Crea sito

Agnellini di Pasqua – Biscotti di pasta di mandorle

Agnelli di Pasqua: biscotti di pasta di mandorle

Dopo aver imparato come fare la pasta di mandorle, preparare gli agnellini di Pasqua sarà facile e divertente. Sono biscotti di pasta frolla tagliati a forma di agnello o di coniglio che cuociono in bianco. Una volta freddi, armata di sac à poche e di beccuccio a stella, li ricopro di pasta di mandorle a ciuffi e li trasformo in animaletti grassi e pelosi. Poi bastano un occhio di cioccolata e un fiocchetto rosso per rendere gli agnellini di Pasqua (e i coniglietti) davvero carini. Se li voglio candidi, spolvero la pelliccia di pasta di mandorle con lo zucchero a velo. Ogni tanto però mi garba una pecora nera: in tal caso, il mio alleato è il cacao amaro.
Preparare i biscotti e decorarli è un’attività piena di vantaggi. Innanzitutto libera la creatività e combatte lo stress; in più piace tanto ai bambini (e ai grandi con loro); infine, e soprattutto, sono buonissimi. Io ne ho fatte molte versioni, riutilizzabili nelle diverse occasioni a patto di cambiarne la forma e l’aspetto. Ricordate i biscotti di Natale cioccolato e menta, i gatti neri al cioccolato e i frollini alla cannella con scaglie di mandorla?

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
400,67 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 400,67 (Kcal)
  • Carboidrati 49,06 (g) di cui Zuccheri 32,21 (g)
  • Proteine 7,00 (g)
  • Grassi 21,01 (g) di cui saturi 2,95 (g)di cui insaturi 15,90 (g)
  • Fibre 3,07 (g)
  • Sodio 202,03 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Cosa occorre per gli agnellini pasquali

Per la ricetta della pasta di mandorle, consulta la ricetta base, e così pure per la pasta frolla.
  • 500 gpasta di mandorle
  • 500 gpasta frolla
  • 50 ggocce di cioccolato (Quelle che occorrono per decorare)
  • 2 cucchiainicacao amaro in polvere
  • 2 cucchiainizucchero a velo

Strumenti

Per questi agnellini di Pasqua servono stampi da biscotto pasquali e sac à poche.

    Come preparare gli agnellini di Pasqua con la pasta di mandorle

    Dal momento che ho già parlato e riparlato di come si preparano la pasta di mandorle e la pasta frolla, qui di seguito ci occuperemo solo di descrivere il montaggio di questi biscottini pasquali.
    1. Agnellini di Pasqua

      Dopo aver preparato la pasta frolla, stendiamola con il mattarello dell’altezza di un centimetro circa; facciamolo tra due fogli di carta forno e poi lasciamola riposare in frigorifero per mezz’ora. Quindi ritagliamo tanti agnellini, e mettiamoli a cuocere a 180° per circa in quindici minuti. Attenzione che non scuriscano, altrimenti l’effetto non sarà altrettanto bello.
      I biscotti raffredderanno in fretta e potremo procedere con il mantello di pasta di mandorle. Raccomando di preparare una pasta di mandorle morbida, usando tutta l’acqua che la ricetta richiede, o non sarà possibile lavorare con il sac à poche. Siccome l’idea è quella di simulare i riccioli di lana degli agnelli, scegliamo il beccuccio giusto per ottenere questo effetto. Dopo che avremo coperto la pasta frolla di ciuffetti irregolari di pasta di mandorla, i biscotti sembreranno agnellini grassottelli e pelosi. Completiamo con le gocce di cioccolato al posto degli occhi, un fiocchettino se vi piace, e una spolverata di zucchero o di cacao.

    Facciamo ancora quattro chiacchiere

    La storia di questi agnellini nasce dalla mia passione per la pasta di mandorle e per l’agnello di Pasqua: quello con la linguetta rossa e la bandiera che, in questi giorni, è in tutte le vetrine insieme con uova e colomba. Ogni anno vorrei farmi spedire lo stampo di gesso dalla Sicilia, per poterlo realizzare a casa. Poi mi dimentico sempre e in un attimo è Pasqua. Questa versione un po’ arrangiata, in ogni caso, mi accontenta abbastanza. Con i conigli sono stata più fortunata, perché ho trovato dei piccoli stampi che mi permettono di fare dei graziosi coniglietti tridimensionali, a cui poi disegno naso e baffi. Durante la Settimana Santa, li curo e mi affeziono, e ce n’è sempre uno che diventa il mio preferito. Il giorno di Pasqua, poi, quando ce li mangiamo chiacchierando (senza pietà neanche per il coniglietto più bello), io soffro sempre un pochino. Pochissimo però, perché la pasta di mandorle è buona da morire.

    Tornando alla HOME, troverai molte altre idee dolci e salate, per Pasqua o per tutti i giorni, e moltissimi piatti vegetariani. Seguimi su Facebook e Instagram: ci sono ricette veloci, molti consigli utili e non ti capiterà più di essere senza idee per cena

    5,0 / 5
    Grazie per aver votato!

    Pubblicato da lareginadelfocolare

    Mi chiamo Silvia e vivo a Genova. Da tanti anni cucino per amore. Se volete conoscermi meglio, venite a fare quattro chiacchiere in cucina.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.