Secondi Piatti

Alt="sandwich con avocado, cavolo nero e ravanelli"

Sandwich con avocado, cavolo nero e ravanelli

Il sandwich con avocado, cavolo nero e ravanelli è un panino semplice che potete preparare per un pranzo veloce o uno spuntino.

L’avocado è un ingrediente versatile, si abbina bene a qualsiasi verdura e fornisce una buona quantità di grassi sani.

I sandwich all’avocado sono veloci da preparare e sono perfetti per un pranzo al volo, magari durante la pausa pranzo lavorativa o per un pranzo semplice.

Personalmente amo le ricette come questa, perché non richiedono molta riflessione e preparazione. 

L’avocado è sempre nel mio frigorifero e ogni volta che sono impegnata o non ho molta voglia di cucinare, il sandwich con l’avocado viene in soccorso.

Il sandwich con avocado, cavolo nero e ravanelli è un’opzione sana e deliziosa per quando la fame colpisce. 

Basta schiacciare un avocado, spalmarlo sul pane e la base è fatta.

Per dare più nutrimento a questo semplice sandwich con avocado, ho aggiunto dei ravanelli freschi e qualche foglia di cavolo nero.

Amo i ravanelli perché fanno parte della famiglia delle verdure crocifere e sono letteralmente ricchi di antiossidanti e vitamine.

Vi suggerisco un altro mio sandwich con cotto, gouda e avocado e l’hamburger di pesce con crema di avocado!

Alt="sandwich con avocado, cavolo nero e ravanelli"
Sandwich con avocado, cavolo nero e ravanelli
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione7 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

1 avocado
3 foglie cavolo nero
1/2 limone
2 ravanelli
2 fette pane di segale
1 cucchiaio olio di oliva
q.b. sale fino
q.b. peperoncino rosso secco (fiocchi, opzionale)
q.b. pepe nero

Strumenti

Ciotola
Ciotolina
Padella in ghisa

Passaggi

In una ciotola unite le foglie di cavolo nero mondate e senza la parte più dura, l’olio d’oliva, il succo di 1/4 di limone e 1/8 di cucchiaino di sale.

Massaggiate il composto con le mani fino a quando il cavolo non risulta morbido.

Tagliate l’avocado a metà, estraete il nocciolo e mettete il resto in una piccola ciotola.

Iniziate a schiacciarlo delicatamente con una forchetta. Condite il composto con i restanti sale, succo di limone e pepe nero.

Tagliate i ravanelli a fette sottili.

Tostate le fette di pane in una padella in ghisa o se preferite nel tostapane.

Spalmate il purè di avocado sul pane tostato e condite ancora con sale e pepe.

Aggiungete il cavolo nero, le fette di ravanello con un pizzico di peperoncino se vi piace il piccante e distribuite le fettine di avocado ricavate dalla metà rimasta.

/ 5
Grazie per aver votato!
Alt="arrosto di manzo"

Arrosto di manzo con cavoletti di Bruxelles e zucca con salvia e cipolla

Se state cercando un pasto degno per il fine settimana lasciate che vi presenti il ​​mio nuovo piatto: sto parlando dell’arrosto di manzo tagliato a fette spesse e servito con teneri cavoletti di Bruxelles e zucca butternut con salvia e cipolle rosse.

Credetemi: è un vincitore!

Come acquistare un buon taglio di manzo per arrosto?

Al banco della macelleria del vostro negozio di alimentari, chiedete un pezzo di magatello tagliato proprio dal centro.

Il centro è di dimensioni uniformi, questo rende facile anche la cottura. 

Potrete legare o meno l’arrosto, un passaggio che non è necessario per questa ricetta.

Marinatura per un arrosto di manzo ben condito

Inizierete condendo il magatello con rosmarino, timo, aglio, sale e pepe nero. 

Potete usare un robot da cucina per tritare velocemente le erbe aromatiche, oppure farlo a mano. 

Dopo averli strofinati su tutto l’arrosto, vi consiglio di lasciarlo riposare a temperatura ambiente per 1 ora. 

Il sale e il condimento penetreranno in profondità nella carne, portando con sé i sapori di aglio ed erbe aromatiche. 

Lasciando l’arrosto scoperto si asciugherà lo strato esterno, il che lo farà dorare bene durante la cottura.

Vi piacciono i cavoletti di Bruxelles? Eccovi la mia ricetta della polenta al parmigiano con verdure arrostite!

Alt="arrosto di zucca"
Arrosto di manzo con cavoletti di Bruxelles e zucca con salvia e cipolla
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione3 Ore
  • Tempo di riposo20 Minuti
  • Tempo di cottura2 Ore 26 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaCottura lenta
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per il manzo

800 g manzo (magatello)
2 rametti rosmarino
4 cucchiai timo
3 spicchi aglio (tritati o schiacciati)
sale fino
olio di oliva
pepe nero

Per i cavoletti di Bruxelles

500 g cavoletti di Bruxelles (tagliati a metà)
200 g pancetta dolce (tagliata a cubetti)
100 g marmellata di mirtilli
2 cucchiai olio di oliva

Per la zucca con salvia e cipolle rosse

1 zucca butternut (tagliata a cubetti di 2 cm circa)
4 cipolle rosse (piccole)
10 foglie salvia
2 cucchiai olio di oliva
sale fino
pepe bianco

Strumenti

Tagliere
Coltello
Tegame
2 Teglie
Padella

Passaggi

Pestate il rosmarino e il timo con l’aglio, il sale e pepe nero e strofinate il mix su tutta la carne.

