (me). Sciumacher de noaltri…

  3. le varie amministrazioni fiorentine sapevano che avresti potuto soffrire di nostalgia, così hanno lasciato le strade in quelle condizioni affinché tu potessi sentirti a casa 😉

  4. Rita a Palermo ho dovuto rinunciare alla bicicletta qui si rischia la vita oltre che per le condizioni della “pista ciclabile” (hahahahhaha potrei documentare assurde situazioni) sopratutto per l’incapacità e l’inciviltà degli automobilisti palermitani convinti che l’auto serve a prevaricare l’altro qui la patente la rilasciano con i punti del supermercato

    1. Allora vengo li a prenderla perché qui non mi è riuscito 😀
      Anche qui cmq non credere sia diverso, se non mi rompo l’osso del collo con le buche, rischio di essere schiacciata dalle auto che hanno la precedenza in base al numero di ruote #@]#@.
      Le piste ciclabili 🙁 ne parlerò un’altra volta.

  5. Ahahah, Rita sei troppo forte..il manto “capitonnè” e certo che con la bici e non solo, è difficoltoso avanzare, a volte ci sono delle buche nelle strade (qui) che se non stai attenta ti accoppi! Brava brava!

  6. hahaha!! bellissimo articolo! io non sono di firenze ma ho gli stessi identici problemi a trieste, dove le strade oltre ad essere in pendenza causa colline sono pure disastratissime…ci uniamo in protesta? baci 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.