Baccalà alla marinara

A Napoli non c’è Vigilia di Natale senza il baccalà, alla marinara o fritto in pastella non può mancare a tavola.
Io lo preparo spesso, indipendentemente dalle festività natalizie e preferisco cucinare il dorso, cioè la parte più alta e meno spinosa, che a Napoli viene chiamata “mussillo” ( in dialetto napoletano questo termine indica delle labbra piccole, particolarmente morbide. Il riferimento è proprio alla morbidezza del dorso del baccalà). I venditori di baccalà di solito lo mettono in ammollo e lo danno pronto per la cottura. Se non si trovasse già pronto e quindi secco, è necessario metterlo in ammollo per tre giorni, cambiando l’acqua tre-quattro volte al giorno.
La ricetta tradizionale prevede che il baccalà venga infarinato e fritto e poi aggiunto al sugo. Io vi propongo adesso una versione più leggera che è quella che solitamente cucino per cena. E’ buonissima, fidatevi!

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2 – 3
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 700 gdi baccalà già ammollato (preferibilmente il dorso)
  • 400 gpomodori pelati (o anche polpa di pomodoro)
  • sale (opzionale, da utilizzare solo dopo aver assaggiato)
  • q.b.di olive nere
  • 1 spicchiod’aglio
  • q.b.di prezzemolo
  • q.b.di olio extravergine d’oliva

Strumenti

  • 1 Padella antiaderente media
  • 1 Coltello
  • 1 Mestolo

Preparazione

  1. Per preparare il baccalà alla marinara tagliate il baccalà a pezzi non troppo piccoli e togliete la pelle. Io ho ricavato quattro pezzi.

  2. baccalà in padella

    Versate due o tre di giri d’olio nella padella (come dico sempre, regolatevi a seconda del vostro gusto) e fate soffriggere l’aglio a fuoco lento. Appena inizia ad imbiondire, versate il baccalà in padella e rosolate velocemente da un lato e dall’altro.

  3. baccalà - pomodori

    A questo punto aggiungete i pomodori e fate cuocere a fuoco medio per 10 minuti. Unite poi le olive nere, alcune tagliate a pezzetti e alcune intere, e i capperi (che avrete privato del sale sotto l’acqua corrente), abbassate leggermente la fiamma e proseguite la cottura per altri 5-10 minuti. Se necessario regolate di sale.

  4. baccalà alla m,arinara
  5. Il baccalà alla marinara è pronto, una spolverata di prezzemolo tritato e non vi resta che impiattare. Buon appetito!

Alternativa

Dopo aver aggiunto le olive e i capperi, è possibile ultimare la cottura in forno preriscaldato a 160 gradi per 10 – 15 minuti.

Questo metodo è comodo quando si hanno ospiti a pranzo o a cena. E’possibile preparare il baccalà in anticipo e finire la cottura in forno poco prima di servire.

Per altre ricette clicca QUI

4,5 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.