Pasta brisèe con olio di oliva

Pasta brisèe con olio di oliva

Dopo avere provato questa semplicissima ricetta, la pasta brisèe non la compro più; sono troppo soddisfatta del risultato che ottengo e in maniera veloce anche senza l’utilizzo dei robot da cucina. Leggera e saporita, la pasta brisèe è la base ideale per quiche, torte salate, salatini e come base per sfiziose tartine… tanto il tempo di preparazione è talmente esiguo che avrete sempre una gran voglia di sbizzarrirvi in mille preparazioni! Per la pasta brisèe con olio ho utilizzato per intero della farina 0 ma potrete variare aggiungendo o sostituendo con farina integrale per esempio, anche la semola di grano duro è ottima per avere una pasta brisèe più croccante e olio extravergine di oliva di ottima qualità. Le dosi indicate negli ingredienti sono perfette ma come sempre è bene adeguare ogni preparazione in base al proprio gusto personale. Salvatevi la ricetta della pasta brisèe con olio di oliva nei segnalibri o preferiti e avrete la ricetta in men che non si dica!

Pasta brisèe con olio extravergine di oliva

Pasta brisèe con olio di oliva

Ingredienti (per una teglia di 26 cm)

  • 200 g di farina 0
  • 50 g di olio extravergine d’oliva
  • 70 g di acqua molto fredda
  • 1 pizzico di sale fino

Procedimento

Versate la farina con il sale sulla spianatoia formando una cavità al centro. Iniziate a versare l’olio extravergine di oliva a filo lavorando con una spatola o una forchetta aggiungendo la farina circostante poi, sempre mescolando unite anche l’acqua fredda.

Pasta brisèe con olio extravergine di oliva

Ottenuto una sorta di impasto iniziate a lavorarlo tirandolo e raccogliendolo sulla spianatoia infarinata ottenendo alla fine un panetto di pasta brisèe compatto ma morbido allo stesso tempo.

Lasciatelo riposare in frigo per almeno mezz’ora dopo il riposino al fresco la pasta brisèe sarà pronta per la preparazione preferita. E si può anche congelare…meglio se già stesa con il mattarello e avvolta e incartata da forno poi sigillata in un sacchetto capiente.

 
Precedente Torta della nonna con mandorle Successivo Ravioli al cacao con formaggi e nocciole

Lascia un commento