Lasciate così per 1 ora a temperatura ambiente. Intanto preriscaldate il forno a 120°C.

Scaldate l’olio in un tegame a fiamma medio-alta e rosolate il magatello da tutti i lati.

Questo passaggio è fondamentale prima della cottura in forno. Infatti il mio consiglio per un arrosto di manzo morbido e sugoso è quello di sigillare bene la carne, facendola rosolare con un po’ di olio, prima di passarla in forno.

Completato questo procedimento adagiate l’arrosto di manzo in teglia ed infornate. Fate cuocere per 1 ora e 30 minuti, poi estrarre la teglia e fatelo riposare per 20 minuti su una graticola o in alternativa un piatto.

Nel frattempo dedicatevi alla preparazione delle verdure.

In una padella versate un filo d’olio e fare soffriggere i cubetti di pancetta dolce a fuoco medio, finché non iniziano a colorarsi (circa 8 minuti).

Mondate e tagliate a metà i cavoletti di Bruxelles.

Aggiungeteli nella padella con la pancetta, versate un goccio d’acqua e cuoceteli per 8 minuti in modo che risultino ancora croccanti, ma cotti.

Ultimata la cottura, addizionate la marmellata di mirtilli a fiamma spenta, mescolate e lasciate in caldo.

Preriscaldate il forno a 160°C. Mondate e riducete a cubetti la zucca butternut.

Adagiateli in una teglia e conditeli con sale e pepe bianco. Cuoceteli per 10 minuti.

Tagliate in quarti le cipolle rosse.

Trascorso il tempo sfornate la zucca e aggiungete la cipolla e metà della salvia spezzettata con le mani.

Amalgamate tutto e rimettete in forno per completare la cottura, circa 20 minuti.

Terminata la cottura, aggiungete la restante salvia e mescolate. In un piatto da portata o in una pirofila disponete l’arrosto di manzo al centro e ai lati le due verdure.

Variazioni

Altri tagli che possono essere adatti per la preparazione dell’arrosto di manzo sono la spalla di vitello, detta girello. Lo scamone e la fesa.

/ 5
Grazie per aver votato!
Alt="ali di pollo con finocchi"

Ali di pollo croccanti con finocchi al salto

Questa è l’atmosfera esatta di queste ali di pollo croccanti con finocchi al salto. 

Quando si tratta di impressionare qualcuno a cui tenete, penso che tutti debbano avere un piatto nel loro arsenale che possono preparare in pochissimo tempo. 

E’ così facile da realizzare che diventerà presto la vostra arma segreta e farà impazzire i vostri ospiti.

Mi piace molto cucinare con il finocchio

Penso che le persone lo vedano come un ortaggio complicato, ma in realtà non lo è. 

Anzi è così saporito e facile da cucinare. 

I miei due modi preferiti per cucinare il finocchio sono arrostirlo o saltarlo in padella con sapori semplici. 

Il finocchio ha già un sapore di liquirizia piuttosto pungente, quindi non si vuole sopraffare quel sapore con un sacco di condimenti. 

Per cuocere il finocchio ho utilizzato solo un po’ di burro, sale e pepe. 

Quando viene saltato, il finocchio diventa leggermente dolce e successivamente legato alle ali di pollo, assorbe tutto il sapore del pollo. 

È davvero una bellissima esperienza al palato.

Naturalmente, se non siete fan del finocchio, potrete usare solo le fettine di limone per questo piatto. 

Ma ve lo prometto, il finocchio lo porta a un livello completamente nuovo.

Per servire questa prelibatezza come piatto unico, potreste mantenere un basso contenuto di carboidrati con riso al cavolfiore o purè di cavolfiore. 

Perfetto il riso bianco allo zafferano o anche le patate arrosto. 

Le possibilità sono infinite.

Alt="ali di pollo con finocchi"
Ali di pollo croccanti con finocchi al salto
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione35 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaAltro
  • CucinaItaliana

Ingredienti

6 pollo, ala, con pelle, cotta, al forno
400 g finocchi
1 limone (a buccia fine)
q.b. erbe aromatiche
pizzichi pepe bianco
pizzichi sale fino
q.b. burro

Strumenti

Teglia
Padella
carta da forno

Passaggi

Preriscaldate il forno a 180°.

Lavate bene il limone e asciugatelo. Lavate i finocchi e tagliateli in quarti.

