Crea sito
FORMAGGI FATTI IN CASA,  RICETTE ECONOMICHE,  RICETTE FACILI,  Ricette salate,  Ricette Secondi Piatti,  Ricette secondi sfiziosi

Formaggio fatto in casa

Formaggio fatto in casa senza caglio ricetta facile e veloce a base di latte, sale e limone. Una preparazione casalinga semplicissima per ottenere una caciotta fresca sana e genuina.

Formaggio fatto in casa

Formaggio fatto in casa ricetta realizzata in collaborazione con le blogger della piattaforma di Giallozafferano; l’evento chiamato “Il formaggio è servito”  è iniziato il 13 settembre alle ore 17,00 con la supervisione di Nunzia Bellomo e Rossana del Giudice la quale ha messo a disposizione la ricetta del formaggio presente nel suo blog !  Una delizia da provare !!!!

Il formaggio primo sale è un formaggio fresco che può essere prodotto con latte a lunga conservazione meglio se intero, ma l’ideale sarebbe utilizzare latte crudo che sicuramente ha un sapore diverso dal latte trattato termicamente: in quest’ultimo caso è necessario pastorizzare e non bollire il latte. Che differenza c’è tra pastorizzazione e bollitura del latte crudo? La bollitura avviene a 100 gradi ed è un procedimento che serve soltanto a denaturare le proteine del latte, le quali sprigionano  i propri aminoacidi solforati che incontrandosi con gli zuccheri del latte formano un odore di zolfo o di uovo sodo. Sostanzialmente il latte con la bollitura diventerebbe un prodotto povero di vitamine, con sapore, odore, gusto e consistenza troppo alterati.  La pastorizzazione (sufficiente per uccidere i germi patogeni del latte) avviene portando il latte ad una temperatura di 72 gradi per 15 secondi. Un consiglio è di utilizzare una pentola con il fondo spesso in modo tale da evitare che il latte bruci sul fondo e quindi superi i 72 gradi. Le fasi di pastorizzazione sono quattro. La 1° è portare il latte a 50 gradi a fuoco alto; 2° è portare il latte da 50 a  70 gradi a fuoco medio; 3° portare il latte da 70 a 72 gradi a fuoco bassissimo e sempre mescolando con un cucchiaio; 4° far raffreddare il latte più velocemente possibile immergendo la pentola in acqua fredda e mescolando sempre. Dopo i consigli che ognuno è libero di seguire o no, si può decidere di utilizzare il latte crudo bollito o pastorizzato oppure il latte a lunga conservazione del supermercato per la preparazione del formaggio fatto in casa In ogni caso sarà un formaggio fatto in casa delizioso, un formaggio fresco gustosissimo!!!

Un formaggio speciale sotto ogni punto di vista: sia per la scelta libera del latte migliore, sia per l’assenza di caglio, sia per la soddisfazione che ci da la sua preparazione e il risultato finale. Diverso dal formaggio commerciale sicuramente prodotto con caglio animale ( estratto dallo stomaco dei vitelli, capretti o maiali durante la macellazione ), caglio microbico (estratto da una muffa) o caglio vegetale (estratto da piante). C’è da sapere che nel formaggio commerciale la presenza di spaccature sono dovute al non perfetto mantenimento del caglio animale per via del caldo che gli fa aumentare considerevolmente il livello di carica batterica, cosa che di fatto non accade con il caglio vegetale. La miglior cosa è preparare in casa un buon formaggio primo sale senza caglio,  un formaggio unico sia come gusto che come pasta e profumo! Formaggio prodotto dalla cagliata, conosciuto anche con il nome di tuma, buonissimo così al naturale (primo sale) oppure stagionato per un periodo lunghissimo ( parliamo di mesi ) diventerebbe un ottimo pecorino.

Oggi nella cucina di Dolcipocodolci di Roby  sta per iniziare la preparazione del formaggio fatto in casa con latte, sale e limone. Se vuoi prepararlo anche tu seguimi..

