Crea sito

Anelletti al forno

Anelletti al forno, o meglio “pasta cu furnu”  è il piatto principe della cucina palermitana.

Si tratta di un timballo con un formato di pasta tipica del palermitano, e, più in generale siciliano, ad anello delle dimensioni di circa 1 cm, che è simbolo delle gite fuori porta e/o delle tavole delle feste o delle riunioni di famiglia.
È il “piatto unico” per eccellenza dove, nelle molteplici versioni,  ritroviamo gli ingredienti di cui solitamente si compone un pasto intero: la pasta asciutta, la carne ed il contorno di verdure. Gli elementi principali sono il ragù di carne ed i piselli. 
La preparazione degli anelletti al forno richiede  pazienza, non tanto per la difficoltà degli ingredienti quanto del tempo.che si impiega per la realizzazione: Il risultato però compenserà la fatica. 
Non esiste una versione unica degli “anelletti al forno”;  possiamo infatti ritrovare numerose versioni a secondo della stagionalità:
melanzane (rigorosamente fritte), uovo sodo, dadini di prosciutto, salame e primo sale. 
Ultima annotazione è l’uso o meno della salsa bechamel di classica discendenza della cucina francese dei Monsù, e che rimane più moderna rispetto all’uso dell’uovo sbattuto e caciocavallo ancora più antica. 


Anelletti al forno

dosi per 6 persone
600g di anelletti
500g di tritato di carne (possibilmente misto, vaccina-maiale)
1 cipolla
1 carota
2 coste di sedano
Un ciuffo di prezzemolo
2 chiodi di garofano
2 foglie di alloro
Una scatoletta di concentrato di pomodoro (250 grammi)
Parmigiano grattugiato
250 grammi piselli freschi al netto delle bucce (vanno bene anche i pisellini surgelati)
½ bicchiere di vino bianco
Sale marino italiano quanto basta 
pepe q.b.

3 melanzane nere lunghe

Salsa bechamel
30g burro
30g farina
300ml latte
sale marino italiano un pizzico 
noce moscata 
pepe q.b

Per il ragù
In una pentola tagliare a dadini piccoli la cipolla la carota e le coste di sedano e il prezzemolo. Lasciare imbiondire. Aggiungere il tritato e lasciarlo rosolare a fuoco vivace, facendo attenzione a sgranarlo bene con un cucchiaio o (tips con una frusta) quindi sfumare con il vino bianco.
Unire alloro, chiodi di garofano e il concentrato di pomodoro sciolto in poca acqua. Portare a semi bollore e unire i pisellini (anche surgelati) Cuocere il tutto a fuoco lento per circa 30 minuti.

Per la salsa bechamel
Potete usare il microonde mettendo in una ciotola adatta il burro e lasciandolo sciogliere per pochi secondi. Unire la farina e il latte mescolando bene con una frusta per evitare i grumi. aggiustare di sale e cuocere nel microonde alla max potenza per 90 secondi alla volta e fino a quando si ottiene una salsa densa.
Profumare con la noce moscata e tenere da parte.

Tagliare a fette le melanzane e friggerle in olio profondo. Lasciarle scolare per qualche ora.

In una pentola capiente lessare al dente gli anelletti, scolarli e amalgamare con la bechamel e ragù, avendo cura di tenere da parte un poco che servirà per ricoprire il timballo. 
Foderare una teglia da 26 leggermente unta di olio e spolverizzata con pangrattato con le fette di melanzane, adagiare la pasta, ricoprire con altro ragù e poi infornare in forno caldo a 180° C per 20 minuti circa.

E’ preferibile lasciare riposare gli anelletti al forno prima di sformarli.

Buon appetito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »