Gnocchi alla romana…o forse dovrei dire alla viareggina?

Gnocchi alla romana...o forse dovrei dire alla viareggina?

Ecco un altro piatto per la poco affollata sezione “salati per caso” che vista la riuscita del piatto di oggi sarei anche lì lì per rinominarla “salati per sbaglio”…
infatti oggi poche foto. solo 4!
che è successo? vi starete chiedendo…io che di solito vi ammorbo con decine e decine di foto ogni post!
beh è successo che gli gnocchi alla romana non sono belli. per niente.
è inutile che provi a farli sembrare carini, attraenti, simpatici o quant’altro.
brutti sono e brutti restano.
i miracoli non so farli.
quindi eviterò di fare un servizio fotografico lungo un km.
le vostre pupille mi ringrazieranno, credetemi, nel preciso istante in cui vedrete le pochissime foto che ho deciso di allegare qui sotto, tenetevi stretti.
in realtà, a posteriori, ho capito che avrei dovuto farli in una bella pirofilina elegante (bischera io, che ce l’ho pure) e lasciarli lì bellini bellini, tutti a schiera. ordinati.
senza che mi si scombinassero tutti per trasferirli in un piatto.
pure brutto ad onor di cronaca. no dico, ho scelto pure il piatto più brutto che avevo.
piatto brutto per cibo brutto, in effetti ci sta. non fa una piega.
ma siccome le cose per farle bene bisognerebbe farle 2 volte, o almeno così dice il detto, ho fatto questi gnocchi in cessissima vaschetta cuki alluminio, e non potevo presentarli con quella.
i dolci sono molto più belli e fotogenici dei piatti salati, e qui non si discute.
certo…qualcuno potrebbe aver da ridire, e non a torto.
ci sono certi chef che riescono a far sembrare un capolavoro anche un uovo al tegamino.
ma io non sono uno chef. quindi. 1+1.
casomai un’ aspirante pasticcera…

Gnocchi alla romana...o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana…o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana...o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana…o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana...o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana…o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana...o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana…o forse dovrei dire alla viareggina?

però una cosa posso darvela per certa.
ossia che sono buonissimi.
e anche se forse non è la ricetta classica, poiché fatta con aggiunta di pecorino per dargli più sapore, anche se non hanno la forma canonica, polpettina invece che dischetto, vi assicuro che sono ottimi.
e se lo dice una che odia il semolino potete veramente crederci!
per questa ricetta mi è venuta in aiuto mia mamma. la ricetta è sua. è lei la complice di questa “male-fatta” (molto male e poco fatta), ho voluto rispettare la ricetta alla lettera, e soprattutto mantenere la forma “polpettica” che lei usa di solito dare agli gnocchi.
gli gnocchi alla romana sono un piatto semplice da preparare e anche tremendamente comodo, perché potete prepararlo con largo anticipo (mattina per pranzo, o pomeriggio per cena), lasciarli in frigo non cotti, e poi infornarli quando è il momento, impiegano dai 30 ai 45 minuti.
più pratici di così?
oggi non mi dilungherò troppo in chiacchiere come al solito…
mettiamoci a cucinare!

Ingredienti per 24 Gnocchi alla romana:

  • 250 gr di semolino
  • 1 lt di latte
  • 100 gr di parmigiano grattugiato + un po’ extra per la superficie
  • 40 gr di pecorino grattugiato
  • 3 tuorli
  • 100 gr di burro
  • noce moscata
  • sale
  • pepe

Procedimento:

Gnocchi alla romana...o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana…o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana...o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana…o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana...o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana…o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana...o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana…o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana...o forse dovrei dire alla viareggina?
Gnocchi alla romana…o forse dovrei dire alla viareggina?

In una pentola bollire il latte e aggiungere noce moscata, sale e pepe.
Versare a pioggia il semolino, cuocere per 5 minuti, mescolando continuamente con una mestola di legno. Unire subito il burro e i formaggi.
Quando il composto è freddo aggiungere i rossi uno alla volta, e incorporarli alla perfezione e ottenere un composto bello compatto (foto 1)
Assaggiare e aggiustare di sale, se necessario. Gli gnocchi devono venire abbastanza saporiti.
A questo punto, bagnarsi le mani e cominciare a creare delle palline, come delle polpette.
Disporle in una pirofila imburrata, o in un cuki alluminio.
Verranno circa 24 gnocchi con questa dose.
Disporre gli gnocchi un po’ sormontati gli uni sugli altri (foto 2), poi mettere dei fiocchetti di burro (foto 3) e cospargerli con abbondante parmigiano (foto 4)
Mettere in forno preriscaldato a 200° per circa 30/45 minuti, saranno cotti quando avranno una crosticina dorata in superficie (foto 5).

4 Comment

  1. GLI GNOCCHI ALLA ROMANA SONO BUONISSIMI, MI PIACE COME LI HAI PRESENTATI!!!!BACI SABRY

    1. undolcealgiorno says:

      grazie sabri!
      sulla presentazione dei piatti salati ho ancora molto da imparare, ma piano piano…lumachina lumachina 😛

  2. Mi sembrano buonissimi i tuoi gnocchi, li proverò. Buona serata. eleonora

    1. undolcealgiorno says:

      grazie!!! vengo subito a trovarti, che il tuo blog non lo conoscevo XD

I commenti sono stati chiusi.