Formaggio-fatto-in-casa-senza-caglio-ricetta-

Qui altre FOTO

Formaggio fatto in casa

Prep Time: 10 minutes

Cook Time: 7 minutes

Serving Size: 4

Formaggio fatto in casa

Formaggio senza caglio fatto in casa facile e veloce, un secondo piatto gustosissimo con qualità salutari.

Ingredients

  • 2 litri di latte crudo
  • 100 gr succo di limone (2 limoni circa)
  • 6 gr sale (1 cucchiaino circa)

Instructions

  1. Mettete in una pentola il latte
  2. portate ad ebollizione
  3. aggiungete quindi prima il succo di limone
  4. poi il sale
  5. mescolate e continuate a far cuocere per 5 minuti
  6. spegnete il fuoco, vedrete separarsi dei piccoli grumi dalla parte acquosa(siero) ; lasciate raffreddare nella pentola di cottura per circa 10 minuti senza toccare ne mescolare
  7. Trascorso il tempo necessario, prelevate i grumi con un piccolo colino o colapasta a buchi stretti.
  8. coprite con pellicola
  9. collocate sopra alla pellicola un piccolo peso
  10. trascorsi 2-3 minuti, si potrà già sformare il formaggio

Consiglio di non sprecare quel liquido rimasto chiamato "siero" poichè è davvero facile e veloce preparare una gustosa e cremosa ricotta fatta in casa

https://blog.giallozafferano.it/dolcipocodolci/formaggio-fatto-in-casa-senza-caglio-ricetta-giallo-zafferano/

ricotta-fatta con il siero del primo sale

******************************************************

PER VOTARE LA RICETTA :

  • LASCIA IL TUO MI PIACE

******************************************************

Commenta questo articolo

comments

84 Commenti

  • Annalisa

    Mi affascina moltissimo fare questi prodotti fatti in casa, deve essere buonissimo questo formaggio e poi è genuino, grazie della ricetta, non si sa mai che mi venga la voglia di provare…………

    • roby

      Hai ragione è un prodotto fatto in casa davvero eccezionale!! Oltre alla soddisfazione che si prova una volta visto il risultato ci delizia con il suo gustosissimo sapore delicato !!!! è una preparazione che merita davvero di essere provata 😀 ( si fa in pochi minuti….provaci, rimarrai soddisfatta di sicuro 😀 )

    • roberta giovagnoli

      😀 e si…è venuto anche molto buono!!! Poi è una ricetta così veloce che si fa prima a prepararlo che andarlo a comprare 😀 .. prescindere dal sapore che naturalmente non è neanche da paragonare 😉 Grazie pippicalzina !! Un abbraccio 😉

    • roberta giovagnoli

      Ciao Maria Antonietta, il latte crudo lo puoi trovare in un distributore di latte (sempre se nella zona dove vivi c’è), altrimenti in un’azienda agricola!!! Se trovare del latte crudo è un problema puoi sostituire con latte intero (quello del supermercato). Ciao, per qualsiasi cosa sono sempre a disposizione 🙂

    • roberta giovagnoli

      Ciao maryy, il risultato finale del formaggio può dipendere dalla scelta del latte. Se hai utilizzato del latte scremato certo non potrai mai avere la stessa consistenza, la stessa quantità e lo stesso colore di un formaggio preparato con latte crudo. Se hai utilizzato del latte intero prova a prolungare i tempi nel punto 3 ( preparazione ). Fammi sapere !! Ciao 🙂

  • Marina

    Che delusione non mi è risultato proprio! Non affiorano fiocchi, e nemmeno dopo spento x 1h si è addensato tipo panna cotta!!

    • roberta giovagnoli

      No…mi dispiace tantissimo!!! Abbiamo realizzato il formaggio in tantissime ed è riuscito a tutte!! Se sei sicura di aver seguito il procedimento, il problema potrebbe derivare dal latte!! Che tipo di latte hai utilizzato? Prova a cambiare tipo di latte, cambia marca! Fammi sapere

      • Marina

        Ho utilizzato il latte intero fresco della sole. Una curiosità: ma dopo l ebollizione come mai non lo fate riposare x 1h a coperchio chiuso?
        Aiutatemiii ci voglio riprovare!!

