Crea sito

Ricetta della sangria, la bevanda spagnola estiva per eccellenza

Tra le ricette spagnole che più spesso mi vengono richieste, la ricetta della sangria si posiziona tra i primi posti. Eccovi oggi tutti accontentati 😀 … anche se c’è chi non si accontenta e preferisce che sia io a prepararla 😀 😀 😀

La bevanda spagnola estiva per eccellenza che, se non hai mai provato, ti consiglio di farlo… È super rinfrescante e buonissima!!

Ci vogliono pochissimi passaggi ed il tempo di farla riposare per prendersi l’aroma ed il gusto degli ingredienti, per avere una sangria che lascerà a tutti a bocca aperta. Successo garantito al 100%!!
Ricetta della sangria

Ricetta della sangria, la bevanda spagnola estiva per eccellenza

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • PorzioniCirca 2 l di sangria
  • CucinaSpagnola

Ingredienti

  • 0.75 lvino rosso
  • 500 mlspremuta di arancia
  • 250 mlgassosa (soda)
  • 60 gzucchero
  • 3pesche gialle
  • 1limone (non trattato)
  • 1cannella in stecca (di circa 10 cm)
  • q.b.ghiaccio (facoltativo)

Preparazione

  1. Sbucciare le pesce e tagliarle a pezzi non troppo grandi e versarle in una ciotola ben capiente;

  2. Preparare la spremuta di arancia ed unirla alla pesca;

  3. Versarci la gassosa, il vino rosso e lo zucchero e mescolare con un cucchiaio fino a farlo sciogliere completamente;

  4. Aggiungerci infine gli aromi: la stecca di cannella e la buccia del limone, soltanto la parte gialla (all’uopo, consiglio di utilizzare un pelapatate);

  5. Coprire la ciotola con il coperchio (oppure con della pellicola trasparente) e mettere in frigo per almeno 12 ore. La vera ricetta della sangria prevede necessariamente questo tempo di riposo per ottenere il massimo della sua bontà;

  6. Ricetta della sangria

    Trascorso il tempo di riposo, la sangria sarà pronta per essere servita, mescolando comunque proprio prima di versarla nei bicchieri. Accompagnare con qualche pezzetto di pesca, oppure, se non piace trovare la frutta tra i denti, versare soltanto la sangria. La pesca, che avrà assorbito i vari aromi, potrà essere gustata separatamente. Una vera delizia!

    Buon rinfresco!

Festino all’aria aperta?

Se la sangria dovesse essere servita all’aperto e si teme che riscaldi presto, aggiungerci dei cubetti di ghiaccio, ma soltanto all’ultimo momento. Questo la farà diventare un po’ meno alcolica ma almeno permetterà di gustarla ben fredda.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Encarna

Dietro a "Mammachepaella!", ci sono io, un cuore spagnolo diviso tra l'Italia e la Spagna, così come la mia cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Icona torna su MAMMACHEPAELLA