Pagnotte

pagnotteQueste pagnotte sono state fatte con l’impasto di Jim Lahey, sono un tipo di pane senza impasto, ad alta idratazione e a lievitazione lenta. Sfornerete un meraviglioso pane croccante e morbido, molto adatto per essere farcito –

 

Pagnotte

Ingredienti:

Passiamo ora alla preparazione delle pagnotte.

In una ciotola mettere la farina con il sale e lo zucchero. Sciogliere il lievito di birra nell’acqua ed aggiungerli alla farina. Con un cucchiaio di legno mescolare il tutto in modo che si formi un impasto omogeneo che sarà molto appiccicoso. Non serve lavorare a lungo, basta solo mischiare il tutto. Coprire con pellicola trasparente e lasciare lievitare a temperatura ambiente per 12 – 16 ore. Il tempo è indicativo, dipende da quale stagione ci troviamo. L’impasto dovrà raddoppiare di volume.

Spolverare il piano di lavoro con abbondante farina di semola rimacinata, poi rovesciarvi sopra l’impasto. Con l’aiuto di una spatola ripiegare i lembi verso il centro in modo da dare una forma rotonda.Prendere una tovaglia da tavola pulita, aprirla e spolverarla con della farina di semola rimacinata. Posizionarvi al centro l’impasto, mettendo la parte della chiusura a contatto con la tovaglia, in pratica lo dovrete rovesciare rispetto alla posizione in cui si trova sul piano di lavoro.  Coprire con la stessa tovaglia e lasciare lievitare ancora per circa 2 – 3 ore fino al raddoppio del volume. Quando l’impasto sarà pronto, con una spatola tagliarlo e adagiare i pezzi su una teglia antiaderente e fare lievitare un’altra ora. Spennellarli con olio e mettere un pochino di sale grosso sulla superficie.Cuocere le stecche in forno preriscaldato a 250°C per circa 30 – 35 minuti, fino a quando risulteranno dorate e croccanti. Le vostre pagnotte sono pronte per essere farcite come più vi piace!pagnotte 1

 

 

 

Pubblicato da Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

25 Risposte a “Pagnotte”

  1. ciao annamaria ti seguo spesso anche se non ho mai commentato, ma ora avrei bisogno di alcune precisazioni:
    dopo che l’impasto ha lievitato nella tovaglia dici di tagliarlo formando delle stecche, ma poi non ha bisogno di lievitare nuovamente? E le stecche di che dimensioni devono essere più o meno? Non potrei fare una sola pagnotta? E…ultima domanda…scusami….non serve il classico pentolino d’acqua?
    Scusa l’interrogatorio, ma non vorrei fare errori!! ciao!!!

    1. Ciao Lelletta, certo che deve lievitare nuovamente. Dopo averlo messo in teglia lo devi tenere un’altra oretta, prima di infornare. Le Pagnotte le puoi fare delle dimensioni che vuoi, piu’ sono grosse, più tempo vorranno per cuocere. Considera con 1 kg di ricavarne 4. Io le ho messe a due a due, in teglie antiaderenti 30×30. Se poi vuoi fare le stecche, devi usare meni impasto, farle più piccole, allungarle per tutta la larghezza della teglia e metterne non più di tre, altrimenti si attaccano tra di loro. Il pentolino di acqua non è necessario, perchè l’impasto è molto idratato. Se dovessi avere qualche dubbio, chiedi pure!

      1. Ti ringrazio molto per la rapidissima risposta! se posso, ti consiglierei però di specificare la lievitazione in teglia nella spiegazione…sai com’è, non siamo tutte delle provette cuoche come te…. scusami se mi sono permessa di “criticarti” =D e alla prox ricetta!!!

  2. Adoro il pane preparato in casa, caldo e morbido, ti rubo la ricetta perché voglio provare a farlo deve essere eccezionale, spero mi venga bene come il tuo!

  3. dall’aspetto queste tue pagnotte sono molto invitanti, proverò a seguire passo passo la tua ricetta! Grazie e Complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.