Contorni

Alt="insalata di primavera"

Insalata di primavera all’aceto balsamico

Quando pensiamo alla primavera, pensiamo ai fiori, ai simpatici animali, ai dolci pasquali e ai prodotti di stagione… soprattutto nelle insalate! 

Poiché il mercato locale aggiunge sempre più varietà ogni settimana che passa, probabilmente avrete una miriade di ingredienti stagionali a vostra disposizione con cui preparare insalate leggere e saporite. 

Ecco la mia ricetta di insalata primaverile preferita, piena di frutta fresca e verdure che amo assaporare in primavera.

Se siete nuovi nel creare il vostro condimento… questo è un punto di partenza perfetto. 

Divertitevi!

Vi piacciono sia le fragole che l’aceto balsamico? Allora potreste provare la crostata di fragole all’aceto balsamico… una delizia!

  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaPiastra
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàPrimavera

Ingredienti

2 pannocchie di mais (cotte al vapore)
200 g insalata verde
100 g ravanelli
1/2 peperoncino
100 g fragole
2 cucchiai olio di oliva
1 cucchiaio glassa di aceto balsamico
menta
sale fino
pepe bianco
2 bustine cracker

Strumenti

Padella
Ciotola

Passaggi

Mettete le pannocchie sul fuoco su un fornello a gas e saltateli in padella (10 minuti) per dar loro un sapore affumicato. 

In una ciotola aggiungete l’insalata, i ravanelli tagliati a metà, il peperoncino tritato finemente, le fragole tagliate a metà, il mais a fette e i cracker.

Aggiungete l’olio d’oliva, il sale, il pepe, la crema balsamica, la menta tritata finemente e servite la vostra insalata di primavera all’aceto balsamico.

Alt="insalata di primavera"
Insalata di primavera all’aceto balsamico

Variazioni

Potreste preparare le fragole al balsamico: mettete le fragole tagliate in una ciotolina e conditele con l’aceto balsamico. Accantonare. (L’aceto aiuta a far risaltare la dolcezza delle bacche!).

L’insalata di primavera potreste condirla con la vinaigrette o preparare una glassa di riduzione balsamica che è delicata, dolce e piccante e ricca di sapore. Non sovrasta gli ingredienti freschi; ma combina tutto per creare l’insieme perfetto!

/ 5
Grazie per aver votato!
Alt="insalata di salmone e fagioli cannellini"

Insalata di salmone e fagioli cannellini

Il mio amore per l’insalata di salmone e fagioli cannellini e per il salmone è piuttosto incondizionato. 

È delizioso, estremamente salutare e super versatile. 

Con così tanti modi diversi di condirlo e prepararlo, il salmone è davvero un pasto per ogni stagione. 

Questo salmone affumicato su insalata di fagioli cannellini e insalata mista è la mia ultima ricetta facile per il salmone. 

Devo dire che potrebbe anche essere un nuovo favorito di tutti i tempi.

In parte a causa della versatilità del salmone, a volte faccio fatica a sapere con cosa servirlo. 

Ci sono così tante opzioni diverse, dagli spaghetti alla quinoa e alle verdure. 

Per questa ricetta ho deciso di provare qualcosa di diverso. 

Servire questo salmone su un letto verdure e fagioli cannellini burrosi aggiunge consistenza e sapore divertenti a questa semplice ricetta. 

Per non parlare del fatto che servire qualcosa “sopra un letto” di qualcosa lo rende automaticamente (e sembra) piuttosto elegante. 

Mai sottovalutare il potere della presentazione!

Fagioli “burrosi” trovo sia una descrizione molto appropriata della consistenza unica che si trova in questi fagioli amidacei ma cremosi. 

Con il loro sapore leggero e delicato, questa consistenza è davvero una caratteristica distintiva di questi fagioli.

Detto questo, ho notato che i fagioli cannellini possono essere un po’ controversi. 

Se davvero non li apprezzate, sentitevi liberi di sostituirli. 

In ogni caso, i fagioli aggiungono proteine ​​​​al piatto e si abbinano bene con il mix di insalate e la cipolla rossa, creando un pasto vivace e strutturalmente interessante.

Apprezzate anche voi il salmone affumicato? Eccovi la ricetta per un delizioso antipasto: i rotolini di frittata con Philadelphia, salmone affumicato e spinacino!

  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàPrimavera, Estate

Ingredienti

1 confezione insalata mista
1/2 fagioli cannellini in scatola
1 cipolla rossa di Tropea
100 g salmone affumicato
1 cucchiaio salsa rosa
spicchi limone

Strumenti

1 Ciotola

Passaggi

Versate le manciate di foglie di insalata mista, io avevo a disposizione lo spinacino e la lattuga iceberg, in una grande ciotola.

Scolate la scatola di fagioli cannellini e aggiungetela all’insalata, mescolando bene.

Per donare grinta, affettate finemente la cipolla rossa e mescolatela all’insalata, quindi sommate il salmone affumicato tagliato a pezzetti.

Irrorate con la salsa rosa e guarnite con spicchi di limone da spremere appena prima di servire la vostra insalata di salmone e fagioli cannellini, per aggiungere un tocco di vivacità.

Alt="insalata di salmone e fagioli cannellini"
Insalata di salmone e fagioli cannellini

/ 5
Grazie per aver votato!
Alt="bistecche di cavolfiore"

Bistecche di cavolfiore alla griglia

Nonostante ho grigliato grigliato in inverno, sono davvero così entusiasta che la stagione ufficiale delle grigliate sia alle porte! 

È probabile che queste bistecche di cavolfiore alla griglia siano il vostro nuovo modo preferito di mangiare il cavolfiore. 

Abbinate queste bistecche di verdure con le vostre proteine ​​​​preferite e godetevi le giornate più lunghe e il clima per le grigliate!

Adoro gustare queste bistecche di cavolfiore alla griglia con carne di manzo, salmone, hummus di ceci e sono sicura che anche con il pollo sarebbe buono. 

Fondamentalmente qualsiasi altra cosa voi vogliate grigliare sarà squisita!

Vanno bene come piatto principale o come contorno.

Il cavolfiore è un ortaggio così versatile! 

Facile servirlo frequentemente mantenendo le cose interessanti con diverse ricette e diversi modi di prepararlo.

Amo particolarmente la bistecca di cavolfiore, la mia ultima scoperta e ultimamente la preparo abbastanza spesso.

Immaginate un cavolfiore arrosto delizioso, ben condito e cremoso. 

Ora immaginatelo sotto forma di fette spesse simili a bistecche.

Le fette spesse di cavolfiore arrosto sono molto gustose e molto soddisfacenti. 

Mi capita di pensare che il cavolfiore sia fantastico in generale: è così delizioso; ma è particolarmente buono se tagliato a fette spesse e arrostito.

Alt="bistecche di cavolfiore"
Bistecche di cavolfiore alla griglia
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaGriglia
  • CucinaItaliana

Ingredienti

1 cavolfiore
1 cucchiaino cumino in polvere
1/2 cucchiaino paprika piccante (o dolce)
1 cucchiaio olio di oliva

Per il dukkah (condimento egiziano)

1 cucchiaino peperoncino secco (in fiocchi)
1/2 cucchiaino cumino in polvere
100 g gherigli di noci
q.b. sale fino
q.b. pepe bianco

Per servire

2 piadine
q.b. hummus
1/2 limone (succo)

Strumenti

Passaggi

Mescolate il cumino e la paprika con l’olio d’oliva.

Tagliate l’intera testa del cavolfiore in modo da formare 3 “bistecche” spesse e strofinate il tutto con la miscela di olio, condendole bene.

Cuocete al barbecue per 5 minuti per ogni lato a fuoco diretto fino a quando non saranno tenere.

Nel frattempo, preparate il condimento egiziano.

Schiacciate grossolanamente i gherigli di noci, poi mescolate con il cumino, i fiocchi di peperoncino e molto sale e pepe.

Abbrustolite leggermente le piadine sul barbecue.

Condite il cavolfiore con il dukkah e una spruzzata di succo di limone per servire.

Gustate queste bistecche di cavolfiore alla griglia con l’hummus di ceci e le piadine.

Consigli

L’unica sfida quando si prepara questa ricetta è che quando si taglia la testa di cavolfiore a fette, parte di essa si sfalda e si trasforma in cimette.

Ecco perché per questa ricetta avrete bisogno di due teste di cavolfiore, per tenere conto delle fette che vi si sono rotte.

Dovete togliere il torsolo quando affettate il cavolfiore?

No, non dovreste. I gambi di cavolfiore (e anche le foglie!) sono commestibili . Rimuovendo il torsolo, anche con molta attenzione, le bistecche si sfaldano.
Tolgo le foglie esterne e taglio la parte inferiore del gambo, ma lascio intatto il torsolo e trovo che si ammorbidisca bene ed è delizioso una volta cotto.

Potete servire questo piatto come contorno a qualsiasi carne. A volte lo servo con uova fritte o in camicia, per un pasto completo senza carne.

Potete conservare gli avanzi in frigorifero, in un contenitore ermetico, per un massimo di 4 giorni. Riscaldateli dolcemente, coperti, a fiamma media. Non ho provato a congelare gli avanzi, ma credo che si possa fare, per un massimo di tre mesi.

/ 5
Grazie per aver votato!
Alt="insalata di patate e prosciutto"

Insalata di patate e prosciutto con miele e senape

Questa insalata di patate e prosciutto con miele e senape può essere servita calda o fredda, ma la parte migliore è che è senza maionese, ricca di erbe aromatiche e la giusta quantità di senape e miele naturale. 

È una svolta divertente per la tradizionale insalata di patate e adorerete la combinazione dolce e salata.