Disponete le ali di pollo su una teglia rivestita di carta da forno, spruzzatele con il succo di limone e condite con il mix di erbe aromatiche, sale e pepe bianco.

Affettate il limone rimasto e inserite le fettine tra le ali di pollo.

Infornate per 25/30 minuti, girando le ali a metà cottura.

Tagliate a fettine sottili i finocchi e saltateli in una padella capiente con un’abbondante noce di burro, finché saranno ben rosolati e dorati.

Salate e pepate.

Servite le ali di pollo con le fettine di limone e i finocchi ben caldi.

Alt="ali di pollo con finocchi"
Ali di pollo croccanti con finocchi al salto

/ 5
Grazie per aver votato!
Alt="pollo al cioccolato"

Sovracosce di pollo in umido al cioccolato

So cosa starete pensando: “Oh! Wow… le sovracosce di pollo al cioccolato?!”

Lasciate che vi dica perché la combo funziona.

Il cioccolato è un ingrediente popolare nella cucina. 

Accostato al pollo aggiunge una meravigliosa profondità di sapore. 

Non associatelo solo per i budini o i dolci vari!

Esiste il pollo in agrodolce, all’arancia e al cioccolato fondente.

Quindi accettate che questo pollo possa essere solo una delle cose più interessanti e bizzarre che farete, anche solo per curiosità.

Inoltre, il cioccolato rilascia anche antiossidanti e fa sentire bene le endorfine nel nostro corpo ed è per questo che è ampiamente conosciuto come afrodisiaco (eheheh). 

In effetti, il cioccolato è stato un superfood sin da quando gli esperti indiani aztechi ci hanno messo le mani sopra, mescolandolo con le spezie per fare una bevanda.

Potrebbe essere un piatto adatto per una ricorrenza che si avvicina? Anche e non solo (non mi piacciono le ricorrenze).

Alt="pollo al cioccolato"
Sovracosce di pollo in umido al cioccolato
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

4 pollo, sovracoscio, con pelle, crudo
1 dado da brodo (vegetale)
2 carote
1 cipolla dorata
2 spicchi aglio
1 cubetto cioccolato fondente al 50%
500 g cavolo verza (oppure indivia belga)
1 cucchiaio farina
q.b. olio di oliva
q.b. sale fino
q.b. pepe bianco

Strumenti

1 Padella
1 Tegame

Passaggi

Tagliate la cipolla a spicchi non troppo spessi; pelate la carota e tagliatela a pezzi; spelate l’aglio.

Infarinate leggermente le sovracosce e rosolatele a fuoco dolce in un tegame per pochi minuti.

Aggiungete le verdure appena mondate e mezzo dado e lasciate insaporire.

Salate e pepate, quindi aggiungete un cubetto di cioccolato tagliato a pezzetti.

Addizionate anche 100 ml di acqua calda, coprite e cuocete per circa 30 minuti.

Nel frattempo preparate il cavolo verza: lavatelo e tagliatelo in spicchi.

Rosolatelo in una padella con un filo di olio, quindi salate, pepate e cuocete coperto, a fuoco dolce, per 15-20 minuti.

Servite le sovracosce pollo in umido con la verza in padella e la salsa al cioccolato.

Alt="pollo al cioccolato"
Sovracosce di pollo in umido al cioccolato

/ 5
Grazie per aver votato!
Alt="orata con purè di fagioli"

Filetto di orata con purè di fagioli bianchi

Il filetto di orata cotto al vapore in padella è una ricetta molto semplice e facile. 

Si prepara velocemente con pochi ingredienti base e ha un sapore delizioso. 

Io ho servito il pesce con purè di fagioli bianchi. 

È un comfort food per me!

Ogni volta che ho voglia di cucinare qualcosa di facile e semplice, ma delizioso e appagante per l’anima, cucino il pesce.

Un piatto molto caldo e delizioso. 

Può essere anche un ottimo secondo per qualsiasi festa o occasione speciale (si avvicina San Valentino… anche se non sono una fan di questa occasione). 

In ogni caso sono sicura che amerete questo piatto. 

Allora provate questa ricetta semplice e facile e fatemi sapere se vi piace!

Vi linko altre due ricette riguardanti l’orata: i filetti di orata con salsa di burro al limone e i filetti di orata in crosta di verdure e pomodorini.

Alt="orata con purè di fagioli"
Filetto di orata con purè di fagioli bianchi
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora 5 Minuti
  • Porzioni2
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per il pesce

300 g orata fresca, filetti
1 cucchiaio olio di oliva
q.b. sale fino
q.b. pepe bianco

Per la purea di fagioli bianchi

500 g fagioli bianchi secchi (o precotti)
1/2 limone (succo)
50 g olio di oliva
1 cucchiaio semi di sesamo
1 cucchiaino cumino in polvere
1/2 spicchio aglio
q.b. sale fino
q.b. pepe bianco

Per servire

q.b. olio di oliva (o aromatizzato al basilico)
q.b. rucola
q.b. pepe bianco
q.b. limone

Strumenti

1 Ciotola
2 Pentole
1 Robot da cucina

Passaggi

Mettete i fagioli bianchi secchi in una ciotola, copriteli con acqua e salate. 

