CORSO CON LA PASTA DI BOLOGNA E SFOGLINA SIMONETTA

Sono stata invitata da La pasta di Bologna   un’azienda che  vende pasta fresca rigorosamente tirata al mattarello da sfogline capaci, realizzata a mano in tutte le  fasi della produzione, ad un corso per imparare a fare la pasta fresca e da buona romagnola appassionata di cucina ho accettato con piacere. Ad accoglierci (io ed altre blogger di Bologna) il titolare dell’azienda il signor Paolo Canossa e Sfoglina Simonetta. La sala era già stata attrezzata con 8 postazioni con il tagliere(misure ideali 90/100 x 60/70  cm), il mattarello(perfettamente dritto e lungo 90/100 cm), la coltella(coltello con lama alta per tagliare le tagliatelle), la forchetta ed il raschietto(o tarocco), cioè tutto l’occorrente per la produzione della pasta. Dopo alcuni minuti di chiacchiere amichevoli e presentazioni varie(tra le blogger c’era anche una ragazza americana che abita a Correggio  molto interessata all’argomento) Sfoglina Simonetta ha iniziato il corso di pasta fresca, parlando dei vari tipi di farina e delle loro caratteristiche mentre il signor Canossa sovraintendeva alle varie operazioni pur restando in disparte per il corso con La pasta di Bologna e  Sfoglina Simonetta!

L’IMPASTO 

Dopo alcune nostre domande più tecniche si è iniziato il corso di pasta fresca, facendo fontana con 300 grammi di  farina 00. Sfoglina Simonetta consiglia di togliere prima di impastare, un po’ di farina tenendola da parte per aggiungerla solo se necessario(l’aggiunta di sale è facoltativa). Nel centro ora mettere le uova e con la forchetta amalgamare pian piano alle uova sbattute parte della farina. Aggiungerne sempre di più assottigliando il cerchio della farina per poi iniziare ad impastare con le mani il composto. Sfoglina Simonetta consiglia di mantenere il panetto di dimensioni ridotte impastandolo  e ruotandolo di un quarto, man mano che si procede a fare la pasta fresca. L’impasto richiede la lavorazione di circa 10 minuti perchè deve diventare liscio ed  omogeneo(con le pieghe  sotto)  e nel migliore dei casi, deve fare piccole bolle perchè inizia a svilupparsi la maglia glutinica(il mio le aveva eh eh). Ora bisogna avvolgere il panetto nella pellicola trasparente da cucina e lasciarlo riposare per almeno 15 minuti.

LE TRE TECNICHE PER STENDERE LA PASTA FRESCA 

SGROSSATURA Iniziare a stendere la pasta posizionando il mattarello nella linea centrale del panetto e facendo un cerchio ancora di grosso spessore della pasta fresca.

CERCHI Con il mattarello lavorare la sfoglia come facendo cerchi immaginari sempre di dimensioni maggiori.

RULLATURA Rullare cioè fare andare avanti ed indietro il mattarello girando la sfoglia ottenuta di quarti per averla dello stesso spessore in modo uniforme.

Dopo aver steso la pasta farla riposare alcuni minuti se dovete preparare le tagliatelle mentre se volete fare una pasta ripiena l’attenzione maggiore è quella di mantenere una giusta umidità altrimenti non si chiuderanno bene i lembi dei ravioli, tortelloni etc.

 

Sfoglina Simonetta all’opera

Avevo paura di non essere in grado di fare una sfoglia fatta bene ed invece guardate qui che meraviglia eh eh

 

DOSI PER 1 KG DI RAVIOLI 

3 UOVA

300 GRAMMI DI FARINA

450 GRAMMI  DI RICOTTA

50 GRAMMI di PARMIGIANO REGGIANO GRATTUGIATO

DOSI PER 1 KG DI TORTELLINI

4 UOVA

400 GRAMMI  DI FARINA

500 GRAMMI DI RIPIENO PER TORTELLINI

ECCO LA MIA PRODUZIONE DI PASTA FRESCA FATTA DURANTE IL CORSO E CHE PRESTO VEDRETE IN QUALCHE RICETTA QUI SUL BLOG…

Il corso de La pasta di Bologna è stato molto interessante ed esaustivo perchè i metodi esatti per fare la sfoglia mi erano sconosciuti ed ho imparato cos’è la rullatura e come posizionare le mani sul mattarello per questa e per le altre importanti fasi  della preparazione. Il mio sapere era casalingo mentre dopo il corso di La pasta di Bologna ho accresciuto le mie conoscenze per fare la pasta fresca in modo più professionale e lo consiglio vivamente ai miei lettori.

 

Sfoglina Simonetta(Simonetta Capotondo) è una minuta e sorridente ragazza di origine marchigiana che dopo il diploma come Tecnico dei servizi ristorativi all’Istituto Alberghiero di Loreto, frequenta e si diploma anche come sfoglina alla Vecchia Scuola Bolognese. Dal 2009 tiene corsi amatoriali e professionali per tutti, bambini e turisti del mondo compresi e dal 2014 è la sua attività principale, la professione a tutto tondo. Collabora con importanti aziende quali Eataly Milano, Firenze, Genova, La pasta di Bologna, Pastificio Filotea etc.

SUL BLOG TROVATE RICETTE CON LA PASTA FRESCA COME

Mezzelune al pomodoro     Balanzoni verdi alla mortadella   Ravioli di carne burro e salvia e …

Se ti piacciono le mie ricette seguimi sulla mia fan page di Facebook! Basta cliccare “mi piace” e ogni giorno puoi essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate e commentare con me le varie preparazioni !!!!

Copyright © 2017 Annalisa Altini, Tutti i diritti riservati.

 

ARTICOLO SPONSORIZZATO

 
Precedente PEPERONI ALLA POVERELLA Successivo PANE FARCITO

4 thoughts on “CORSO CON LA PASTA DI BOLOGNA E SFOGLINA SIMONETTA

Lascia un commento