Pasta alla Norma

Pasta alla Norma, ricetta della pasta alla siciliana, un primo piatto tipico siciliano, nato a Catania e orgoglio di tutta la Sicilia, che racchiude la tradizione e tutti i sapori del mediterraneo. Un primo piatto vegetariano ricco e gustoso, che va al di là di una semplice pasta con le melanzane fritte.

Il sugo alla norma è composto dalla passata di pomodoro fresca, melanzane fritte, ricotta salata e le foglie di basilico. Questi sono anche gli ingredienti della Pasta alla norma. Ma non tutto è così semplice! A seconda della zona della Sicilia in cui viene preparata, ci sono delle particolarità diverse, anche se tutti sono d’accordo che la Pasta alla norma ricetta originale, prevede le melanzane fritte!

In genere preferisco preparare la Pasta alla norma siciliana utilizzando la pasta corta: penne, pennette, rigatoni. Se preferite potete utilizzare il sugo alla norma per preparare anche dei deliziosi Spaghetti alla Norma o dei Paccheri alla Norma.

Insomma, avrete capito che la pasta con melanzane alla siciliana è davvero un tripudio di sapori, così gustosa e ricca, che vi farà innamorare! Più sotto vi spiegherò bene tutti i punti fondamentali di questa ricetta e vi lascerò anche dei consigli per preparare la Pasta alla norma al forno (super gustosa e filante!) e per una Pasta alla norma light (assolutamente non tradizionale!).

Ecco la ricetta della Pasta alla Norma: la pasta alla siciliana più buona del mondo! Da leccarsi i baffi.

Se amate le ricette con melanzane, potete provare anche:

Parmigiana di melanzane
Pasta pesce spada e melanzane
Pasta alla crema di melanzane
Pasta con melanzane e provola

Pasta alla Norma ricetta pasta alla siciliana
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
169,74 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 169,74 (Kcal)
  • Carboidrati 10,72 (g) di cui Zuccheri 1,30 (g)
  • Proteine 3,66 (g)
  • Grassi 13,26 (g) di cui saturi 1,59 (g)di cui insaturi 0,18 (g)
  • Fibre 1,57 (g)
  • Sodio 225,46 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Pasta alla Norma: ricetta e preparazione

  • 360 gpasta (mezze maniche, penne, pennette)
  • 400 gpassata di pomodoro
  • 400 gmelanzane ovali nere
  • 150 gricotta salata
  • Mezzacipolla (o 1 spicchio di aglio)
  • 5 fogliebasilico
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale

Pasta alla norma (ricetta originale)

  1. Per fare una Pasta alla Norma favolosa, come da ricetta originale e tradizionale, vi lascio alcuni punti fondamentali, anche se, come vi ho detto, dipende anche dalla zona della Sicilia in cui viene preparata e la ricetta può cambiare leggermente da provincia a provincia.

    La passata di pomodoro deve essere fresca, preparata con pomodoro pachino o pomodoro rosso riccio e a grappolo. Và fatta bollire senza condimento e poi passata nel passaverdure per ottenere una passata bella polposa. Nella versione originale si utilizza l’aglio che và aggiunto solo alla fine della cottura insieme alle foglie di basilico. La versione originale non prevede la cipolla (come ho fatto io e verrò bandita dalla Sicilia).

  2. La pasta alla norma catanese prevede le melanzane tagliate a fette (tipo rondelle), mentre nel messinese vengono fritte a cubetti. Per la frittura, si utilizza sempre l’olio extravergine di oliva. La melanzana perfetta è quella nera e allungata, un po’ meno amarognola.

    Si utilizza la ricotta salata, meglio se di pecora, o con una percentuale sia di latte vaccino che di pecora. Si può utilizzare anche la ricotta salata affumicata o la ricotta infornata.

  3. La pasta da utilizzare per una Pasta alla norma tradizionale è in genere quella corta: maccheroni, rigatoni, mezze maniche o sedani rigati. Potete utilizzare anche i maccheroni al ferretto o busiate, come nel trapanese.