Lasciateli in ammollo per 12 ore.

Scolateli, sciacquateli bene e trasferiteli in una pentola. 

Aggiungete l’acqua e fateli cuocere a fuoco medio per 1 ora circa.

Incidete il pesce, dal lato della pelle e aggiungete olio d’oliva, sale e pepe.

Se come me non avete la vaporiera, mettete una pentola a fuoco medio-alto e metteteci dentro un cestello in acciaio.

Versate acqua fino alla base del cestello e adagiatevi sopra i filetti di orata e coprite con un coperchio. 

Cuoceteli per 4-5 minuti.

Alt="orata con purè di fagioli"
Filetto di orata con purè di fagioli bianchi

Filtrate i fagioli e conservate l’acqua di cottura.

Trasferite i fagioli bianchi in un robot da cucina e aggiungete sale, pepe, il succo di limone, l’olio d’oliva, i semi di sesamo, il cumino e l’aglio.

Lavorate bene fino a quando gli ingredienti non saranno omogeneizzati. 

Se la purea è troppo densa, potete diluirla con un po’ dell’acqua che avrete messo da parte.

Servite i filetti di orata con il purè di fagioli bianchi conditi con olio, rucola, pepe e fettine di limone.

Variazioni

Se optate per i fagioli bianchi precotti, naturalmente saltate la cottura e frullateli insieme agli altri ingredienti.

I semi di sesamo possono essere sostituiti dalla salsa tahina (100 gr.).

/ 5
Grazie per aver votato!
Alt="crocchette broccoli e scamorza"

Crocchette di broccoli con scamorza affumicata

Siete pronti per una ricetta di crocchette di broccoli con scamorza affumicata davvero fantastica, versatile e perfetta per ogni momento della giornata?

Queste crocchette di broccoli sono deliziose sia cotte al forno che fritte.
Li ho provati in entrambi i modi e li ho amati allo stesso modo!
 
Croccanti fuori, morbidi dentro e pieni di verdure! 
Abbastanza salutari per un antipasto o come secondo. 
Ottimi per uno spuntino caldo e salato e, naturalmente, le loro dimensioni li rendono ideali anche per una cena a base di finger-food!

Dal momento che queste crocchette vegetariane sono piuttosto semplici dal punto di vista del sapore, potrete davvero giocarci per ottenere risultati completamente diversi ogni volta che le farete!

Una ricetta “base” ripiena di verdure che si abbina a una varietà di salse, dal buon vecchio ketchup alle salse a base di maionese oppure salsa guacamole ed è stato fantastico.

La prossima volta che li farò mi piacerebbe giocarci un po’ di più.

Mi piacerebbe sperimentare alcune diverse combinazioni vegetariane e provare ad aggiungere una buona dose di curry in polvere.

Ci sono così tante opzioni da sperimentare questa ricetta!

Ho aggiunto una piccola nota di seguito se voleste giocare e creare le vostre combinazioni di sapori.

Inoltre ho anche voluto sperimentare la ricetta per vedere come si congela e si riscalda.

Sono felice di segnalare che questa ricetta funziona magnificamente per il congelamento!

Potrete congelare le polpette dopo la pre-frittura/cottura o come polpette di purè, prima dell’impanatura.

Li ho adorati ed ora so esattamente cosa fare con il purè di patate avanzato.

Alt="crocchette broccoli e scamorza"
Crocchette di broccoli con scamorza affumicata
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di cottura28 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

500 g broccoli
1 uovo
250 g scamorza affumicata
1 patata bianca (grande)
100 g lattughino, fresco (valeriana/songino, in alternativa)
q.b. pangrattato
q.b. sale fino
q.b. olio di oliva
2 cucchiai Parmigiano Reggiano DOP (grattugiato)

Strumenti

1 Schiacciapatate
1 Pentola
1 Teglia

Passaggi

Mettete sul fuoco una pentola con poca acqua salata e portatela a bollore.

Lavate la patata, sbucciatela e tagliatela a dadini; lavate i broccolo, tagliateli a cimette, cuocetele insieme alla patata per circa 8 minuti.

Scolate le verdure quando sono tenere e schiacciatele con uno schiacciapatate oppure una forchetta.

Aggiungete alla purea un uovo, sale e il parmigiano grattugiato.

Addizionate 2 cucchiai di pangrattato e mesciate bene fino ad ottenere un impasto lavorabile.

Preriscaldate il forno a 180°C.

Tagliate la scamorza a dadini piccoli.

Formate le crocchette con l’impasto ottenuto e inserite al centro di ognuna un cubetto di scamorza affumicata.

Chiudete bene la pallina e passatela nel pangrattato avanzato.

Disponete le crocchette su una teglia rivestita da carta forno, conditele con un filo d’olio e infornatele per 20 minuti o finché saranno ben dorate.

Servite le crocchette di broccoli con scamorza affumicata insieme al lattughino condito a piacere.

