Crea sito

Stinco di maiale cotto in pentola a pressione, super aromatizzato

Con la mia ricetta dello stinco di maiale cotto in pentola a pressione, otterrai un
delizioso secondo, succoso e saporito, in metà del tempo che ci vorrebbe se cucinato nella maniera tradizionale.

La pentola a pressione non serve solo a cucinare legumi, come in molti credono, ma è uno strumento che ti permette di preparare velocemente tantissimi piatti, anche molti che mai avresti immaginato, come ad esempio questo che ti presento oggi.

Gli aromi utilizzati nella mia ricetta dello stinco di maiale cotto in pentola a pressione servono a rendere la carne particolarmente saporita, ma se non gradisci qualcuno oppure non ce l’hai disponibile, puoi tranquillamente ovviarlo. Mancherà quel tocco in più, ma la carne sarà ugualmente succosa e cotta al punto perfetto!

Aggiornamento del 03/10/2019: in seguito alla sostituzione delle fotografie originali dell’articolo, ho anche aggiornato un po’ (poco, direi) gli ingredienti ed il procedimento. Quindi, se avevi salvato la ricetta, ti consiglio di sostituirla con questa 😉

Stinco di maiale in pentola a pressione

Stinco di maiale cotto in pentola a pressione, super aromatizzato

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaInternazionale

Ingredienti

  • 1Stinco di maiale di grandi dimensioni (di circa 1 kg)
  • q.b.Pepe nero macinato
  • q.b.Sale
  • 1 cucchiaioOlio extravergine d’oliva
  • 1Scalogno
  • 100 gFunghi
  • 1/2 cucchiaioFarina
  • 50 gPassata di pomodoro
  • q.b.Insaporitore di aromi misti essiccati (Clicca per vedere come prepararlo in casa)
  • 1/2 cucchiainoZucchero
  • 1 pizzicoCannella in polvere
  • 100 mlVino bianco
  • 100 mlBrodo di carne (Oppure mezzo dado + 100 ml di acqua)
  • 250 gPatate (Facoltative)

Preparazione

Preparazione e cottura dello stinco di maiale

  1. Lavare lo stinco sotto l’acqua del rubinetto ed asciugarlo bene con della carta
    assorbente;

  2. Spolverarlo con sale e pepe nero, distribuendo bene su tutta la superficie;

  3. Rosolarlo con dell’olio extravergine di oliva, dentro la pentola a pressione, girandolo con una paletta (mai con la forchetta per non buccherellare la carne!) per favorire la cottura uniforme. Quando sarà cotto, metterlo da parte;

  4. Lavare velocemente i funghi sotto l’acqua del rubinetto, così da eliminare eventuali tracce di terra, e sbucciare lo scalogno;

  5. Tagliare i funghi e lo scalogno a pezzi. Non è importante né il modo né la misura, in quanto andrà tutto frullato a fine cottura;

  6. Approfittando del fondo di cottura dello stinco, stufarci i funghi e la cipolla, insieme alla farina, a fuoco medio, per circa 1 minuto e mezzo;

  7. Unire l’insaporitore (una spolverata), la cannella, la passata di pomodoro, lo zucchero ed il vino bianco. Nel caso in cui si utilizzi il dado di carne al posto del brodo di carne, aggiungerlo adesso;

  8. Cucinare per circa 2 minuti e mezzo, mescolando di tanto in tanto;

  9. Aggiungere infine lo stinco messo da parte ed il brodo di carne (oppure l’acqua nel caso di aver utilizzato il dado);

  10. Chiudere la pentola, seguendo le istruzioni indicate dal fabbricante, aumentare al massimo la fiamma ed attendere il fischio;

  11. Se si decide di preparare il contorno di patate, seguire, da questo punto in poi, quanto indicato al paragrafo “Cottura delle patate (facoltativo)”. Altrimenti, seguire e prossimi tre passaggi, per poi saltare alla voce “Preparazione della salsa”;

  12. Cucinare quindi per 40 minuti a fuoco medio-basso;

  13. Ultimata la cottura, fare fuoriuscire il vapore della pentola a pressione attraverso la valvola, ed aprire il coperchio seguendo le istruzioni indicate dal fabbricante;

  14. Prelevare lo stinco e metterlo da parte, cercando di mantenerlo al caldo;

Cottura delle patate (facoltativo)

  1. Se sei qui, sicuramente avrai deciso di preparare il contorno di patate, cotte anche esse nella pentola a pressione. Segui allora questi passaggi:
    Dopo aver chiuso la pentola, attendere il fischio e cucinare per 25 minuti;

  2. Nel frattempo, lavare le patate con l’acqua corrente, al fine di eliminare eventuali residui di terra, e sbucciarle;

  3. Lavarle nuovamente con l’acqua e tagliarle a tocchetti non troppo grandi;

  4. Trascorso il tempo di cottura, fare fuoriuscire il vapore della pentola a pressione attraverso la valvola, ed aprire il coperchio seguendo le istruzioni indicate dal fabbricante;

  5. Aggiungere le patate e chiudere nuovamente la pentola;

  6. Alzare la fiamma ed attendere il fischio, dopodiché, a fuoco medio-basso, completare la cottura per ulteriori 15 minuti;

  7. Aprire il coperchio seguendo le istruzioni indicate dal produttore della pentola;

  8. Tirare fuori gli stinchi e le patate, tenerle da parte in luogo caldo e preparare la salsa così come indicato nel paragrafo successivo;

  9. Colare il sugo di cottura, così da separare la parte liquida dai vegetali;

  10. Frullare i vegetali (tranne le eventuali patate cotte, che andranno messe da parte), aggiungendo un po’ del fondo liquido filtrato, a piacere, quindi in funzione di come si gradisce la densità della salsa finale;

  11. Stinco di maiale in pentola a pressione

    Servire lo stinco di maiale cotto in pentola a pressione, accompagnandolo dalla salsa appena preparata ed, eventualmente, dalle patate.

    Buon appetito!!

Pubblicato da Encarna

Dietro a "Mammachepaella!", ci sono io, un cuore spagnolo diviso tra l'Italia e la Spagna, così come la mia cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Icona torna su MAMMACHEPAELLA