    Ora che vi ho detto come deve essere una Pasta alla norma ricetta originale siciliana, passiamo a come la preparo io! La mia versione personale che è una Pasta alla Norma facile e un po’ più veloce, ma altrettanto buonissima, in cui utilizzo la passata di pomodoro già pronta e condisco la pasta con le melanzane a cubetti, rigorosamente fritte! Se le friggete a fette, la ricetta non cambia. Scegliete voi, come le preferite!

Come si fa la Pasta alla Norma

  1. Pasta alla Norma ricetta originale siciliana

    Per prima cosa lavate le melanzane e tagliatele a fette circolari di 1 cm e poi a cubetti.

    Mettetele in uno scolapasta, salatele generosamente e copritele con un piattino e un peso per 30 minuti, in modo da favore la perdita dell’acqua di vegetazione e il gusto amarognolo.

  2. Nel frattempo, iniziate a preparare il sugo alla norma. In una padella aggiungete qualche cucchiaio di olio e la cipolla tritata e fate imbiondire. Aggiungete la passata di pomodoro e salate. Lasciate cuocere per ca. 20 minuti a fuoco moderato, con il coperchio. A fine cottura regolate di sale e aggiungete le foglie di basilico spezzettate con le mani.

  3. Pasta alla Norma ricetta originale siciliana

    Riprendete le melanzane e strizzatele ancora un po’ e passate alla frittura.

    In una pentola non troppo grande, scaldate l’olio extravergine di oliva e portatelo alla temperatura ottimale di 170°

    Inserite i cubetti di melanzane, non troppi alla volta, e friggeteli finchè saranno dorati. Man mano scolateli con un mestolo bucato e appoggiateli su della carta assorbente.

  4. Pasta alla Norma ricetta originale siciliana

    Portate a bollore l’acqua per la pasta, salatela e lessate le mezze maniche. Una volta pronta, scolatela direttamente nella padella del sugo di pomodoro e amalgamate. Aggiungete anche un filo di olio a crudo.

  5. Servite nei vari piatti aggiungendo sopra i cubetti di melanzane fritti e una generosa spolverata di ricotta salata grattugiata. Immancabile la foglia di basilico sopra la vostra Pasta alla norma!

  6. Ora potete gustarvi la vostra Pasta alla siciliana in tutta la sua bontà! Vi leccherete i baffi!

Pasta alla norma: le origini

  1. Pasta alla Norma ricetta originale

    Come vi avevo detto, le origini della Pasta alla norma siciliana provengono da Catania. Il nome deriva da una celebre esclamazione di Nino Martoglio, poeta e commediografo catanese, mentre gustava questo piatto: Donna Saridda, chista è ‘na vera Norma!“, per indicarne la suprema bontà, facendo un paragone con la bellezza e la perfezione dell’opera di Vincenzo Bellini.

Leyla consiglia…

Per una Pasta alla norma light e leggera potete utilizzare le melanzane grigliate irrorate con un filo di olio: non è assolutamente una versione tradizionale, ma permette di gustarsi la pasta alla Norma anche a chi è a dieta!

Potete preparare anche la Pasta alla norma al forno. Non è altro che la Pasta alla norma con mozzarella: vi basterà versare la pasta già condita in una teglia da forno e aggiungere ca. 200 grammi di mozzarella a dadini, sia a metà, ricoprendo con altra pasta, sia in superficie. Infornare nel forno statico preriscaldato a 200°C per 20 minuti, fino a quando la mozzarella si sarà sciolta e si sarà formata una leggera crosticina in superficie. Favolosa!

Da provare anche:

Orecchiette con melanzane e pomodorini

Polpette di melanzane

Polpettone di melanzane

Cotolette di melanzane

Pasta alla parchitana

***

Ricetta originale sul blog dal 08.06.2018 – ora in versione aggiornata

***

Torna alla HOME PAGE
Per non perdere nessuna ricetta, metti il “mi piace” QUI sulla mia pagina Facebook QUI sul mio profilo Instagram.

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.