Posso parlare di quanto amo le patate? 

Voglio dire, ho capito che tutti amiamo i carboidrati, ma le patate a me piacciono di più.

Ecco perché vivo sempre la mia vita inventando nuovi e deliziosi modi per gustare le suddette patate. 

Il mio modo preferito? L’insalata di patate, il purè di patate parigino, le patate schiacciate aromatizzate al burro ed aglio.

Insomma, non c’è un modo preferito! 

Ho ravvivato questa insalata di patate e prosciutto cotto con senape di Digione e miele millefiori, yogurt al naturale invece della maionese e aggiungendo il prezzemolo tritato e i cetriolini affettati.

L’insalata di patate e prosciutto è il perfetto equilibrio tra dolce e salato!

Personalmente, la parte più importante di questo piatto è proprio la senape di Digione

Il gusto intenso di senape porta una grande spinta di sapore.

Alt="insalata di patate e prosciutto"
Insalata di patate e prosciutto con miele e senape
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di riposo10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

250 g patate
100 g prosciutto cotto (una fetta)
2 cucchiai yogurt bianco naturale
1 cucchiaio senape di Digione
1 cucchiaio miele millefiori
4 cetriolini sottaceto
q.b. prezzemolo tritato

Strumenti

Pentola
Ciotola
Ciotolina

Passaggi

Lavate, mondate e tagliate le patate a cubetti e cuocetele in acqua fredda per 15 minuti, per una consistenza mordente. Una volta cotte, scolatele e lasciatele raffreddare un po’.

Nel frattempo, preparate il condimento utilizzando 2 cucchiai di yogurt intero al naturale per donare cremosità, 1 cucchiaio di miele per la dolcezza ed 1 di senape di Digione per un tocco intenso.

Dopo tagliate il prosciutto cotto a cubetti, i cetriolini a fettine o se preferite tritateli e tritate al coltello una manciata di prezzemolo.

In una ciotola capiente mescolate le patate cotte, scolate e fatte raffreddare leggermente con il prosciutto cotto tagliuzzato, il prezzemolo tritato e la manciata di cetriolini. Versate il condimento e mescolate bene fino a quando l’insalata sarà completamente ricoperta dal condimento.

/ 5
Grazie per aver votato!
Alt="pomodorini gratinati"

Pomodorini gratinati

I pomodorini gratinati, un gratin caldo è un piatto gorgogliante di conforto rilassante, con tutta la magia che accade mentre cuoce e bolle nel calore della padella o del forno. 

E davvero, i gratin riguardano gli ingredienti e la cremosità che li lega insieme; questo è semplice come può essere.

I pomodorini datterini tagliati a metà si uniscono alle note umami di anice di parmigiano grattugiato, pangrattato e origano secco per completare il tutto.

Un groviglio sottilmente dolce e setoso fornisce un bel letto su cui far riposare i pomodorini. 

Una volta cotti, i pomodorini si ammorbidiscono e si addolciscono leggermente sotto il fuoco, concentrando e intensificando il loro sapore.

Croccante e dorato, il topping al parmigiano aggiunge un altro strato di profondità al piatto.

Il gusto seducente e ricco dell’aglio rosolato è compensato dalla dolce acidità dei pomodori e da quello aromatico dell’origano.

È un contorno sorprendentemente cremoso; ma leggero e adatto anche per condire la pasta, come gli strozzapreti ai pomodorini gratinati

È il tipo di piatto che farà un’apparizione frequente a tavola in quei giorni di sole seguiti da serate fresche.

Siete amanti dei pomodorini? Allora non fatevi scappare i miei spaghetti ai due pomodori arrosto!

Alt="pomodorini gratinati"
Pomodorini gratinati
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo5 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

300 g pomodorini datterini
1 spicchio aglio
50 g Parmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
1 cucchiaio pangrattato
1 cucchiaio origano secco
q.b. sale fino
q.b. olio di oliva
q.b. pepe bianco

Strumenti

1 Padella

Passaggi

Pulite, schiacciate uno spicchio d’aglio e rosolatelo in padella con un filo d’olio.

Lavate i pomodorini datterini, tagliateli a metà e disponeteli nella padella con la parte tagliata verso l’alto.

Salate e pepate i pomodorini.

Mescolate il parmigiano grattugiato con un cucchiaio di pangrattato ed uno di origano secco.

Cospargete con questo mix i pomodorini, coprite con il coperchio e lasciate cuocere a fuoco lento per circa 15 minuti.

Lasciate riposare i pomodorini gratinati per circa 5 minuti prima di servirli.

Variazioni

In alternativa potreste avvalervi del forno e in questo caso infornateli a 35°C per 20-25 minuti, fino a quando il formaggio inizia a prendere colore e il gratin gorgoglia.

Fate riposare per circa 5 minuti prima di servire.

/ 5
Grazie per aver votato!