Vellutata tris di verdure con pinoli

La Vellutata tris di verdure con pinoli nasce come quasi tutte le vellutate che trovate qua sul mio blog.
un piatto di recupero.
uno svuota-sfrigo.
un piatto che si costruisce man mano, a seconda di quello che riesco ad estrapolare dal frigo, dopo attenta e lunga ispezione.
non sempre è portatore di doni preziosi.
anzi, più volte è il contrario.
spesso si trovano ingredienti umili, semplici, quotidiani.
la magia sta nel riuscire a farli funzionare assieme XD
a volte si trovano rimasugli, avanzi non cucinati di piatti già pensati e progettati, 1 zucchino qua, 2 carote là, 3 patate qui, nascoste in fondo al cassetto delle verdure.
ortaggi dimenticati. destinati all’oblio o alla “cestinizzazione”, perché non sufficienti da soli a creare un piatto degno di quel nome, a cui ho voluto dare una seconda “chance”, vedere rinascere a nuova vita.
ed è così che abbinamenti straordinari possono scaturire.

Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli

solitamente si hanno “vellutate di….” e inserite un ingrediente base a vostra scelta.
zucca, carote, piselli, zucchini.
ho voluto rompere questo schema. io che gli schemi non li amo tanto.
e creare una vellutata tris di verdure.
dove le verdure hanno tutte la stessa importanza.
co-protagoniste.
questa è una vellutata per i più smemorati.
impossibile dimenticarsi le dosi, visto che i pesi delle verdure sono gli stessi, 300 gr di carote, di zucchini e di patate.
il sapore è stato stupefacente, così come il colore.
temevo che avrei ottenuto un colore smorto, tendente al giallino. invece quando ho frullato il tutto la carota e lo zucchino hanno fatto da padroni e si sono rafforzati a vicenda, donando un bel colorito brillante verde/aranciato, mentre il bilanciamento di sapori e la consistenza erano perfetti.
l’amarognolo dello zucchino, il dolce della carota, la pastosità della patata.
come tocco finale ho aggiunto una generosa spolverata di peperoncino e una manciata di pinoli, che hanno completato il tutto, sia visivamente che a livello gustativo.

Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli

Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli

Ingredienti per 2 porzioni di Vellutata tris di verdure con pinoli:

  • 300 gr di carote
  • 300 gr di zucchini
  • 300 gr di patate
  • 1 scalogno
  • sale
  • pepe
  • peperoncino
  • olio
  • 30 gr di pinoli
  • 1 dado

Procedimento:

Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli
Vellutata tris di verdure con pinoli

Pulire le verdure e tagliarle a cubetti piccoli.
Affettare lo scalogno a fettine sottili.
In una pentola capiente versare un filo d’olio abbondante e mettere lo scalogno a soffriggere. Farlo appassire per bene, se vedete che attacca aggiungere un ramaiolo di acqua.
Quando l’acqua è ritirata aggiungere quindi le verdure a tocchetti e rosolare per 3-4 minuti mescolando spesso per far insaporire.
Unire quindi l’acqua, fino a coprire le verdure, 1 dado, sale e pepe.
Cuocere per circa 30 minuti o fino a quando le verdure non sono cotte (dipende da quanto avete fatto grossi i tocchetti).
Di solito uso la pentola a pressione per fare questo lavoro, dimezza i tempi, ma oggi era impegnata in altra cottura.
Quando le verdure sono cotte, togliete gran parte del liquido di cottura, senza buttarlo, e con il mixer ad immersione frullare il tutto fino ad ottenere una crema mordida e setosa.
Solo a questo punto potete decidere se aggiungere un po’ di liquido, a seconda di quanto la vellutata vi piace densa o liquida. Io solitamente non lo aggiungo mai, prediligo le vellutate molto dense.
Assaggiare e aggiustare di pepe e sale se necessario.
Versare in un piatto o una ciotola, guarnire con un pizzico di peperoncino e dei pinoli.

2 Comment

  1. Emanuela says:

    Ciao Valentina, bella questa vellutata ed e’ proprio vero che a volte bisogna svuotare il frigo in maniera ‘elegante’. Ottima soluzione.
    Buona settimana

    1. undolcealgiorno says:

      ciao Emanuela, grazie per essere passata a trovarmi!
      sono non incasinata, di piùùùù!
      appena posso ti ri-rispondo alla mail, ma sono nel delirio più totale, lavorativo e non XD
      felice che ti piaccia la mia vellutata, e buona settimana anche a te!!!
      salutami gli states 😛

I commenti sono stati chiusi.