Testa di turco di Scicli

Testa di turco ricetta siciliana

La Testa di turco di Scicli : è simile ad un grosso bignè ripieno di crema o di ricotta, legato alla tradizione dolciaria della famosa città di Scicli, nel Ragusano ma è grande almeno il triplo di un un classico bignè. Le teste di turco sono legate all’antico ricordo della vittoria dei cristiani sui turchi, avvenuta nel 1091 ad opera di Ruggero d’Altavilla. La sua forma, infatti ricorda un Turbante, il tipico copricapo dei Turchi. Non ci sono delle vere e proprie forme o degli stampi per realizzarla, la sua forma si ottiene con l’aiuto della sac à poche a stella. In occasione della Festa della Madonna Milizie, la Santa Patrona a Scicli, si organizza la “Sagra della testa di turco”. Questo enorme bignè tipico di Scicli, a base di pasta choux è generalmente ripieno di crema o di ricotta vaccina dolce.

Cenni storici : la Festa delle Milizie
A Scicli, negli ultimi anni la festa della Madonna delle Milizie, che si tiene la terza domenica di Maggio, dopo anni di silenzio è ritornata in auge. La sera del sabato, presso la piazza principale della città, Piazza Italia, si svolge la sacra rappresentazione dell’evento. La rappresentazione teatrale vede fronteggiarsi gruppi di Turchi (i Saraceni) contro gruppi di Cristiani (i Normanni). Dopo lunghe trattative sul controllo del territorio, si addiviene ad una battaglia. La Battaglia simulata si conclude, quindi, con l’intervento miracoloso della Vergine Maria, che, scesa dal Cielo in groppa ad un Bianco Cavallo, libera la città dall’assedio straniero. La festa è arricchita da una grande fiera e dalla sagra delle Tete di Turco
Se vi trovate nel Ragusano o a Scicli dovete assolutamente assaggiare la testa di turco di Scicli, non ve ne pentirete.

Quella che Vi propongo è la ricetta tradizionale che mi è stata tramandata dalla mia nonna Paterna. Una ricetta che custodiva gelosamente, tramandatela da Giovannino Neri, molto conosciuto e rinomato in Paese (Scicli) per le ricette di pasticceria.
Prova anche i biscotti Squisiti e i “Jadduzzi” i biscotti delle feste di Scicli

Testa di turco di Scicli
  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la testa di Turco

  • 250 gFarina 00
  • 250 gAcqua
  • 150 gSugna
  • 5Uova
  • 1 pizzicoSale

Strumenti per la preparazione della Testa di Turco di Scicli

  • 1 Pentola
  • 1 Sac a poche
  • 1 Teglia
  • 1 Carta forno

Come prepparare la Testa di Turco di Scicli

  1. Per prima cosa dovete sciogliere la sugna nell’acqua a fuoco lento. Unite un pizzico di sale. Fatto ciò versate la farina precedentemente setacciata, poco alla volta, mescolando bene e stando attenti a non formare dei grumi.

  2. Togliete dal fuoco il composto e appena si sarà staccato dalle pareti della pentola e fatelo raffreddare.

  3. Trasferite l’impasto ottenuto in una ciotola, assicuratevi che sia freddo e incorporate le uova (intere tuorlo più albume), uno alla volta. Mescolate bene fino all’assorbimento del primo per poi aggiungere quello successivo. Fate amalgamare bene. L’impasto non deve essere troppo fluido.

  4. Versate poi l’impasto in una tasca da pasticcere a bocchetta larga ( meglio se a stella ) Foderate una teglia con la carta da forno e formate su di essa un grosso bignè. ( a spirale ) Fateli grandi, all’incirca quanto un piattino da tazzina di caffè.

  5. Infornate le teste di turco, nel forno giá caldo a 180 ° per circa quarantacinque minuti. Evitate di aprire il forno, i primi venti minuti. Lasciatele asciugare in forno.

  6. Testa di turco di Scicli

    Fate raffreddare per bene le teste di turco e poi riempitele con la ricotta lavorata con lo zucchero o la crema pasticcera a vostro piacimento.

  7. Le Testa di turco di Scicli è pronta. Il mio consiglio è quella di farcirla, poco prima di portarla a tavola, Buon appetito, Barbara.

Consigli

. Ricordatevi che le testa di turca va riempita al momento di servirla a tavola.

. Se volete potete conservare le teste di turco sottovuoto per un successivo utilizzo.

. Potete sostituire la Sugna con lo strutto.

. Per evitare l’avaria della ricotta, è bene consumare le teste di turco in giornata o al massimo entro il giorno successivo (eventualmente conservate in frigo), anche se, sono sicura che le TESTE di turco avranno i minuti contati!

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Fantasia in Cucina

La mia passione per la cucina e il buon cibo è nata grazie al mio lavoro e ai miei viaggi. Ho iniziato sin da piccola a raccogliere le ricette di tutto ciò che mi piaceva mangiare e ad appuntarlo su una agenda. Con il passare degli anni è cresciuta in me la passione per la cucina e la tradizione enogastronomica del territorio ibleo. Il mio vuole essere un blog che non è un semplice sito di ricette, ma anche un viaggio della memoria, della cultura di un popolo, quello degli abitanti dei Monti Iblei, in Sicilia, luogo d’incontro tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania. Dietro ogni ricetta c'è una storia, talvolta di una famiglia, di un incontro o di un viaggio. Il mio intento è quello di svelare, conservare e di tramandare attraverso le mie ricette l’anima, i saperi, le tradizioni, le passioni e la storia di un popolo. Cucino, fotografo mangio e posto. Mi piace anche consigliare ai miei amici oltre alle ricette sfiziose anche dove mangiare nei locali caratteristici dove andare a mangiare in Sicilia. Se vi va seguitemi, siete i benvenuti. Barbara

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.