Dolce freddo al cioccolato con orzo soffiato

Il Dolce freddo al cioccolato con orzo soffiato, è una di quelle ricette veramente facili da preparare e lo possono preparare anche i celiaci, ed anche chi come me è sensibile al glutine e cerca di evitare di assumerne troppo. Ovviamente se hai la celiachia devi comprare l’orzo deglutinato.

Come sai già sono anche intollerante al lattosio, ho utilizzato un cioccolato fondente al 70%, quindi più difficile da sciogliere, quindi ho aggiunto altri ingredienti.

Nell’articolo ti spiego come fare e le alternative, ti lascio anche la tecnica per temperare il cioccolato, dove trovi tante informazioni utili intanto prova queste altre ricette:

Dolce freddo al cioccolato con orzo soffiato
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura7 Minuti
  • Porzioni2 rotoli da circa 20/25 cm
  • Metodo di cotturaBagnomaria
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

Avevo ospiti e ho preparato due rotoli, così da utilizzarne uno il giorno dopo per le foto, puoi sempre dimezzare le dosi. Ho utilizzato 200 g di cioccolato fondente, se ti piace un dolce che sia meno friabile, aggiungi altri 60/80 g di cioccolato.

250 g orzo soffiato senza glutine
200 g cioccolato fondente al 70%
3 cucchiai zucchero semolato
1 uovo (medio)
50 g burro senza lattosio (o margarina)
2 cucchiai olio extravergine d’oliva
1/2 bicchierino rum (se ti piace un sapore più intenso utilizza 1 bicchierino intero)

Strumenti

1 Casseruola
1 Ciotola di metallo o vetro temperato
1 Cucchiaio di legno
1 Ciotola vetro
Spatola
Carta forno

Preparazione del dolce freddo al cioccolato con orzo soffiato:

Dolce freddo al cioccolato con orzo

Spezzetta il cioccolato fondente e versalo in una ciotola insieme al burro senza lattosio.

Metti la ciotola sopra una casseruola con acqua fredda, non deve toccare il fondo della ciotola e sciogli a bagnomaria.

Qui puoi leggere come cuocere a bagnomaria.

Mescola di continuo fino a quando il cioccolato si scioglie del tutto, se fa fatica aggiungi l’olio extravergine d’oliva o per un sapore meno intenso dell’olio di semi.

Quando è ancora caldo, aggiungi l’uovo e mescola velocemente, mescolando sempre con la ciotola a bagnomaria, così da cuocere l’uovo. Aggiungi lo zucchero semolato ed il rum ed amalgama bene ed unisci all’orzo soffiato.

Puoi sempre sciogliere il cioccolato in una ciotola grande di vetro temperato, così da non sporcare altro. Io non avevo una ciotola così grande in pirex, quindi ho sciolto prima il cioccolato in una “bastardella”* in acciaio inox e poi ho travasato in una ciotola grande di vetro.

* è il nome tecnico della ciotola, io ne ho una tipologia piatta, che non si vendono più, mamma la utilizza almeno da 40 anni, ora sono tutte a forma concava ed anche più comode perché hanno il manico.

Prendi due fogli di carta forno, dividi il composto in due e versane una parte su ogni foglio. Forma con le mani umide un salamino e poi avvolgilo con la carta e stringi bene. Fai raffreddare e solidificare in frigorifero per almeno 3 ore. Se vuoi velocizzare, puoi farlo addensare in congelatore per almeno 1 ora.

Questo dolce si conserva in frigorifero per 3 giorni, in congelatore per 1/3 mesi, ti consiglio di tagliare le fette ed incartarle singolarmente o surgelarle in un contenitore ermetico con una base di carta forno, così si staccano i pezzi facilmente.

Varianti per il dolce freddo al cioccolato fondente ed orzo soffiato senza glutine:

Al posto del cioccolato fondente al 70% e non sei intollerante al lattosio, puoi utilizzare quello al 50% più facile da sciogliere, oppure della cioccolata bianca. In questo caso puoi anche evitare il burro e l’olio. Il risultato sarà un dolce più compatto e per tagliarlo devi toglierlo da frigorifero almeno 10 minuti prima, tranne se fa molto caldo.

Puoi utilizzare anche il farro soffiato o il riso soffiato.

Puoi unire delle mandorle tritate o nocciole.

Torna alla Home per vedere le ultime ricette. 

Ti aspetto nei social: FacebookTwitter * You tube Pinterest*InstagramTiktok

Questo blog e tutto il materiale in esso contenuto (foto, testi, pdf, ecc.) sono di proprietà di Eva D’Antonio, ovvero “In cucina da Eva”E’ vietato l’utilizzo, anche parziale, la manipolazione e la modifica di testi o foto. 

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da incucinadaeva

Mi chiamo Eva, sono abruzzese ed amo cucinare fin da quando ho ricordi. Autodidatta fino a quando nel 2011 ho aperto il blog, così ho iniziato a studiare. Amo tramandare le ricette delle mia regione e sperimentare. Copyright © dal 2011 "In cucina da Eva" – Tutti i diritti riservati. E’ vietato l’utilizzo, anche parziale, la manipolazione e la modifica di testi o foto. La violazione dei diritti d’autore è perseguibile e punibile a norma di legge. È possibile condividere il link o citare le mie ricette, scrivendo la fonte e link negli articoli. No copia ed incolla, nemmeno parziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.