        • roberta giovagnoli

          Se hai utilizzato latte fresco intero allora non so proprio cosa dirti…io ho utilizzato latte crudo ed è venuto benissimo ma le altre blogger hanno utilizzato latte intero ed alcune anche latte parzialmente scremato…più o meno è riuscito a tutte !!Comunque se vuoi riprovarci prova a cambiar marca di latte. Dopo l’aggiunta del limone i fiocchi sono stati subito evidenti e numerosissimi…quindi io dopo pochi minuti li ho raccolti…però se ne vedi pochi puoi coprire ed aspettare anche 1 ora! Ciao fammi sapere !!

  • maria grazia

    Ciao, sto facendo questo formaggio, ieri una mia amica mi ha portato il latte crudo e non ho resistito. Se viene bene posso mettere ricetta sul mio blog citando il tuo come fonte ? Per quanti giorni si conserva questo formaggio fresco ?
    Grazie ancora per questa facile e buonissima ricetta

    Grazia Sineglu

    • roberta giovagnoli

      Ciao Maria Grazia, ma certo che puoi mettere la ricetta sul tuo blog…vai tranquilla, mi fa davvero piacere 🙂 Per quanto riguarda la conservazione del formaggio va detto che ci sono due opzioni : 1) consumarlo così al naturale conservandolo in frigo ( 3 giorni ); 2) cospargerlo di sale grosso su entrambi i lati, nella fuscella prima di depositarci il formaggio si deve mettere una tela con la quale poi si ricopre il tutto, un peso e in luogo fresco per 15 giorni. Con la dose di questa ricetta viene un formaggio piccolino se devi conservarlo conviene aumentare i dosaggi !! Ciao 😉

  • antonia

    Scusate la mia ignoranza x latte crudo si intende il latte di giornata che si trova nei supermercati nel banco frigo?Vorrei preparare il formaggio che divoriamo tutti in famiglia.Grazie

    • roberta giovagnoli

      Ciao Antonia, il latte crudo è il latte fresco appena munto…venduto sfuso in fattoria o negli appositi distributori di latte. Praticamente è quel latte che non ha subito trattamenti, quindi cremosissimo, denso, pieno di fermenti lattici. Da non confondere con il latte del supermercato. Spero di esserti stata utile, se hai dei dubbi sono qui !!! Ciao carissima Antonia 🙂

    • roberta giovagnoli

      Ciao Anna Rita, se hai del latte crudo e lo utilizzi immediatamente per fare il formaggio puoi anche non pastorizzare. Se il latte lo devi conservare per qualche ora oppure anche di più, devi per forza pastorizzarlo subito …prima di riporlo in frigo.

  • Marta

    Ciao! Scusami ho qualche dubbio con il latte crudo…se compro quello dei distributori, devo prima pastorizzarlo, bollirlo o lo posso usare direttamente?? Grazie mille per l’aiuto!!
    Ho fatto con il latte intero del supermercato ed è venuto bene, ma ora vorrei “passare di livello”!
    Bisous

    • roberta giovagnoli

      Ciao Marta, se compri il latte crudo dal distributore e lo utilizzi immediatamente per fare il formaggio puoi anche non pastorizzare. Se il latte lo devi conservare per qualche ora oppure anche di più, devi per forza pastorizzarlo subito …prima di riporlo in frigo. Mi fa piacere che ti sia venuto bene con latte del super..bravissima cara 🙂

  • marcella

    Ciao Roby, piacere di conoscerti appena ho letto questa ricetta,mi sono detta questo è il blog che fa per me, grazie mille è venuto perfetto….a questo punto provo anche la ricotta :)))

  • emy

    Fatto!!! Eccellente ho provato con mezza dose, e non avendo a disposizione latte fresco ho usato latta intero a lunga conservazione, al momento della salatura ho messo il sale aromatizzato della tua ricetta e del basilico secco!! una cosa sublime!! come sempre grazie!!!

  • Matteo

    Ho provato con latte intero ma niente 🙁 I grumetti erano microscopici 🙁 Ho dovuto buttare tutto.. uff volevo deliziare la mia fidanzata 🙁 Ora mi lascia… :(( 😀 😀 😀 😀

    • roberta giovagnoli

      Nooo…ma quanto mi dispiace Matteo!!! Eppure è semplice..dalle foto passo passo si vede bene ogni passaggio ed anche i sostanziosi grumetti! Dall’esperienza culinaria acquisita potrei essere quasi certa che dipende dal latte tipo, marca..dal grasso che contiene ecc. Se hai seguito alla lettera.. solo il latte può essere. Dai.. o cambi latte e riprovi, oppure fai con un dolce facile…tipo Torta moretta light..per la tua fidanzata 🙂 ti perdonerà di sicuro per il formaggio 😉 Ciao sei molto simpatico !!!! 🙂

      • Matteo

        Non demordo!!! Cambio latte e riprovo! Ovviamente la prossima volta che sono a casa da solo… altrimenti mi caccia pure di casa per il casino che faccio hihihi 😀

        • roberta giovagnoli

          Bravo Matteo, hai un bel carattere!! Mi fa piacere che tu abbia deciso di riprovare 🙂 Ti caccia di casa? Nooo…pure questo sulla coscienza mi fai avere 😀 Dai a parte gli scherzi 😀 Spero la tua volontà venga premiata!!! Ciao!

  • jusi

    Ciao Roby….. mio fratello l’ha fatto oggi: erano entusiasti (marito e moglie). Io devo rimandare di qualche giorno purtroppo….. ma nel frattempo volevo chiederti: è possibile usare il latte senza lattosio?
    Grazie

    • roberta giovagnoli

      Ciao Jusi,
      Mi fa davvero piacere sentire l’entusiasmo per la riuscita della ricetta !! 🙂
      Per il formaggio con latte senza lattosio ..so che si può fare.. ma io a dire la verità non ho mai provato !!!
      Fammi sapere come ti è venuto poi se deciderai di provarlo 😉

      • jusi

        Grazie per la celere risposta 🙂 Proverò allora con latte senza lattosio e ti farò sapere. Ciao!!! A presto con notizie spero utili per gli intolleranti al lattosio 😀

  • mario

    Salve e complimenti per il blog. Volevo fare due domande premettendo che ancora non ho provato la ricetta. La prima è: per quanto tempo il formaggio potrà essere conservato? E dove? Immagino in un comune frigorifero. E la seconda domanda, più aumenterà la conservazione più si indurirà il formaggio o la consistenza sarà sempre cremosa?

    Grazie anticipatamente

    • roberta giovagnoli

      Ciao Mario, grazie per i complimenti !!!
      Il formaggio si conserva fresco in frigo (meglio se avvolto con carta forno leggermente umida) per circa 2 – 3 giorni
      Se vuoi conservarlo per più giorni devi cospargerlo con del sale fino..ma attenzione devi fare in modo che il liquido di fondo non rimanga a contatto con il formaggio durante il riposo, quindi puoi mettere qualcosa sotto al piatto giusto per creare un dislivello . va tenuto in questo stato per circa 5 giorni ( in un posto freddo asciutto e buio)! Dopodichè si può incartare con carta forno asciutta e sistemare in frigo. Si mantiene per tanti giorni…. non saprei di preciso… non sono mai riuscita a farlo durare.. è così buono che finisce in fretta !!! Naturalmente con il sale si indurirà.

  • jusi

    Ciao Roberta 🙂
    come promesso do notizie della ricetta con latte senza lattosio. Ho eseguito la ricetta.
    Tutto OK. Buono!!! 🙂
    Ma dalla foto….. il tuo mi sembra più morbido e spalmabile e più bianco. ( io ho fatto una grattatina di noce moscata) 😀

    Naturalmente ci riproverò con tutti i tipi di latte. ( anzi….. spero in un futuro molto vicino di poterlo fare con il latte del pastore, vicino di campagna ….. così sarò anche certa da dove viene il latte.)
    CIAO ROBERTA !!! Grazie …a presto ! 😀

