Crea sito

Pesto di basilico light [senza formaggio]

Quanto è buono il pesto alla genovese?

Anzitutto si tratta di una ricetta della tradizione ligure ed è una di quelle preparazioni in cui è facilissimo incorrere in errore specie se vivi dall’altra parte della penisola.

L’originale viene preparato con mortaio e pestello ed ha una consistenza cremosa.

Quello che andremo a preparare oggi non è l’originale ma un pesto di basilico light [senza formaggio] di consistenza acquosa, digeribile e leggero che consente di cucinare e insaporire i piatti limitando l’utilizzo dell’olio.

Puoi utilizzarlo come condimento o come ingrediente nella preparazione di antipasti, primi e secondi, è ottimo nelle insalate che richiedono il basilico quando non disponi di quello fresco e da aggiungere ai legumi, al minestrone e alle zuppe.

Piccola parentesi: la mia piantina di basilico lotta costantemente tra la vita e la morte per cui, fresco o surgelato, il pesto di basilico light [senza formaggio] mi semplifica abbastanza la vita.

Pesto di basilico light [senza formaggio]
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 1 vasetto o 12 cubetti
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • Basilico (sacchetto da 60 g) 1 mazzetto
  • Pinoli 1 cucchiaino
  • Sale 1 pizzico
  • Pepe misto in grani (con macinino) 1 pizzico
  • Acqua 50 ml
  • Olio extravergine d'oliva (a crudo) 20 ml

Preparazione

  1. Lava e pulisci le foglie di basilico e falle asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina.

  2. Versa nel tritatutto:

    • il basilico;
    • i pinoli;
    • il sale;
    • il pepe;
    • l’acqua;
    • l’olio;

    e trita azionando il mixer a scatti e non in maniera continuativa.

  3. Il tuo pesto di basilico light è pronto.

Note

Se lo utilizzi fresco, preparalo poco prima di consumarlo per evitare che a causa dell’esiguo contenuto di olio annerisca.

Se lo utilizzi surgelato, versa i cubetti ancora ghiacciati in una tazzina e ricoprili con un filo d’olio in modo che scongelandosi il pesto raggiunga la giusta consistenza.

E’ in ogni caso da consumare in tempi brevi.

Pubblicato da azuccherozero

Mi chiamo Francesca e la mia mission è: prevenire o tardare l’insorgenza del diabete attraverso un’alimentazione corretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.