Polpettine vegetariane

Che dire di queste polpettine vegetariane se non che sono sfiziosissime e gustose!
Si prestano a mille interpretazioni, dall’antipasto accanto a salse di tutti i tipi a farcia per tacos e piadine o secondo piatto vegetariano insieme a verdure grigliate o insalate.
Le polpette mettono sempre tutti d’accordo, bambini compresi. Non ho mai conosciuto qualcuno al quale non piacessero.
Sono cosi gustose e versatili che è impossibile che tra i tanti tipi esistenti non ci sia almeno uno che ci pèiaccia.
Io devo ammettere che le amo tutte: le semplici polpette al sugo, quelle in umido con piselli, al cartoccio con le olive, le peperoni e patate, le quinoa e vitello, di lupini e pomodori secchi ma le preferite rimangono quelle di asparagi e mortadella.
Girovagando nel blog ne troverete di tutti i gusti.
Queste polpettine vegetali sono davvero buonissime. Importante è la qualità delle patate che devono essere sode e non tirar fuori acqua. Qualora il composto risultasse troppo bagnato potete valutare di aggiungere un poco di fecola di patate o pangrattato ma in piccole quantità.
Potete utilizzare sia i pisellini congelati che i freschi l’unica differenza sarà il tempo di cottura che sarà più lungo utilizzando quelli freschi. Se lo preferite potete lessarli prima e poi aggiungerli al condimento come da ricetta.
Potete accompagnarle ad ogni tipo di salsa. Quelle che io ho trovato più adatte sono la salsa al pepe verde, quella all’aglio nero e le classica salsa yogurt e la yogurt e menta.
Trasferiamoci in cucina e prepariamole insieme.

Polpettine vegetariane
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione50 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni12 polpettine
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 180 gpatate pasta gialla
  • 80 gcarote
  • 70 gzucchine
  • 1uovo
  • 50 gparmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
  • 1 spicchiocipolla rossa
  • 1 spicchioaglio (Piccolo)
  • q.b.prezzemolo (tritato)
  • 1 pizziconoce moscata
  • q.b.sale
  • Mezzo cucchiainocurcuma in polvere
  • q.b.maggiorana (facoltativa)
  • q.b.pamgrattato

Per panatura e cottura

  • 1uovo (grande)
  • q.b.pangrattato
  • q.b.olio di semi di arachide

Strumenti

  • Pentola
  • Schiacciapatate
  • 3 Ciotole 2 grandi e 1 piccola
  • Frullatore / Mixer
  • Padella
  • Tegamino a bordi alti per friggere
  • Carta assorbente
  • Carta forno
  • Schiumarola

Preparazione

  1. Polpettine vegetariane

    Iniziamo preparando le polpettine vegetali. Laviamo accuratamente le patate per eliminare ogni residuo di terra.
    Mettiamole in una pentola, ricopriamole di abbondante acqua e cuociamole a fiamma media per 30- 35 minuti.
    Il tempo di cottura varierà a seconda della grandezza delle patate, quando infilzando le patate con i rebbi di una forchetta questi penetreranno senza fatica le patate saranno cotte.
    Peliamole e passiamole nello schiacciapatate. Raccogliamo la purea in una ciotola capiente e condiamole con poco olio, sale, pepe e un pizzico di noce moscata.
    Teniamo da parte.

  2. Laviamo le carote e le zucchine, eliminiamo le estremità e tagliamole a pezzi.
    Trasferiamole nel mixer, aggiungiamo la cipolla rossa e frulliamo il tutto in modo che i cubetti risultino piccoli ma consistenti come una granella. Non vanno assolutamente ridotte in purea.
    In una padella scaldiamo un filo di olio extravergine d’oliva e facciamoci dorare lo spicchio d’aglio vestito e schiacciato.
    Dopo qualche minuto, quando avrà rilasciato il suo aroma, eliminiamolo e versiamo le verdure tritate nella padella.
    Lasciamole cuocere 5 minuti poi aggiungiamo i pisellini. Saliamo e lasciamo cuocere per altri 10- 12 minuti.
    I pisellini dovranno risultare cotti ma croccanti.

  3. polpettine vegetariane

    Nel frattempo che le verdure si intiepidiscono riprendiamo la ciotola con le patate schiacciate, uniamo il parmigiano grattugiato e mescoliamo bene.
    In una ciotolina sbattiamo un uovo e aggiungiamolo al composto poi mescoliamo accuratamente per distribuirlo.
    Versiamo nella ciotola le verdure, il prezzemolo tritato e aggiustiamo di sale e pepe.
    Lavoriamo fino ad amalgamare bene il tutto.
    Bagnamoci le mani e prelevando un poco di composto alla volta diamo forma alle polpettine.
    Man mano che sono formate deponiamole su un foglio di carta forno.

  4. Sgusciamo nella ciotola l’uovo rimasto i e sbattiamo anch’esso con la forchetta.
    In un piatto versiamo abbondante il pangrattato.
    Prendiamo una polpettina alla volta e delicatamente intingiamola nell’uovo facendo in modo che ne sia bagnata uniformemente.
    Passiamola poi nel pangrattato rotolandola e pigiando sempre molto delicatamente in modo che attecchisca dappertutto.

  5. Polpettine vegetariane

    Scaldiamo abbondante olio di semi in un tegamino preferibilmente con il fondo alto.
    Verifichiamo lo stato di calore immergendo un bastoncino di legno nell’olio. Quando intorno al bastoncino si formeranno delle bollicine la temperatura sarà a 180°C la temperatura ideale prima che l’olio inizi a bruciarsi.
    Poche alla volta cuociamo le polpettine fin quando non saranno ben dorate su tutti i lati.

  6. Preleviamole con un mestolo forato o una schiumarola e mettiamole su un foglio di carta assorbente o carta paglia a scolarsi dell’olio in eccesso.
    Lasciate intiepidire le polpettine vegetariane prima di portarle in tavola.

  7. Polpettine vegetariane

Conservazione

Le polpettine vanno cotte e consumate tuttavia, se avete utilizzato pisellini freschi possono essere congelare crude nelle apposite bustine. Al momento di consumarle andranno fritte direttamente senza farle prima scongelare.
La procedura per il congelamento è la seguente:
– Posizionate le polpettine, distanziandole un poco tra di loro, in un vassoio con carta da forno sul fondo e riponetele in freezer per 40 minuti.
– Trascorsi i 40 minuti riprendete il vassoio dal freezer, trasferite le polpettine nelle apposite bustine e riponetele nuovamente nel freezer.
Vanno consumate nell’arco di una settimana.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.