  • Laura

    Che bella ricetta! La proveró, anche se non ho ancora capito dove trovare il latte crudo a Melbourne! Cosa suggerisci di fare col siero?
    Grazie mille!
    Laura

    • roberta giovagnoli

      Ciao Laura, puoi sostituire il latte crudo con latte commerciale … con il siero puoi fare una ricotta, trovi il link proprio in fondo all’articolo.. sopra alla foto della ricotta !!! Ciao carissima ^_^

  • Zia Lilli

    et voilà ……. sono riuscita a fare il formaggio……. ho utilizzato latte fresco vaccino
    La mia domanda è: posso farlo stagionare? Se si come?
    Grazie

    • roberta giovagnoli

      Ciao Lilli 😉 !!! Che piacere .. sono contentissima che ti sia riuscito !! Come ho detto qui sopra anche a Mario.. se vuoi conservarlo per più giorni devi cospargerlo con del sale fino..ma attenzione devi fare in modo che il liquido di fondo non rimanga a contatto con il formaggio durante il riposo, quindi puoi mettere qualcosa sotto al piatto giusto per creare un dislivello . va tenuto in questo stato per circa 5 giorni ( in un posto freddo asciutto e buio)! Dopodichè si può incartare con carta forno asciutta e sistemare in frigo. Si mantiene per tanti giorni…. non saprei di preciso… non sono mai riuscita a farlo durare.. è così buono che finisce in fretta !!! Naturalmente con il sale si indurirà.

    • roberta giovagnoli

      Mi dispiace Floriana, prova a leggere i commenti qui sopra… troverai ottimi consigli !! Sai questa ricetta è semplicissima ma basta poco per non riuscire ,però seguendo gli accorgimenti ti assicuro che è di facile preparazione e soprattutto ottima riuscita 🙂

  • Maurizio

    Buon giorno.
    Premesso che io l’ho fatto seguendo questo metodo e mi è venuto benis-
    simo e buonissimo, mi è sorto un dubbio: “dopo l’aggiunta del limone e
    nei 5′ di ebollizione successivi, ho continuato a girare”. Ho fatto bene?

  • Gloria

    Ciao volevo chiederti se uso il latte del supermercato devo portarlo a ebollizione comunque? Ho letto che si dovrebbe scaldare a 40 gradi per non impoverire il latte con la bollitura. Cosa ne pensi? Grazie per le belle ricette che proponi

  • lido

    bene anche mia moglie ha provato con latte del super mercato limone e sale bene devo dire che è buonissimo ora tutti a tavola mangiano formaggio fresco.

  • Mariella

    L’ho preparato mi è venuto bene, ma forse un po troppo compatto. Ma quello che non riesco a capire perché non si scioglie se lo intiepidisco ad esempio sul pane o sulla focaccia

  • cristina

    Ciao! ho fatto il formaggio con il latte crudo la mattina dopo che l’ho comprato conservandolo in frigo senza pastorizzarlo….ancora nn ho mangiato il formaggio…dici che è meglio se butto tutto?

    • roberta giovagnoli

      Ciao Cristina,
      i batteri presenti naturalmente nel latte crudo ►non-refrigerato alla temperatura di 4 °C … o ►non-pastorizzato, si moltiplicano facendolo inacidire e coagulare naturalmente a ►temperatura ambiente nel giro di alcune ore. Quindi se tu sei sicura di averlo conservato bene e di aver utilizzato il latte percependo un odore gradevole con consistenza liquida (non stracciata) … puoi andare tranquilla.

  • Marta Boso

    Ciao
    Ho provato a fare il formaggio partendo dal latte crudo. L’ho scaldato, ho aggiunto il limone e il sale ma non si é separato. perché?

    • roberta giovagnoli

      Ciao Marta,
      se hai seguito i passaggi perfettamente..il problema potrebbe essere stato causato dal latte, sai delle volte il latte crudo è meno grasso del solito (questo può dipendere da tanti fattori). Il consiglio quindi è di riprovarci. Prova anche a leggere i commenti degli altri..troverai di certo consigli utili anche nelle risposte 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.