Alt="crocchette broccoli e scamorza"
Crocchette di broccoli con scamorza affumicata

Variazioni

Ecco alcune idee di gusto con cui giocare:

– funghi e aglio;

– pancetta, aneto e cheddar;

– curry di verdure.

Oltre alle insalatine o in sostituzione potreste abbinare la salsa di guacamole oppure una salsa a base di maionese, crema di arachidi e succo di limone.

Se cercate un’altra alternativa vegetale, vi suggerisco le mie polpette di zucchine con olive taggiasche!

/ 5
Grazie per aver votato!
Alt="vitello allo zenzero con zucchine"

Straccetti di vitello allo zenzero con zucchine trifolate

Gli straccetti di vitello allo zenzero con zucchine trifolate hanno tanto sapore; ma ci vuole così poco sforzo. 

Mi piace mantenere le cose semplici perché il buon cibo può essere semplice.

Spesso non si ha voglia di cucinare molto la sera, magari dopo una lunga giornata trascorsa a lavoro. 

Mi piacerebbe dire che sono una di quelle persone che vuole lavorare in cucina per tre ore, per produrre un pasto che è un’opera d’arte; ma non lo sono sempre.

A volte voglio gustare un pasto eccezionale; ma prepararlo in meno di un’ora e di solito in 30 minuti.

Questi straccetti di vitello allo zenzero con zucchine trifolate sono esattamente quel tipo di pasto.

Una gustosa combinazione di proteine ​​e verdure a cottura rapida.

Saranno pronti da mangiare in soli 20 minuti.

Gustateli così come sono o serviteli sul riso tradizionale o al cavolfiore per renderlo ancora più sostanzioso.

Per realizzare questo piatto farete prima saltare le zucchine e poi metterle da parte.

Poi sarà il turno del cipollotto e infine degli straccetti di vitello, che cuoceranno velocemente visto che l’avrete affettato sottilmente. 

Preparatevi a mangiare!

La carne dura non va bene, vero? 

Ci sono diverse cose che potete fare per ottenere una carne tenera, anche con un taglio di carne meno costoso.

Affettate sottilmente le fettine di vitello. 

Quando si affetta la carne per ottenere gli straccetti, tagliate appoggiando la vostra fettina sul tagliere e cercate le linee che la attraversano.
 
Quelle linee sono le fibre muscolari.

Tagliate attraversando quelle linee invece che lungo quelle linee.

Questo spezza la fibra in modo che una volta cotti siano più facili da masticare!

Non sovraccaricate la padella.

Lo dico sempre per qualsiasi piatto unico!

Se volete dare colore al vostro cibo (quella splendida doratura che adoriamo sempre) i vostri ingredienti devono avere spazio per stendersi e toccare il fondo della padella.

Se è tutto accatastato l’uno sopra l’altro, qualunque cosa ci sia sopra diventerà praticamente solo vapore.

Volete degli straccetti al vapore?

Ehm suppongo di no!

Passaggio difficile.

Non abbiate paura di cucinare a temperature più alte.

Amo usare il fuoco medio-alto quando cucino molte delle mie proteine.

Questo aiuta a ottenere rapidamente il colore che desidero.

Non cuocete troppo la vostra carne.

La carne troppo cotta è dura e secca.

Alt="vitello allo zenzero con zucchine"
Straccetti di vitello allo zenzero con zucchine trifolate
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura22 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

2 zucchine scure
500 g vitello (straccetti)
q.b. zenzero fresco
1 cipollotto
q.b. olio di oliva
q.b. sale fino
q.b. pepe nero
q.b. menta

Strumenti

Passaggi

Pulite le zucchine e tagliatele a rondelle fini.
Saltatele brevemente in una padella a fuoco vivace con 2 cucchiai d’olio, facendo loro prendere colore; ma lasciandole croccanti (circa 8 minuti).
Salate, pepate e condite con foglioline di menta.

Alt="vitello allo zenzero con zucchine"
Straccetti di vitello allo zenzero con zucchine trifolate

Tagliate le fettine di vitello a striscioline e tenetele da parte.
Lavate e affettate finemente il cipollotto.
Pelate e grattugiate circa 2 cm di zenzero.
In un’altra padella scaldate 2 cucchiai d’olio e soffriggete dolcemente il cipollotto con lo zenzero per 3-4 minuti.

Alt="vitello allo zenzero con zucchine"
Straccetti di vitello allo zenzero con zucchine trifolate

Unite la carne e fatela rosolare a fuoco medio, portando a cottura in circa 8 minuti.
Salate e pepate.
Servite gli straccetti di vitello ben caldi con le zucchine e guarnite, se volete, i piatti con qualche fogliolina di menta fresca.

Gustate questo piatto dai profumi mediorientali sorseggiando:

– Leffe Rouge, una birra belga a doppio malto ambrata, il cui olfatto è intenso.
Presenta sentori che richiamano il caffè tostato e la frutta candita.
Al palato risulta calda, morbida e con un retrogusto erbaceo che dona freschezza.

