Crea sito

Cuocere le lenticchie

Oggi vediamo come cuocere le lenticchie, so che può sembrare strano ma se come me ne avete qualche confezione avanzata o regalata dalle feste perché non sfruttarle al meglio? La cosa importante non è solo cuocerle al meglio ma anche come prepararle a quindi vedremo anche qualche idea di preparazione.

Le lenticchie sono un legume molto versatile che può essere utilizzato non solo per il classico cotechino con le lenticchie, ma anche in un risotto con le lenticchie, per arricchire un’insalata, o fare delle polpette o per fare un bollito.

cuocere le lenticchie, trucchi e consigli
  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo5 Minuti
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 glenticchie secche
  • 2 lacqua
  • q.b.sale
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • 1/2carota
  • 1/2cipolla
  • q.b.olio extravergine d’oliva

Strumenti:

  • 1 Pentola da 3 lt
  • 1 Cucchiaio (o spatola di silicone)

Preparazione

  1. Il modo migliore per cuocere le lenticchie secche è lessarle in pentola velocemente, quindi bollirle in abbondante acqua. Per cuocere le lenticchie velocemente è importante metterle in ammollo prima della cottura. L’ammollo infatti velocizza la preparazione, migliora il gusto e le rende più digeribili. La cosa ideale è metterle in ammollo almeno 2 ore, ma hai tempo ti consiglio anche mezza giornata

  2. La procedura dell’ammollo serve anche per eliminare eventuali sassolini che si sono mischiati alle lenticchie.

    Le lenticchie che vengono a galla devono essere scartate perché non adatte a essere consumate.

    Esistono alcune varietà per cui non è necessario l’ammollo, leggi e istruzioni sulla confezione, se non richiesto puoi anche saltare questo passaggio.

  3. Consiglio: Finito l’ammollo toglie le bucce che si sono tolte dalle lenticchie. Le bucce sono difficili da sminuzzare e in cottura aumentano l’effetto purea, basta muovere la ciotola delle lenticchie e le vedrai affiorare e muoversi in superficie.

  4. Trucco: Se non hai tempo per l’ammollo delle lenticchie, nessuna paura puoi cuocerle ugualmente ma dovrai aggiungere maggior acqua perché le lenticchie tenderanno ad assorbirne di più e più velocemente.

  5. Per un gusto più aromatico puoi preparare un soffritto veloce di sedano, carota e cipolla, tosta le lenticchie per 3-4 minuti.

    Aggiungi l’acqua al soffritto e fai bollire le lenticchie per almeno 20 minuti se le lenticchie sono state in ammollo, se non le ammollate potrebbero volerci anche 40 minuti. Il tempo di cottura varia dalla dimensione delle lenticchie ma anche dalla varietà.

  6. Se le lenticchie servono per altre ricette (risotti, vellutate etc) blocca la cottura scolandole con uno scolapasta sotto abbondante acqua fredda, una volta cotte le potete conservare in frigorifero in una ciotola per 3-4 giorni senza problemi.

    Basterà saltarle in padella con un goccio d’acqua per portarle in temperatura.

  7. Le tue lenticchie sono pronte!

Consigli per l’impiattamento:

Una volta cotte potete utilizzare le lenticchie come ingrediente delle vostre ricette senza doverle cuocere da zero, ad esempio potete preparare il tipico risotto cotechino e lenticchie, la vellutata di lenticchie, la zuppa di lenticchie e le polpette di lenticchie.

Quale vino abbinare:

Ti consiglio di decidere il vino in base al piatto finale in cui utilizzerete le lenticchie. Ad esempio se utilizzerai le lenticchie per un buon bollito ti consiglio un vino rosso corposo come ad esempio un Montepulciano. Se invece servirai le lenticchie con il classico cotechino delle feste potete optare per un altro vino rosso nobile come ad esempio un Barolo.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento