Tartine in scacchiera

L’idea delle tartine in scacchiera nasce dalla frittata in scacchiera

tartine scacchiera

Una presentazione molto carina, perfetta per un buffet a tema. In questo caso protagonista ancora Minnie, già presente nella crostata cacao e frangipane assieme ai biscotti decorati
La scacchiera è composta da fette di pane per toast bianco e ai cereali, spalmata con crema alla robiola e patè di olive nere e decorata con fettine di salame e sottiletta. Vediamo come realizzarla.

Potete usare un patè di olive già pronto oppure potete farlo in casa velocemente frullando in un mixer

100g di olive nere denocciolate
1 cucchiaio di capperi eventualmente dissalati prima
80g di tonno in scatola ben sgocciolato
2 filetti di acciuga
1 pizzico di senape.

Per la crema alla robiola mescolare bene 100g di robiola e 150g di formaggio spalmabile con un cucchiaio e completare con una generosa macinata di pepe 4 stagioni.

Per comporre le tartine in scacchiera, toglire la crosta a 8 fette di pane bianco e ad altrettate di pane ai cereali.
Spalmare 4 fette di pane ai cereali con una generosa quantità di crema alla robiola. Procedere in modo analogo con le fette di pane bianco e il patè di olive.
Sopra le fette con la crema alla robiola spalmare il patè di olive e, viceversa, nelle fette farcite di patè spalmare la crema alla robiola.
Con l’aiuto di due coppapasta tondi di dimensioni diverse e circa 6 fette di salame tagliato non troppo fine, procedere a ritagliare il viso e le orecchie che andranno poggiate sulle tartine chiare, Con un taglia pasta fiocco ritagliare da 4 sottilette le sagome da appoggiare nelle tartine scure.
Disporre le tartine alternandole in un vassoio e conservare avvolte con pellicola fino al momento di servire.
Buon appetito.

Mini donuts con la piastra

Un dessert in pieno stile fast food. Grazie alla mia amica Cristina, oggi ho fatto divertire la mia primogenita con i mini donuts preparati con la piastra.

mini donuts

Perchè se è vero che io i donuts li ho già fatti senza la macchinetta è anche vero che con questa hai una resa immediata.
Per la ricetta, ho guardato prima quella in dotazione alla piastra che non mi ha convinto, poi un giro nel web e un confronto con la ricetta delle gauffre.
ho fatto qualche riproporzione e ho tirato fuori questa che mi ha dato un buon risultato. L’impasto si preparara in meno di 5 minuti e, con l’aiuto di un sac a poche si verserà l’impasto fino al bordo di ogni cavità presente nella piastra. Cuoceranno in circa 6 minuti. Ecco dosi e procedimento per realizzare i mini donuts con la piastra
mini donuts
per una 30ina di MInidonuts

150g farina 00
20g fecola di patate
1 bustina di lievito per dolci
100g burro fuso e freddo
2 uova
150g di zucchero
scorza di limone
succo di mezzo limone

inoltre sac à poche usa e getta
zucchero a velo
acqua
codette colorate
100g di cioccolato fondente
20g di burro

Sciogliere il burro a bagnomaria o nel microonde. Montare le uova intere con lo zucchero e un pizzico di sale. Aggiungere a velocità minimina le farine miscelate con il lievito alternando al burro fuso e freddo. Inserire quindi il succo di mezzo limone e la scorza grattugiata.
Accendere la piastra per mini donuts, versare l’impasto in un sac a poche e versare fino al livello nelle cavità della piastra.
Chiudere e aspettare circa 6/7 minuti e comunque fino a doratura.
Procedere con la cottura fino ad esaurire l’impasto.
Preparare la glassa al cioccolato sciogliendo 100g di cioccolato fondente con 20g di burro al microonde o a bagnomaria.
Preparare la glassa rosa miscelando circa 150g di zucchero a velo con poche gocce di acqua e poche gocce di succo di limone. con un goccio di colorante rosa colorare la ghiaccia.
Quando le ciambelline saranno pronte intingere alcune ciambelline nella glassa al cioccolato e altre nella glassa rosa. Decorare con codette di zucchero.
Se si preferisce si possono cospargere solo con zucchero a velo. Sono sempre buonissime
Buon appetito.

Torta moto yamaha

Rimango sempre affascinata dalla tecnica del 2D. MI piace e trovo che per certi aspetti renda meglio del tridimensionale.
Per questa torta moto yamaha ho adottato proprio questa tecnica.

torta moto yamaha

E’ una tecnica abbasta facile e, per chi non ha dimestichezza con il tridimensionale, o non ha molto tempo da dedicare al modelling, si rivela una tecnica efficace e d’effetto.
Per realizzare una decorazione come quella della foto, innanzitutto occorre avere una immagine del soggetto che si vuole duplicare.
Si riporta la sagoma dell’immagine su un foglio di carta forno.
Si stende la pasta di zucchero del colore di base dell’immagine (nel mio caso nero)
si ritaglia, con l’aiuto di un coltellino affilato o di un bisturi tutto il contorno e poi pezzo per pezzo si aggiungono gli inserti che daranno risalto alla sagoma di base: nel mio caso ho ritagliato le ruote e i raggi, il tubo di scappamento, il manubrio etc .
Poichè la moto è quasi tutta nera, per dare un effetto maggiore ho lucidato il sellino e la parte vicino il faretto. Con il colore oro ho ripassato i cerchioni delle ruote. La scritta l’ho dipinta a mano libera.
Alla stessa stregua ho realizzato il logo yamaha.
Per mettere in risalto il nome del festeggiato ho sovrapposto le lettere ritagliate in pasta di zucchero nera e colore oro.

La torta è composta da un pan di spagna al cacao, bagnata con sciroppo di zucchero e rum, stuccata con ganache al cioccolato, farcita con una dose di camy cream e rivestita interamente in pasta di zucchero.
La torta è dedicata a Gabriele dalla sua fidanzata Cinzia.
ed ecco la torta moto yamaha finita e con tanto di candelina
auguri Gabriele
torta moto yamaha2

1 2 3 215