– Leffe Rituel 9°, dagli aromi dolci e fruttati con profumi di pesca a polpa bianca e agrumi ben intrecciati con notevoli note di luppolo e lievito.

– Franziskaner Hell dal colore giallo dorato leggermente torbido racchiude in sé tutta l’effervescenza delle Alpi.
E’ una birra ad alta fermentazione dal gusto frizzante, leggera, amarognola e un aroma di lievito che si chiude in un finale secco, floreale, speziato e fruttato.

– Goose Island IPA, una classica IPA (India Pale Ale) americana dal colore arancio ramato lievemente opalescente.
Al naso giungono note di luppolo e aromi fruttati di pompelmo e pesca.
In bocca, invece, pervadono sapori di luppoli floreali con note di frutta e aghi di pino, seguite da punte leggere di caramello.

In alternativa, vi propongo alcuni calici di vino:

– Amarone della Valpolicella classico DOCG, dal caratteristico rosso rubino con riflessi granati è un vino complesso e infatti troviamo sentori di ciliegia e amarena matura, ribes sotto spirito, note di cacao, etere e speziate e infine un balsamico.
Proprio per questo in bocca risulta strutturato, pieno, caldo e avvolgente.

– Valpolicella Ripasso Classico Superiore DOC, un vino rosso importante dal colore rosso rubino intenso.
Il naso è dominato da sentori di frutta scura appassita e note tostate.
In bocca è strutturato, ma piacevole rispetto al precedente.

Alt="vitello allo zenzero con zucchine"
Straccetti di vitello allo zenzero con zucchine trifolate

/ 5
Grazie per aver votato!
Alt="pollo curcuma e fagioni"

Petto di pollo alla curcuma con fagiolini

Il petto di pollo alla curcuma con fagiolini è un secondo di carne pieno di spezie calde e ricche, perfettamente tenero e succoso.
Inoltre, questa ricetta ha pochi ingredienti ed è pronta in 20 minuti!

Il petto di pollo alla curcuma, da qualche anno è una delle mie ricette preferite perché diversa dalla solita fettina di carne cotta ai ferri.
Trovo sia quel suggerimento in più quando appena rientrate in casa, aprite il frigo e guardando il contenitore contenente il petto di pollo pensate: “e adesso come lo cucino?”
E sarete ancora lì, a fissarlo.
E’ simile al pollo alla paprika; ma anziché essere tagliato a cubetti è a fette.
La curcuma macinata aggiunge tanto calore e profondità, e la spremuta del succo di limone fresco aggiunge un tocco pop brillante.

(Se siete degli amanti del pollo, date un’occhiata ai miei bocconcini di pollo con peperoni in agrodolce e alle polpette di pollo in glassa agrodolce).

Prima di passare alla ricetta, mi piacerebbe dirvi qualcosa in più sulla curcuma.
La curcuma è una spezia che deriva dalla pianta della curcuma. 
È comunemente usata nella cucina indiana e asiatica. 
Essa è una spezia chiave nel curry ed è spesso impiegata per aromatizzare o colorare polveri di curry, senape, burri e formaggi. 
Ha un sapore caldo, leggermente amaro.
È anche nota per i suoi scopi medicinali e siccome sono parecchio curiosa ho pensato di sottolinearvi alcuni tra i suoi tanti benefici.
Uno dei principali composti attivi della curcuma è la curcumina, che agisce come componente antiossidante e antinfiammatorio.
Lo zafferano delle Indie (un’altra definizione) può aiutare con l’infiammazione e il dolore muscolare legati all’esercizio fisico, oltre a gestire lo stress ossidativo, come suggerisce la ricerca.
È stata anche usata per trattare l’artrite reumatoide, il cancro della pelle e i disturbi digestivi.
Alcuni credono persino che possa aiutare in situazioni di depressione, patologie legate alla memoria, malattie cardiache, vari tipi di cancro e aumentare la longevità.
Sono necessarie ulteriori ricerche in tutte queste aree; tuttavia, la curcuma ha ovviamente molto da offrire!
Inoltre, è così carina e gustosa!?

Per quanto concerne l’abbinamento, io ho accostato un’insalata di fagiolini croccanti; ma ciò non toglie che potreste accostare dei riso integrale al vapore, il riso basmati, delle patate arrosto o un contorno di verdure al vapore o arrosto.

Alt="pollo curcuma e fagiolini"
Petto di pollo alla curcuma e fagiolini
  • DifficoltàFacile
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura18 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

4 fette petto di pollo
380 g fagiolini
1 limone BIO
q.b. curcuma in polvere
q.b. basilico
q.b. olio di oliva
q.b. sale fino
q.b. pepe bianco

Strumenti

1 Pentola
1 Padella

Passaggi

Mettete sul fuoco una pentola con quattro dita di acqua leggermente salata e portate a bollore.
Lavate i fagiolini, eliminate gli eventuali filamenti e appena l’acqua bolle cuoceteli per circa 8 minuti, finché saranno teneri.
Scolate i fagiolini ed immergeteli in acqua fredda, quindi asciugateli bene e conditeli con succo di limone, foglie di basilico spezzettate, sale, pepe bianco ed olio.

Scaldate una padella antiaderente con 2 cucchiai d’olio.
Impanate le fettine di pollo nella curcuma, salate e pepate bene.
Cuocete il pollo a fuoco medio, qualche minuto per parte, finché non sarà ben rosolato e ben cotto all’interno (nel caso in cui le fette dovessero essere spesse).
A fine cottura, bagnate con qualche goccia di succo di limone.
Servite le fettine di petto di pollo alla curcuma con il fagiolini e il sughetto che si sarà formato in padella.

Alt="pollo curcuma e fagiolini"
Petto di pollo alla curcuma con fagiolini

/ 5
Grazie per aver votato!
Alt="filetti di orata in crosta di verdure"

Filetti di orata in crosta di verdure e pomodorini

Si consiglia di gustare i frutti di mare due o tre volte alla settimana. 
La parola chiave è divertitevi : non continuate a fare la stessa ricetta più e più volte. 
Provate questi filetti di orata in crosta di verdure accompagnati da un’insalata di pomodorini.

Troppe volte sento dire o leggo che i consumatori mangiano pesce solo quando sono fuori perché non sanno come cucinarlo a casa.

Pesce e frutti di mare sono alcune delle proteine ​​più semplici da cucinare. 
È veloce, abbastanza indulgente e ci sono così tante diverse combinazioni di sapori da abbinare.

Sarò di parte, ma questi filetti di orata in crosta di verdure sono deliziosi! 
Inoltre, la loro semplicità è ottima per portare la cena in tavola durante le serate frenetiche. 
Il vantaggio aggiuntivo: mangiare più pesce include molti benefici per la salute.

Il pesce salva letteralmente la vita! 
Mangiare pesce due o tre volte alla settimana ha ridotto del 17% il rischio di morte per qualsiasi causa correlata alla salute.

I frutti di mare sono tra le proteine ​​di più alta qualità (come uova, carne, pollame e latticini) e offrono ulteriori benefici per la salute. 
Può ridurre il rischio di malattie cardiache, può aiutare durante la gravidanza per aiutare il bambino a sviluppare un cervello sano e migliorare la memoria e la nitidezza.

I pesci magri e dal sapore delicato con carne tenera, bianca o chiara, come l’orata, il branzino, la passera o la cernia sono generalmente delicati, quindi questo metodo di cottura funziona bene.⁠

Molti tipi di pesce sono delicati e teneri, quindi dovreste evitare di cuocerli troppo. 
Il modo migliore per sapere se un pesce è cotto è provarlo con una forchetta. 
Inserire la forchetta obliquamente, nel punto più spesso, e girare delicatamente. 
Il pesce si sfalderà facilmente quando è pronto e perderà il suo aspetto traslucido o crudo.

Vi piace l’orata? Allora non perdetevi la mia ricetta dei filetti di orata con salsa di burro al limone!

Alt="filetti di orata in crosta di verdure"
Filetti di orata in crosta di verdure e pomodorini
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura14 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

2 filetti orate
200 g pomodorini datterini
2 carote
2 zucchine scure
1 cipollotto
q.b. senape di Digione
q.b. maggiorana
q.b. olio di oliva
q.b. sale fino
q.b. pepe nero

Strumenti

1 Teglia
1 carta da forno

Passaggi

Preriscaldate il forno a 180°C.

Lavate tutti gli ortaggi e spelacchiate le carote.

Tagliate a Julienne zucchine e carote, affettate finemente il cipollotto.

Combinate le verdure con la senape di Digione (a me sono bastati 2 cucchiai colmi), la maggiorana, 1/2 cucchiaio d’olio, pertanto salate e pepate.

Asciugate bene i filetti di orata con carta da cucina e predisponeteli su una teglia rivestita di carta da forno.

Filetti di orata in crosta di verdure e pomodorini

Foderate ciascun filetto con il composto di verdure, comprimendo bene per trarre uno strato uniforme.

Infornate per circa 10 minuti, poi azionate la funzione grill per 4 minuti.

Fintanto che cuociono i filetti di orata in crosta di verdure, elaborate i pomodorini: lavateli, tagliateli a spicchi e conditeli con olio e sale.

Servite i filetti di orata in crosta di verdure con l’insalata di pomodorini.

A questo piatto inconsueto dal solito potreste abbinare, a vostra discrezione:
– un immancabile calice di vino bianco Chardonnay facendovi catturare dalle spiccate note di frutta matura (solitamente mela, ananas e banana).

– Un boccale di birra Franziskaner Hell dal colore giallo dorato leggermente torbido racchiude in sé tutta l’effervescenza delle Alpi.

E’ una birra al alta fermentazione dal gusto frizzante, leggera, amarognola e un aroma di lievito che si chiude in un finale secco, floreale, speziato e fruttato.

