Brasato all’ortolana

Il brasato all’ortolana è una valida alternativa al classico brasato al barolo preparato utilizzando una base alcolica. La preparazione iniziale è molto simile ma grazie alla presenza di verdure viene realizzata una crema densa e gustosa da utilizzare per servire il brasato.

 Se ti piacciono i secondi di carne autunnali non dimenticare di leggere queste ricette:

Brasato all'ortolana
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo5 Minuti
  • Tempo di cottura3 Ore
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno, Inverno e Primavera

Ingredienti per 2 persone

400 g manzo (cappello del prete)
50 g carote
50 g cipolla bianca
50 g sedano
1 cucchiaio burro
1 spicchio aglio
1 rametto rosmarino
1 foglia alloro
foglie salvia
q.b. olio extravergine d’oliva
q.b. sale
q.b. pepe
2 cucchiai farina 00

Procedimento

Un brasato all’ortolana perfetto si ottiene quando la carne subisce una cottura lenta ed uniforme che rende la carne morbida e che si scioglie in bocca. Per avere questo risultato dovete iniziare sigillando la carne.

Mettete la pentola in ghisa (o una pentola con il fondo spesso) su fiamma viva e unite una noce di burro e un filo d’olio. Quando è in temperatura aggiungete uno spicchio d’aglio e soffriggete con gli odori (salvia, rosmarino, alloro) e fate insaporire avendo attenzione a non farlo bruciare o colorire troppo.

burro in padella

Mettete la carne in padella e fate colorare la carne a fiamma viva, deve soffriggere e colorire la carne creando una crosticina dorata sulla superficie esterna.

Ripetete l’operazione su tutti i lati della carne anche sulle facce frontali della carne, questa operazione serve per sigillare la carne e mantenere all’interno i succhi.

carne in pentola

Dopo aver sigillato la carne aggiungete le carote, le cipolle e il sedano a cubetti, soffriggete per un paio di minuti a fiamma bassa per far appassire gli ingredienti.

Quando sono cotti potete aggiungere il brodo che dovrà coprire almeno metà della carne.

brodo vegetale

Lasciate cuocere per almeno 60 minuti, trascorsi i quali dovrete semplicemente aprire la pentola e girare la carne in modo che il lato fuori dal brodo venga cotto in immersione. La seconda cottura richiederà altri 60 minuti. E’ importante che la pentola sia ben sigillata e che i vapori rimandano all’interno, questo è il segreto per ottenere una carne tenera che si sfaldi e sciolga sotto i denti.

Quando la carne è cotta (circa 2 ore) toglietela dalla pentola e aggiungete della farina e del burro al brodo, mescolate con un cucchiaio e dopo 5 minuti frullate tutto (eliminando l’aglio se non vi piace il sapore). Il risultato deve essere cremoso, vi consiglio quindi di tenere da parte una parte del brodo e aggiungerlo poco alla volta per ottenere la cremosità che volete.

Il vostro brasato all’ortolana è pronto!

Brasato all'ortolana

Consigli per l’impiattamento:

il brasato all’ortolana è tanto buono quanto poco fotogenico, presentarlo non è il massimo, vi consiglio comunque una presentazione pulita: due fette di brasato e una generosa dose (2 cucchiai) di salsa all’ortolana.

Vi avanzerà sicuramente del brasato, non dimenticate di preparare dei ravioli del plin al sugo di brasato leggi qui la ricetta.

Quale vino abbinare:

vi consiglio un vino rosso, corposo e strutturato che sia in grado di sposarsi alla corposità della carne e alla dolcezza della salsa all’ortolana, vi consiglio ad esempio un Barolo.

Grazie di aver letto la ricetta!

Spero la ricetta ti sia stata utile, se hai bisogno di aiuto con qualche passaggio scrivi qui o sui miei canali social, sarò felice di aiutarti! 

Se questa ricetta ti è piaciuta non dimenticare di leggere le altre ricette e mettere “Mi Piace” sulla mia pagina Facebook e seguirmi su Instagram dove vedrai le ricette in anteprima!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento