Crea sito

Come fare il sapone in casa con procedimento a freddo

Ricetta come fare il sapone in casa con procedimento a freddoQuando, tanti anni fa, ho iniziato a capire come fare il sapone in casa con procedimento a freddo, sistema che ho conosciuto leggendo sul web (ho imparato tanto dal blog GZ “Il mio saper fare di Marisa“), mi sono subito messa all’opera. Il tempo di preparare tutto l’occorrente ed un bel giorno mi sono adoperata ad esperimentarlo personalmente. Sono rimasta talmente soddisfatta, che ormai è un prodotto che preparo periodicamente, e che tutti i membri della famiglia usiamo per la nostra igiene quotidiana. Non lo lascio più!

Ricordo che mia zia Maruja, sorella di mio padre, preparava spesso il sapone di casa, ma riscaldando il tutto sul fuoco, quindi “a caldo”. Questo procedimento “a freddo”, del tutto diverso, mi è subito incuriosito perch’è molto più semplice rispetto a quello tradizionale che io ricordavo.

Gli oli e la saponificazione

Nel procedimento a freddo, sono due le reazioni chimiche che si producono: la prima, tra la soda caustica e l’acqua, che produce del gas (importante non respirarlo) e del calore, e la seconda, tra questa soluzione di acqua + soda caustica e l’olio o grasso, reazione denominata saponificazione. Quindi, per avere un buon risultato, cioè una perfetta saponificazione, è importante che le dosi utilizzate dei 3 ingredienti citati siano assolutamente bilanciate. Non per niente ho inserito “la bilancia di precisione” tra l’attrezzatura necessaria 😉

L’olio extravergine d’oliva è per me quello più indicato per elaborare questo genere di sapone di casa, sia da toilette oppure da bucato. Ma devo dirti che è possibile fare del sapone anche utilizzando altri tipi di oli e grassi, ognuno però, con un indice di saponificazione (S.A.P.) diverso. Questo significa che per ogni tipologia di olio/grasso, si deve utilizzare una proporzione differente di soda caustica, altrimenti il rischio è quello di avere un sapone troppo aggressivo (alcalino) oppure al contrario, con troppo olio/grasso non saponificato, quindi un sapone molto molle ed inutilizzabile.

Ho preparato una sintetica scheda nella quale ho raccolto i S.A.P. dei principali oli e grassi, ed anche con un riassunto dei calcoli per come fare il sapone in casa con procedimento a freddo ben bilanciato, cioè con le relative formule matematiche per calcolare le dosi precise di soda caustica ed acqua, sia per il sapone da toilette che per quello da bucato. Per scaricarla, clicca qui

Ricetta come fare il sapone in casa con procedimento a freddo

Come fare il sapone in casa con procedimento a freddo

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    Raffreddamento + 30 minuti
  • Maturazione:
    40 giorni
  • Pezzi:
    circa 20 saponette piccole
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Per il sapone da toilette

  • Olio extravergine d’oliva 750 g
  • Soda caustica 95 g
  • Acqua distillata (puoi sostituirne circa 100 g con della polpa di Aloe Vera, nella stessa misura) 225 g
  • Olio Essenziale oppure un mix di Oli Essenziali (facoltativo ma io lo consiglio) 6,75 ml

Per il sapone da bucato

  • Olio extravergine d’oliva 750 g
  • Soda caustica 101 g
  • Acqua distillata 225 g
  • Olio Essenziale oppure un mix di Oli Essenziali (facoltativo) 6,75 ml

Attrezzatura necessaria

  • Bilancia di precisione 1
  • Vecchi giornali q.b.
  • Carta da forno q.b.
  • Guanti protettivi 1 paio
  • Occhialini protettivi (vanno bene quelli per il nuoto) 1
  • Mascherina usa e getta 1
  • Frullatore ad immersione (procurarsi un “minipimer” da usare solo per fare il sapone) 1
  • Recipiente capiente e resistente al caldo (in plastica, vetro od acciao -non alluminio od altri metalli-) 1
  • Bicchiere usa e getta 1
  • Cucchiaio di legno, acciao o silicone 1
  • Stampi per saponette in silicone (oppure stampo rettangolare grande da dove successivamente ricavare le saponette) 18-20
  • Coperta o trapunta vecchia 1
  • Scatola di cartone (di medie dimensioni) 1

Preparazione

Preparazione del sapone

  1. Accertarsi che la zona di lavoro sia ben ventilata, ma senza correnti d’aria;

  2. Coprire il piano di lavoro ed il pavimento circostante con dei vecchi giornali;

  3. Nel caso in cui non vengano utilizzati degli stampi in silicone per la formazione delle saponette, ma uno stampo rettangolare grande in altro materiale, foderarlo con della carta da forno;

  4. Indossare i guanti, la mascherina e gli occhiali protettivi, e procedere a pesare con molta precisione ogni ingrediente, mettendolo da parte in dei singoli recipienti (la soda caustica va messa in un bicchiere monouso);

  5. Versare l’acqua distillata (oppure il mix di acqua e polpa frullata di Aloe Vera) in un recipiente ben capiente e resistente al calore (in plastica, vetro od acciaio);

  6. Aggiungere a poco a poco la soda caustica, mescolando in continuazione con molta cautela, con l’aiuto di un cucchiaio di legno, acciao o silicone, e finché non si sarà completamente sciolta. La soda in contatto con l’acqua inizierà ad emettere del gas, che è conveniente non respirare, e farà che essa si riscaldi raggiungendo circa 90 ºC;

  7. Attendere alcuni minuti finché la soluzione di soda caustica ed acqua raggiunga la temperatura ambiente o poco più;

  8. Aggiungere quindi l’olio extravergine d’oliva, a più riprese, mescolando in continuazione con il frullatore ad immersione;

  9. Sarà necessario frullare finché il composto non inizierà ad addensarsi come fosse una crema pasticcera. Possono essere necessari dai 15 ai 20 minuti per raggiungere quella consistenza;

  10. Se si è deciso di utilizzare dell’Olio o degli Oli Essenziali, questo è il momento per aggiungerli. Io lo faccio sempre che preparo il sapone da toilette, e scelgo, principalmente, il Tea tree oil (1/3 della quantità totale) e l’olio essenziale di timo o di camomilla (per i restanti 2/3). Questo tipo di sapone è perfetto per la pelle di tutta la mia famiglia, ma principalmente per quella di mio figlio che ha il tipico problema dell’acné adolescenziale;
  11. Frullare per altri 2-3 minuti così da farlo addensare ancora un po’ e mescolare gli oli essenziali (se sono stati aggiunti);

  12. Versare il sapone negli stampi piccoli, o nello stampo grande fino a riempirli;

  13. Coprirli con della carta da forno e trasferirli in un luogo il meno transitato possibile. Quindi, prendere una coperta o piumone vecchio ed avvolgerci gli stampi, e sostare per 48 ore;

Maturazione del sapone

  1. Trascorse le 48 ore, indossare i guanti e tirare fuori il sapone dagli stampi. Questo si sarà perfettamente solidificato;

  2. S’è stato utilizzato uno stampo rettangolare grande, dopo averlo sformato, tagliarlo a quadrotti grandi con l’aiuto di un coltello ben affilato;

  3. Sistemare le saponette dentro una scatola di cartone e lasciarle maturare durante 40 giorni. Così facendo, la soda caustica scarica il suo potere corrosivo e non seccherà più la pelle;Ricetta come fare il sapone in casa con procedimento a freddo

  4. Trascorso questo tempo, potrai utilizzare in completa sicurezza il tuo sapone di casa.

    Vedrai che meraviglia!

Suggerimenti

Come indicato tra gli ingredienti, è possibile sostituire una parte dell’acqua con della polpa di aloe vera frullata. Questa andrà aggiunta ad inizio ricetta, insieme all’acqua. Il tuo sapone di casa fatto a freddo, oltre ad acquisire una colorazione diversa, a fine maturazione sarà di colore tendente al verde, avrà ulteriori proprietà benefiche per la pelle, tra cui il suo nutrimento e la sua levigatura.

Le saponette che vedi nelle foto precedenti, contengono dell’Aloe Vera e sono state scattate dopo 48 ore dalla preparazione. Come vedi, hanno un colore giallastro, cioè il colore dell’olio extravergine d’oliva. Ecco come si presentano le stesse saponette dopo 22 giorni di maturazione (il colore verde è adesso più evidente):

Ricetta come fare il sapone in casa con procedimento a freddo

Icona torna su MAMMACHEPAELLA