– Hoegaarden considerata la regina delle birre bianche e dall’inconfondibile schiuma bianca, spumosa, persistente e profumata di scorze di arancia.

Presenta un gusto fresco e acidulo per la presenza del frumento non maltato, un leggero fondo di lievito e miele, e infine, un retrogusto dolce ma persistente di succo di limone.

– Cervogia del Borgo Duchessa, che prende il nome dai Monti della Duchessa (Rieti), con il suo colore dorato e riflessi aranciati vi conquisterà, grazie anche ai suoi profumi ampiamente fruttati (banana, ananas e frutta tropicale) e floreali, con un delicato pepato.

Filetti di orata in crosta di verdure e pomodorini

/ 5
Grazie per aver votato!
Alt="cotolette di lonza panate con frutta secca e carote"

Cotolette di lonza panate alla frutta secca con carote glassate

Questa è una ricetta di cotolette di lonza panate da cuocere in padella, facile, veloce e che risulta sempre deliziosa!
Non solo… ha un ottimo sapore.
Le cotolette di lonza panate alla frutta secca racchiudono un sacco di sapore in un solo boccone.
Con tanto colore, rallegrano in un lampo qualsiasi serata a tavola in famiglia.
Il segreto?
L’uso di frutta secca (anacardi, mandorle, pistacchi) aiuta ad accelerare questo processo.
E’ la ricetta perfetta per la settimana!
Potrebbe sembrare una strana combinazione per molti di voi, ma in tutta onestà la carne di maiale funziona meravigliosamente con la frutta secca.

Alt="cotolette di lonza panate con frutta secca e carote"
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura8 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

4 carote
4 fette lonza di maiale
2 uova
q.b. anacardi
q.b. mandorle
q.b. pistacchi
q.b. olio di oliva
q.b. sale affumicato
q.b. pepe nero
q.b. farina
q.b. burro
1 cucchiaio zucchero (raso e di canna)

Strumenti

1 Padella
1 Piatto fondo

Passaggi

Pelate le carote, lavatele e tagliatele a rondelle spesse circa 2 mm.
In una padella ampia sciogliete una noce di burro e saltate le carote a fiamma viva, mescolandole continuamente.
Aggiungete un cucchiaio raso di zucchero (meglio se di canna), mescolate, abbassate la fiamma, salate leggermente e proseguite la cottura finché lo zucchero non sarà completamente sciolto.
Frullate le mandorle con gli anacardi e i pistacchi, fino a ottenere una granella non troppo fine.

Alt="cotolette di lonza panate con frutta secca e carote"

Infarinate leggermente le fettine di lonza di maiale.
In un piatto fondo sbattete le uova con una forchetta, salate e pepate.
Passate nell’uovo le fettine di lonza e poi nella granella di frutta secca.
In una padella antiaderente (la stessa impiegata per preparare le carote) riscaldate 2 cucchiai d’olio e cuocete le fettine di maiale circa 4 minuti per parte.
Regolate di sale e pepe e quando avranno preso un bel colore dorato servitele con le carote glassate.
Servite le cotolette di lonza panate alla frutta secca con carote glassate insieme ad un boccale di birra, tra cui:
– Leffe Rouge, una birra belga a doppio malto ambrata, il cui olfatto è intenso.
Presenta sentori che richiamano il caffè tostato e la frutta candita.
Al palato risulta calda, morbida e con un retrogusto erbaceo che dona freschezza.
– Leffe Rituel 9°, dagli aromi dolci e fruttati con profumi di pesca a polpa bianca e agrumi ben intrecciati con notevoli note di luppolo e lievito.
– Franziskaner Hell dal colore giallo dorato leggermente torbido racchiude in sé tutta l’effervescenza delle Alpi.
E’ una birra ad alta fermentazione dal gusto frizzante, leggera, amarognola e un aroma di lievito che si chiude in un finale secco, floreale, speziato e fruttato.
– Goose Island IPA, una classica IPA (India Pale Ale) americana dal colore arancio ramato lievemente opalescente.
Al naso giungono note di luppolo e aromi fruttati di pompelmo e pesca.
In bocca, invece, pervadono sapori di luppoli floreali con note di frutta e aghi di pino, seguite da punte leggere di caramello.
In alternativa, vi propongo alcuni calici di vino:
– Amarone della Valpolicella classico DOCG, dal caratteristico rosso rubino con riflessi granati è un vino complesso e infatti troviamo sentori di ciliegia e amarena matura, ribes sotto spirito, note di cacao, etere e speziate e infine un balsamico.
Proprio per questo in bocca risulta strutturato, pieno, caldo e avvolgente.
– Valpolicella Ripasso Classico Superiore DOC, un vino rosso importante dal colore rosso rubino intenso.
Il naso è dominato da sentori di frutta scura appassita e note tostate.
In bocca è strutturato, ma piacevole rispetto al precedente.

Alt="cotolette di lonza panate con frutta secca e carote"

/ 5
Grazie per aver votato!