Crea sito
0 In Antipasti e stuzzichini/ Contorni/ Ricette/ Secondi vegetariani

Vignarola dei Castelli Romani

Vignarola dei Castelli Romani

La vignarola dei Castelli Romani è una ricetta tipica della tradizione romana, un piatto povero, preparato essenzialmente con verdure primaverili.

Gli ingredienti principali sono infatti le fave e i piselli, accompagnati dagli ultimi carciofi, quelli romaneschi però, dalla forma tonda e non spinosi.

Un piatto tramandato dalle famiglie contadine, si dice che il nome “vignarola” derivi dal fatto che, questo piatto veniva mangiato dai “vignaroli” al ritorno dal lavoro nelle vigne e cucinato con quello che coltivavano negli orti, prodotti teneri che cuocevano in pochissimo tempo.

Per questa ricetta abbiamo utilizzato l’OLIO EXTRAVERGINE FRUTTATO LEGGERO – ORO DEI PIRGIANI della Vianova

Prova anche i carciofi alla romana

Ingredienti per 4 persone:

2 carciofi romaneschi (mammole)

succo di limone

1 rametto di mentuccia

2 cipollotti

300 g di piselli sbucciati

300 g di fave sbucciate

200 g di lattuga romana

2 cucchiai di olio d’oliva extravergine Vianova Bio

sale

pepe

Procedimento

Tagliare a pezzetti i cipollotti, porli  in pentola larga e bassa e lasciarli appassire nell’olio extravergine a fuoco basso fino a che non diventino trasparenti.

Aggiungere la lattuga romana tagliata a listarelle sottili ed i carciofi tagliati a spicchi, dopo averli lavati con acqua e limone. Mescolare bene, salare e pepare. Coprire e far cuocere a fuoco bassissimo per circa 10 minuti, aggiungendo ogni tanto qualche cucchiaiata di acqua, se necessario.

Aggiungere quindi i piselli, le fave e la mentuccia. Lasciar insaporire per altri 10 minuti circa

Servire la Vignarola dei Castelli Romani tiepida.

 
 
Vignarola dei Castelli Romani
Vignarola dei Castelli Romani

Nessun Commento

Lascia un Commento