Trippa

Voglia di uno stufato di trippa abbondante? 

Questo è un piatto unico delizioso e facile da preparare a base di trippa, un tipo di stomaco di una mucca (in realtà è il rumine ovvero il primo dei quattro stomaci dell’animale e rientra nel gruppo delle frattaglie). 

Così semplice, eppure così buono!

Lo stufato di trippa è uno stufato caldo e confortevole a base di trippa di manzo (precotta o meno), cipolla, aglio, carote, salsa di pomodoro e parmigiano grattugiato. 

La trippa è meravigliosamente condita e tenera per un pasto abbondante e primaverile.

La ricetta per trippa è quella che preparava mia nonna e mi fa sempre venire nostalgia. 

Magari un giorno la cucinerò per la mia famiglia! 

Se non avete mai cucinato la trippa, penso che questa ricetta vi piacerà!

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora 10 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàPrimavera

Ingredienti

400 g trippa di bovino (precotta)
200 g pomodori pelati (1 lattina)
50 g parmigiano grattugiato
1 cipolla bianca
1 spicchio aglio
1 carota
olio di oliva
sale fino
pepe bianco
Qualche foglia alloro

Strumenti

Pentola

Passaggi

Lavate con cura la trippa e scottatela per 10 minuti in acqua bollente con qualche foglia di alloro.

Quindi rinfrescatela sotto l’acqua e tagliatela a listarelle.

Pulite e tagliate finemente la cipolla, la carota, lo spicchio d’aglio e metteteli a soffriggere nell’olio (io ho utilizzato la stessa pentola in cui avevo sbollentato la trippa, dopo averla sciacquata).

Quando la cipolla è morbida, aggiungete la trippa, fatela insaporire un po’, quindi unite i pomodori pelati tagliuzzati; salate, pepate e lasciate cuocere coperto finché, assaggiandola, la trippa non si sciolga in bocca (a me è servita un’ora di cottura).

Se verso la fine della cottura la preparazione risulta troppo brodosa, lasciatela sobbollire senza coperchio, in modo che si asciughi.

Spegnete infine il fuoco e incorporate il parmigiano grattugiato prima di portarla in tavola e gustatela con dei crostini di pane.

Alt="trippa"
Trippa

Consigli

Questa versione semplice e casereccia della trippa può essere arricchita aggiungendo altri aromi nel soffritto iniziale, come per esempio sedano, prezzemolo, rosmarino, patate, basilico, maggiorana, chiodi di garofano e anche noce moscata.

La trippa è sostanziosa e perfetta così da sola; ma potreste accostare del riso in bianco.

Come con altre zuppe e stufati, questa è un’ottima ricetta da preparare in quantità. Una volta preparato, lasciatelo raffreddare prima di metterlo in un contenitore ermetico. Si conserva bene in frigorifero per 3-4 giorni e si congela bene per un massimo di 3 mesi. Lo stufato congelato deve essere scongelato in frigorifero prima di riscaldarlo.

La zuppa può essere riscaldata in pentola sul fornello a fuoco medio, mescolando di tanto in tanto per farla scaldare bene.

/ 5
Grazie per aver votato!